• Dagospia

    “HO CHIAMATO LA MAMMA PERCHÉ FINISSE DI TORMENTARMI” - IL RACCONTO DELLA RAGAZZA ROMANA FINITA NEL MIRINO DEL SUO EX 40ENNE CHE AVEVA INGAGGIATO UN SICARIO SUL DARK WEB PER SFREGIARLA CON L’ACIDO, PAGANDOLO 11.700 EURO IN BITCOIN: “MI HA CHIESTO DI SPOSARLO, POI SI È TIRATO INDIETRO. IO L’HO LASCIATO, L’HO BLOCCATO SUL CELLULARE E HO RIFIUTATO DI INCONTRALO” – DA QUEL MOMENTO L’OSSESSIONE E LA RICERCA DI QUALCUNO PER PUNIRLA: “VOGLIO CHE RESTI PARALIZZATA DALLA SCHIENA IN GIÙ E CHE…”


     
    Guarda la fotogallery

    1 - «DEVE RESTARE PARALIZZATA» IL SICARIO ERA SUL DARK WEB

    Valentina Errante per "il Messaggero"

     

    dark web 2 dark web 2

    «Voglio che resti paralizzata dalla schiena in giù e che vada sulla sedia a rotelle. E le dovete tirare l' acido in faccia senza prendere gli occhi». Le regole d' ingaggio, dettate su una pagina del dark web, prevedevano il saldo quando il lavoro del sicario, rimasto ignoto, fosse stato ultimato.

     

    «Deve sembrare una rapina, le devono rubare la borsa». L' ordine era questo e come anticipo per commissionare l' aggressione della sua ex, Tommaso Girotti, classe 83, funzionario del gruppo Enel, aveva pagato 11.700 dollari in bitcoin. Su quella rete dove si naviga protetti dall' anonimato, fuori da ogni controllo, l' intermediario gli aveva comunicato di avere trovato il sicario e così, oltre ai quattro versamenti, Girotti aveva fornito nella chat nome, cognome e indirizzo della vittima, che vive a Roma. Non aveva tollerato che la sua ex fidanzata, la stessa trentenne romana che, un anno prima, lui non aveva voluto sposare, adesso lo tenesse alla larga.

     

    ossessione ex fidanzata 2 ossessione ex fidanzata 2

    Da ieri Girotti è ai domiciliari nella sua casa di Milano, con le accuse di stalking e tentate lesioni gravi. Un piano sventato grazie a un alert arrivato, attraverso l' Interpol, dagli investigatori tedeschi: «È stato commissionato un omicidio in Italia sulla pagina web Assassins». Gli uomini della polizia postale e della squadra mobile, coordinati dal pm romano Daniela Cento, hanno fermato appena in tempo il folle progetto, dopo avere messo sotto protezione la ragazza. L' ordine sul dark web è stato revocato solo dopo una perquisizione a Girotti.

     

    dark web 3 dark web 3

    REVOCARE LA PUNIZIONE Dopo avere commissionato l' aggressione e fornito le indicazioni sulla simulazione di una rapina, l' intermediario aveva risposto a Girotti «di avere trovato un francese». Lo rassicurava sul successo del piano: «Entro due o tre giorni l' incarico sarà portato a termine». Girotti era soddisfatto: «Domani caricherò i bitcoin sul portafoglio». Poi però erano sorte alcune complicazioni e quindi l' intermediario aveva optato per un killer più esperto e costoso. Le quattro transazioni per 11.700 dollari sarebbero diventate cinque a lavoro ultimato.

     

    ossessione ex fidanzata 4 ossessione ex fidanzata 4

    Il prezzo finale era di circa 18mila dollari, sempre in bitcoin. Le indagini per identificare tutti i soggetti coinvolti nel caso e anche l' attendibilità di quella pagina web, dove si possono trovare killer e sicari, sono ancora in corso. E così la polizia si è presentata, a Milano, nell' appartamento dell' indagato lo scorso 27 febbraio. Girotti non ha negato: «Sono pronto a revocare la punizione», ha affermato. Il 10 marzo scorso, quando era già partita la richiesta di arresto al gip, è stato interrogato: «Nutrivo una profonda rabbia nei confronti della mia ex fidanzata - ha tentato di giustificarsi agli inquirenti - motivo per il quale avevo pensato di lasciare un segno indelebile sul suo corpo così come lei aveva lasciato un segno indelebile nella mia persona». Una giustificazione che, a detta del gip, denota una «spiccata pericolosità sociale ed una particolare inclinazione a delinquere».

    polizia postale polizia postale

     

    L' INDAGINE L' allarme è stato lanciato lo scorso febbraio, la ragazza, indicata nel dark web con nome cognome e indirizzo è stata immediatamente contattata dai funzionari della polizia. Ha raccontato della sua ultima storia, delle pressioni subite, ma non immaginava di correre un rischio così alto. Così sono nati i sospetti nei confronti di Girotti. E mentre la vittima del piano folle è finita sotto protezione, la Postale è risalita, attraverso le transazioni in bitcoin, al wallet e alla carta di credito dell' uomo che si nascondeva dietro un nick name. A quel punto è stata eseguita la perquisizione nell' abitazione di Girotti.

    dark web 5 dark web 5

     

    LA PERQUISIZIONE L' esame di tablet e smartphone ha confermato: negli apparecchi era installata la app per le transazioni in bitcoin, il browser Tor per la navigazione sul dark web aperto, al momento della perquisizione, sulla pagina Hitman hire a killer, il Vpn free per rendere anonimo l' indirizzo Ip. Poi 37 fogli con pensieri rivolti alla donna contro la quale voleva vendicarsi.

    Poi il libro, Il cervello delle donne, capire la mente femminile attraverso la scienza.

    ossessione ex fidanzata 3 ossessione ex fidanzata 3

     

    2 - «HO CHIAMATO ANCHE LA MADRE PERCHÉ FINISSE DI TORMENTARMI»

    Val. Err. per "il Messaggero"

     

    L' aveva tradita e si era tirato indietro dopo una proposta di matrimonio. È stata Giovanna (il nome è di fantasia), sorpresa di trovarsi la polizia alla porta dell' appartamento dove vive con i genitori, a raccontare di quell' uomo con il quale aveva chiuso e che era diventato insistente. Ma non poteva sospettare che desiderasse vederla su una sedia a rotelle. «La storia con Tommaso è cominciata nel 2018, riservata, per non compromettere i rapporti lavorativi. Nel 2019 ho deciso di prendere una pausa, perché mi ero convinta che lui avesse riallacciato i rapporti con la precedente fidanzata. Alla fine dell' estate, però, ci siamo rivisti e abbiamo ripreso a frequentarci.

    ossessione ex fidanzata 5 ossessione ex fidanzata 5

     

    Lui mi ha chiesto di sposarlo». Ma poi cambia idea, le dice di non essere pronto per il matrimonio e Giovanna chiude la relazione. Durante il lockdown, a marzo scorso, riprendono a sentirsi su WhatsApp.

    A luglio, una cena insieme a Fregene: Giovanna non vuole riprendere e Girotti comincia a perseguitarla con i messaggi. Lei non risponde, decide di bloccare il contatto su WhatsApp. «Ho ricevuto altri sms sempre con proposte di rivederci per riallacciare la nostra relazione.

    dark web 1 dark web 1

     

    Anche a questi messaggi non ho mai risposto se non per dirgli di smettere di scrivermi». Quando Giovanna blocca il numero sul telefono, Tommaso usa la scusa del lavoro. «Ho ricevuto alcune email sul mio indirizzo personale, mi chiedeva di vederci, perché c' era la possibilità che diventasse il mio capo. Ci siamo incontrati per un pranzo dove, oltre all' iniziale argomento lavoro, c' è stato ovviamente un riferimento alla nostra relazione, con l' ennesima richiesta di tentare un riavvicinamento sentimentale. Gli ho ancora espresso il mio concetto: non volevo, il nostro rapporto sarebbe dovuto continuare esclusivamente per questioni inderogabili di lavoro».

     

    dark web e polizia postale dark web e polizia postale

    A questo punto scatta l' ossessione. Girotti continua sulla piattaforma di lavoro. Invita Giovanna a festeggiare la sua promozione, a Natale manda due mazzi di fiori anonimi. A gennaio ancora fiori, questa volta con un biglietto firmato. Giovanna chiama la mamma di Girotti, le chiede di intervenire. Scatta l' ossessione e l' uomo cerca un sicario per punirla.

    darknet darknet dark web 4 dark web 4 POLIZIA POSTALE POLIZIA POSTALE roma polizia postale nella sala operativa roma polizia postale nella sala operativa deep web deep web

    Guarda la fotogallery
    ultime notizie