LA DOLCE RISSA – VIDEO: DUE TURISTE SI PRENDONO A SCHIAFFI PER UN SELFIE ALLA FONTANA DI TREVI – UNA 19ENNE OLANDESE E UNA 44ENNE ITALO AMERICANA VOLEVANO FARSI UNA FOTO NELLO STESSO PUNTO MA NESSUNA DELLE DUE VOLEVA ASPETTARE– A DARE MANFORTE SONO INTERVENUTI ANCHE I FAMILIARI, FINCHÉ…


 
Guarda la fotogallery

 

Da http://roma.fanpage.it

 

rissa per un selfie fontana di trevi 5 rissa per un selfie fontana di trevi 5

Nella sempre affollatissima Fontana di Trevi, riuscire a occupare il punto migliore per uno scatto da favola davanti a uno dei monumenti più famosi di Roma può essere una vera e propria lotta.

 

rissa per un selfie fontana di trevi 4 rissa per un selfie fontana di trevi 4

E oggi è stato proprio così, perché due turiste straniere hanno davvero fatto a botte per accaparrarsi una visuale migliore davanti alla celebre fontana della Dolce Vita. Una ragazza olandese di 19 anni e un'italo-americana di 44 anni se la sono date di santa ragione ieri sera intorno alle 19 e 30.

rissa per un selfie fontana di trevi 3 rissa per un selfie fontana di trevi 3

 

La violentissima rissa sarebbe cominciata proprio, come confermato peraltro dalle due interessate, da una fotografia che ognuna delle due donne voleva necessariamente scattare in quel preciso punto, a ridosso della fontana, perché ritenuta l’angolatura migliore per riprendere il monumento.

 

rissa per un selfie fontana di trevi 2 rissa per un selfie fontana di trevi 2

Le due donne hanno cominciato a prendersi a schiaffi e a pugni e subito si sono uniti alla lotta anche i loro familiari, otto persone in tutto, tra cui tre ragazzine, due 17enni americane, la figlia e l'amica dell'americana, e una 13enne, la sorella dell'olandese.

 

rissa per un selfie fontana di trevi 1 rissa per un selfie fontana di trevi 1

Sul posto, per placare gli animi, sono intervenuti i vigili urbani del gruppo Trevi.  I turisti,  informano i guanti bianchi, sono stti condotti presso gli uffici di via della Greca, hanno riportato solo alcune contusioni, per le quali non si è reso necessario l'assistenza medica. L’Autorità Giudiziaria ha disposto nei loro confronti la denuncia per violenza e minacce.

 

Guarda la fotogallery