Dagospia

COME PERDERE LE ELEZIONI: CONTINUANO GLI SCAZZI TRA I FINTI ALLEATI E BERLUSCONI – L’ULTIMA DI SALVINI E MELONI: DICCI CHI SARA’ IL TUO PREMIER – SILVIO NON SE LI FILA E COSTRINGE ROMANI AL RUGGITO DEL CONIGLIO – IL CAV PENSA A COMIZI IN PIAZZA 


 
Guarda la fotogallery

 

Paola Di Caro per il Corriere della Sera

 

berlusconi salvini meloni berlusconi salvini meloni

Continuano i botta e risposta tra i leader del centrodestra, praticamente su ogni tema. Ieri la polemica è stata sulla premiership. L' accordo di coalizione prevede che il partito che otterrà più voti avrà il diritto di proporre il premier, e se la Lega ha Salvini, FdI ha la Meloni. Che appunto passa la palla a Berlusconi, al quale annuncia che chiederà, «appena lo sentirò», di indicare il candidato a Palazzo Chigi di Forza Italia: «Lo considererei un atto di chiarezza. Sarebbe giusto conoscere il nome, non i nomi: sono per il massimo della chiarezza».

 

SALVINI BERLUSCONI MELONI SALVINI BERLUSCONI MELONI

Berlusconi, che non può ricoprire cariche pubbliche fino al 2019 per effetto della legge Severino, ha sempre detto che «abbiamo tanti nomi in mente», e fatto esplicitamente quello di Antonio Tajani fra gli altri. E per Paolo Romani, capogruppo azzurro, dovrebbe essere più che sufficiente.

 

«Noi non siamo tenuti a dare risposte a nessuno. Abbiamo un leader, che è il nostro candidato, e che per ragioni di correttezza e cortesia la signora Meloni potrebbe evitare di tirare in ballo. Quando Berlusconi lo riterrà opportuno, farà il nome del nostro candidato, che peraltro è nominato dal capo dello Stato. Il nostro leader è in una condizione (per la legge Severino, ndr ) in cui né Salvini né la Meloni sono, quindi è un terreno da evitare, farebbero bene a non insistere».

renato brunetta paolo romani renato brunetta paolo romani

 

Parole molto nette che fanno capire quanto lo stesso ex premier sia irritato per queste uscite, anche se in questo momento il suo obiettivo è solo quello di «vincere». Per questo, visto che i sondaggi sembrano non registrare ulteriori avanzate del centrodestra, l' idea che sta maturando nel suo entourage è che - a differenza di quanto si prevedeva - Berlusconi nell' ultima parte della campagna elettorale faccia anche uscite pubbliche: come e dove è allo studio, ma non è esclusa la partecipazione alla manifestazione del Carroccio a Milano il 24 «purché non sia strettamente di marchio leghista e per la premiership di Salvini».

Guarda la fotogallery