LA BORSA DI MILANO CHIUDE IN CALO (-0,6%), LO SPREAD TORNA SOTTO I 280 PUNTI - VIVENDI SMENTISCE L'INCONTRO A PARIGI PER PARLARE DI TIM, E FONTI DELLA SOCIETÀ RIBADISCONO LA FIDUCIA NELL'AD GENISH - OGGI È WALL STREET A CALARE: INDICI IN NEGATIVO DOPO IL BALZO DEI RENDIMENTI SUI TITOLI DI STATO AMERICANI A 10 ANNI, ARRIVATI A 3,2%. LA CAUSA? L'ECONOMIA CHE GALOPPA!


 
Guarda la fotogallery

 

  1. TIM: VIVENDI SMENTISCE INCONTRO DOMANI A PARIGI

vincent bollore vincent bollore

 (ANSA) - Domani non è previsto alcun incontro di Vivendi su Tim. Lo precisano fonti vicine al gruppo francese smentendo i rumor secondo cui Vincent Bollorè avrebbe organizzato una riunione a Parigi con lo stato maggiore di Vivendi per fare il punto su Tim, insoddisfatto dell'operato dell'ad Amos Genish. A più riprese nelle ultime settimane Vivendi ha ribadito piena fiducia nel manager israeliano imputando alla gestione del fondo Elliott le difficoltà del titolo in Borsa.

 

  1. BORSA: NY IN FORTE CALO, DJ -1,23%, NASDAQ -2,08%

 (ANSA) - Wall Street peggiora. Il Dow Jones perde l'1,23% a 26.502,32 punti, il Nasdaq cede il 2,08% a 7.858,07 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno lo 0,95% a 2.897,72 punti. A contribuire al calo e' il balzo dei rendimenti sui titoli di stato americani a 10 anni, saliti ai massimi dal 2011 sfondando quota 3,2%.

 

AMOS GENISH AMOS GENISH

Le vendite di bond a Wall Street arrivano alla vigilia del dato sull'occupazione americana, che dovrebbe confermare il buono stato di salute dell'Azienda America. I dati saranno diffusi venerdi', con gli analisti che prevedono la creazione di 184.000 posti di lavoro, con un tasso di disoccupazione in calo al 3,8%. Il balzo dei rendimenti dei Treaury a 10 anni ai massimi dal 2011 si e' fatto sentire sulle valute dei mercati emergenti.

 

Spinta dal taglio delle tasse l'economia americana continua a rafforzarsi e questo alimenta la convinzione fra alcuni investitori che il 2018 segnera' la fine della corsa al rialzo dei bond, che va avanti da 30 anni ed e' gia' minacciata dalle banche centrali, con la Fed e la Bce che chiudono i loro programmi di quantitative easing. La pressione sui bond nelle ultime 24 ore e' stata innescata dall'indice Ism servizi, salito sopra le attese.

DI MAIO SPREAD DI MAIO SPREAD

 

 

  1. SPREAD BTP-BUND CHIUDE A 279,5 PUNTI BASE

 (ANSA) - Lo spread tra Btp e Bund chiude poco sotto la soglia dei 280 punti base, segnando un calo a 279,5 punti base rispetto ai 283 della chiusura di ieri. Il rendimento del Btp decennale è al 3,32%.

 

  1. BORSA: MILANO CHIUDE IN CALO CON MONCLER E PIRELLI

 (ANSA) - Chiusura in calo per Piazza Affari. L'indice Ftse Mib ha ceduto lo 0,59% a 20.612 punti, in attesa della presentazione del documento di aggiornamento al Def in Parlamento e sulla scia del calo di Wall Street e delle altre Borse europee, per i timori di un rialzo della Fed sui tassi il mese prossimo dopo dati macroeconomici Usa migliori delle attese. Nella norma gli scambi, per 2 miliardi di euro di controvalore, in calo a 279,5 punti lo spread secondo la piattaforma Bloomberg. Sotto pressione Moncler (-5,61%) insieme ai rivali europei dopo le indiscrezioni pubblicate dalla stampa cinese su controlli per chi acquista beni di lusso.

WALL STREET BORSA NEW YORK STOCK EXCHANGE WALL STREET BORSA NEW YORK STOCK EXCHANGE

 

Bene i bancari Intesa (+2,5%), Banco Bpm (+0,82%) e Unicredit (+0,64%), spinti dal calo dello spread, e Tim (+2,12%) insieme alle Tlc europee. Difficoltà per Brembo (-3,39%) e per Pirelli (-3,32%%), dopo il calo della raccomandazione a 'neutral' da Ubs e con la fine del vincolo a non vendere per Camfin, che però non verrà sciolta. Rally di Astaldi (+29,6%) su ipotesi di un interesse di Salini Impregilo (+0,69%).

Guarda la fotogallery
ultime notizie