• Dagospia

    LA VIA CRUCIS DEL NAZARENO - SE IL PD PERDE IN EMILIA ROMAGNA C’È GIÀ LA FILA PER SOSTITUIRE ZINGARETTI - GORI, NARDELLA DECARO: ANCHE GLI AUTO-CANDIDATI NON MANCANO - IL PREMIER CONTE NON TEME RIPERCUSSIONI DALLE DIMISSIONI DI DI MAIO, MA I GUAI SERI POTREBBERO ARRIVARE NEL CASO BONACCINI PERDESSE MALE (COMUNQUE SENZA UNA NUOVA LEGGE ELETTORALE IL GOVERNO NON CADE9…


     
    Guarda la fotogallery

     

    Marco Antonellis per Dagospia

     

    LUIGI DI MAIO TOGLIE LA CRAVATTA LUIGI DI MAIO TOGLIE LA CRAVATTA

    Il governo non subirà scossoni dalle dimissioni di Luigi Di Maio da capo politico dei 5Stelle. Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte ne è sicuro e non fa altro che ripeterlo ai suoi più stretti collaboratori e non solo. "Almeno se ne starà buono per un po’ e si eviterà di duellare tutti giorni con il Pd" perché, come fanno notare dalla maggioranza, "di sicuro Di Maio si ripresenterà più avanti ma per ora con la gestione Crimi ci sentiamo molto più rassicurati non avendo quest'ultimo mai avuto a che fare con Matteo Salvini ne ha mai avuto da ridire sul Conte 2 e l'alleanza con il Pd".

    zingaretti di maio zingaretti di maio

     

    giuseppe conte nicola zingaretti giuseppe conte nicola zingaretti

    D'altra parte sono proprio i Dem in queste ore a rimarcare che "sta accadendo quello che tutti sapevamo e che tutto sommato auspicavamo". Senza Di Maio i 5Stelle potranno finalmente lavorare ad una loro identità progressista e riformista che potrà servire in futuro per costruire quel campo largo di centro sinistra da sempre auspicato all'interno del Pd.

    luigi di maio vito crimi luigi di maio vito crimi

     

    zingaretti suda all'assemblea pd 4 zingaretti suda all'assemblea pd 4

    Tutti contenti dunque? Mica tanto. Perché se i 5Stelle con Crimi saranno più "coperti e allineati" difficilmente si potrà dire lo stesso del Pd se Matteo Salvini riuscirà ad espugnare il "fortino rosso" dell'Emilia. E al Nazareno potrebbero essere dolori perché tra i maggiorenti del partito più d'uno ha già fatto capire di essere interessato alla poltrona dell'attuale segretario Dem. Insomma, se Conte ha poco o nulla da temere dalle dimissioni di Di Maio lo stesso non potrebbe dirsi in caso di ribaltone nel Pd perché questo si potrebbe provocare scossoni all'interno del governo, essendone l'architrave politico.

    giorgio gori – ritiro del pd all'abbazia di contigliano 24 giorgio gori – ritiro del pd all'abbazia di contigliano 24

     

    NARDELLA NARDELLA

    Tra i pretendenti alla poltrona di segretario Dem spicca il nome di Giorgio Gori che ha appena pubblicato il manifesto "per una nuova stagione". Avrebbe il sostegno dei riformisti di Area Dem ma sarebbe gradito anche ad altri autorevoli esponenti del partito. E i soliti bene informati giurano che un pensierino alla segreteria lo stiano facendo anche il sindaco di Firenze Nardella e il Presidente dell'Anci Decaro. Insomma, i candidati non mancano. E ancora non è stato convocato il Congresso...

    ballottaggi antonio decaro bari ballottaggi antonio decaro bari nicola zingaretti ritiro del pd all'abbazia di contigliano 1 nicola zingaretti ritiro del pd all'abbazia di contigliano 1 luigi di maio annuncia le dimissioni da capo politico dei cinque stelle 1 luigi di maio annuncia le dimissioni da capo politico dei cinque stelle 1 boschi nardella boschi nardella luigi di maio foto di bacco (1) luigi di maio foto di bacco (1) luigi di maio foto di bacco (13) luigi di maio foto di bacco (13) luigi di maio foto di bacco (10) luigi di maio foto di bacco (10) zingaretti suda all'assemblea pd 2 zingaretti suda all'assemblea pd 2 zingaretti suda all'assemblea pd 3 zingaretti suda all'assemblea pd 3 dario franceschini e nicola zingaretti alla finestra dell'abbazia di contigliano 5 dario franceschini e nicola zingaretti alla finestra dell'abbazia di contigliano 5

    Guarda la fotogallery
    ultime notizie