Dagospia

SUA MAESTA' HAMILTON IS BACK – NEL GP D’INGHILTERRA DOPPIETTA MERCEDES CON LEWIS CHE PRECEDE BOTTAS – BEFFA FERRARI: RAIKKONEN 3°, VETTEL FORA A DUE GIRI DALLA FINE E CHIUDE LONTANO – MONDIALE RIAPERTO: ORA IL TEDESCO IN CLASSIFICA HA UN SOLO PUNTO DI MARGINE SU HAMILTON - VIDEO


 
Guarda la fotogallery

 

Andrea Cremonesi per la Gazzetta dello Sport

HAMILTON 3 HAMILTON 3

Signori, il super motore si chiama Lewis Hamilton. Quando è in giornata c’è solo una cosa da fare: ammirare e applaudirlo. Nella gara di casa, l’inglese ha letteralmente dominato, tenendo il comando della corsa per tutti i 51 (uno in meno di quelli previsti per la partenza rovinata a causa di un guasto che ha messo l’altro britannico al via, Joylon Palmer subito fuori).

Ma è stata tutta la Mercedes a dimostrare, proprio nel fine settimana in cui Maranello gettava nella mischia il 6 cilindri evo 3, una superiorità schiacciante che ha portato le lancette dell’orologio indietro di un anno. Bottas che partiva 9° è infatti riuscito a scalare la classifica, regalando ai tedeschi la seconda doppietta dell’anno dopo il Canada.

hamilton 15 hamilton 15

Ma le proporzioni del successo tedesco sono state amplificate dal disastro finale della Ferrari che ha accusato problemi all’anteriore di entrambe le monoposto costringendo prima Raikkonen e subito dopo Vettel, costretto a un giro al rallentatore col battistrada sfatto, a una sosta supplementare quasi in vista del traguardo.

Il tedesco, che aveva perso ogni speranza di conquistare il successo già poche curve dopo il via, restando bloccato sino alla prima sosta dietro a Verstappen (i due sono stati autore di un gran duello all’ultima ruotata!) ha chiuso solo settimo, perdendo di colpo tutto il vantaggio nella classifica iridata: ora ha un solo punto di vantaggio su Hamilton che ha vinto per la quinta volta a Silverstone (la quarta consecutiva), imitando così Alain Prost e Jim Clark: per lui è la quarta vittoria stagionale, la sesta per la Mercedes che allunga nei costruttori.

vettel 3 vettel 3

Per Maranello la consolazione di finire sul podio con Raikkonen terzo. Dietro un brillante Verstappen, ha preceduto un fenomenale Ricciardo, rimontato dal 19° posto, quindi Hulkenberg che ha salvato il bilancio Renault, poi come sempre a punti Ocon e Perez, il duo Force India. Nei dieci anche Massa che ha consentito alla Williams di trovare un minimo motivo di soddisfazione nella gara che suggellava i 40 anni dall’avvento nel Mondiale.

kvyat sainz kvyat sainz

 

Guarda la fotogallery