LA TRISTE STORIA DI MARIASILVIA SPOLATO, LA PRIMA DONNA A DIRSI GAY CHE E’ STATA ABBANDONATA DA TUTTI, E’ DIVENTATA CLOCHARD ED E’ MORTA A 83 ANNI IN UNA CASA DI RIPOSO DI BOLZANO - EPPURE ERA DOCENTE UNIVERSITARIA DI MATEMATICA, PUBBLICO’ MANUALI PER FABBRI E ZANICHELLI MA QUANDO FECE COMING OUT…


 
Guarda la fotogallery

Da “il Messaggero”

 

MARIASILVIA SPOLATO MARIASILVIA SPOLATO

Una vita di alti e bassi, come una barca nella tempesta, ma sempre coerente, rinnegandosi mai. È questa la storia di Mariasilvia Spolato, morta nei giorni scorsi all' età di 83 anni in una casa di riposo di Bolzano: laureata con 110 e lode, è stata docente universitaria di matematica.

 

Nel 1972 è stata la prima donna in Italia a fare coming out e a perdere poi tutto, la compagna, il lavoro e i legami familiari. È finita per strada come senzatetto e ha vagato per le strade di Bolzano, sempre alla ricerca di libri e giornali da leggere. Mariasilvia da giovane laureata in matematica aveva tutte le carte in regola per una carriera accademica.

 

MARIASILVIA SPOLATO MARIASILVIA SPOLATO

La docente universitaria alle fine degli anni Sessanta pubblicò dei manuali per Fabbri e Zanichelli. Ma la sua profonda coerenza la portò a dichiarare nel 1972 il suo amore per un' altra donna. Quella scelta di coerenza avrebbe però cambiato profondamente la sua vita.

 

Passo dopo passo perse tutto, il lavoro, la donna che amava e anche la rete familiare che ti trattiene quando scivoli. Mariasilvia finì per strada, nessuno sa bene perché proprio a Bolzano. Ebbe inizio una lunga vita da clochard. Ora molte persone si stanno mobilitando per organizzare i suoi funerali.

MARIASILVIA SPOLATO MARIASILVIA SPOLATO

Guarda la fotogallery
ultime notizie