IL PLAYBOY DELL'ARAGOSTA - A NEW YORK GUADALUPE GONZALEZ, UN FURBO DONGIOVANNI, AVEVA TROVATO IL SISTEMA PERFETTO PER MANGIARE A SCROCCO: INVITAVA LE DONNE IN LUSSUOSI RISTORANTI CON LA SCUSA DI SEDURLE. PECCATO CHE IL SUO OBIETTIVO NON ERA SCOPARE MA INGOZZARSI GRATIS - DOPO CENE DI ARAGOSTE, BISTECCHE E VINI PREGIATI...


 
Guarda la fotogallery

Anna Guaita per "Il Messaggero"

 

fuga dal ristorante 2 fuga dal ristorante 2

Mangia e scappa, senza pagare. Il trucchetto è comune. Ma Paul Guadalupe Gonzalez ci ha aggiunto una bella dose di astuzia e cattiveria. Lui mangiava e scappava, lasciando che il salatissimo conto venisse saldato da una ignara donna, che credeva di essere stata invitata a cena da lui.

 

Gonzalez è stato finalmente catturato, e su di lui pendono 12 capi di accusa di estorsione, furto e frode. Un giudice di Pasadena, in California, sta ascoltando le testimonianze delle donne ingannate, alcune delle quali non hanno nascosto l’imbarazzo e la rabbia.

 

Gonzalez le “rimorchiava” nei siti web per cuori solitari. Le invitava a cena, e le portava in ristoranti costosi ed eleganti, assicurandole «Sei mia ospite, ti prego, ordina quel che vuoi». Lui stesso non si tratteneva: aragoste, bistecche, vini pregiati, formaggi, dolci. “Ordinava tutto quel che poteva” ha testimoniato Martha Barba. Poi con una scusa si alzava, dicendo che doveva fare una telefonata, e scompariva.

ristorante 2 ristorante 2

 

Le donne, davanti al rischio di essere sospettate di complicità, si rassegnavano e pagavano di tasca loro. Martha Barba ha dovuto confessare che per saldare il conto del ristorante dove Gonzalez l’aveva portata le è toccato prelevare la somma dai risparmi messi da parte per pagare l’affitto.

 

E pensare che lui neanche le piaceva: si erano incontrati in un economico ristorante della catena Chipotle, ma lui aveva insistito per spostarsi in un locale di lusso, non lontano: «Ho accettato perché non volevo essere sgarbata», si rammarica Martha.

ristorante 3 ristorante 3

 

 Yolanda Lora ha invece ricordato che Gonzalez l’ha portata in un raffinato ristorante giapponese, dove ha ordinato una montagna di carissimo sushi: «Mangiava velocissimo» ha testimoniato, e «in breve tempo ha bevuto due bicchieri di vino molto pregiato».

 

Poi, di nuovo la solita scenetta: Gonzalez che si alza, e dice «Devo fare una telefonata, tu intanto ordina il dolce», e scompare.

 

fuga dal ristorante 1 fuga dal ristorante 1

 Sono state 12 le donne ingannate in questo modo. In due casi, il manager del ristorante si è reso conto di quel che era successo e ha offerto elegantemente la cena, senza pretendere il conto dalla donna abbandonata.

 

Ma Gonzalez rischia fino a 16 anni di carcere, proprio perché il suo crimine è stato aggravato dal fatto che aveva incastrato delle persone innocenti: «Ha sistemato le cose in modo che un’altra persona fosse accusata del suo crimine.

 

ristorante 1 ristorante 1

Una vera estorsione» ha spiegato il procuratore. E difatti, davanti al rischio della umiliazione pubblica, o del sospetto di essere complici, dieci delle dodici donne hanno pagato. Ma poi lo hanno denunciato.

 

Guarda la fotogallery