• Dagospia

    CARO AMADEUS, FATTI UNA DOMANDA E DATTI PURE LA RISPOSTA SE TUTTI TI DICONO DI NO – AMADEUS FRIGNA PER IL RIFIUTO DI CELENTANO, BENIGNI E JOVANOTTI AD ANDARE A SANREMO – “IL COVID HA CREATO GRANDI PROBLEMI, CI SONO PERSONE CHE HANNO PAURA DI USCIRE DI CASA E CHE NON HANNO PIÙ VENT'ANNI”. L’ARISTON SENZA PUBBLICO NON GLI VA GIU’: “CONTINUO A PENSARE CHE SE AVESSIMO AVUTO IN PLATEA 400-500 MEDICI SAREBBE STATO MERAVIGLIOSO”


     
    Guarda la fotogallery

    Renato Franco per il “Corriere della Sera”

     

    amadeus giuliano sangiorgi amadeus giuliano sangiorgi

    «I dati sono comunque clamorosi. Conta il momento storico che stiamo vivendo: ci sono persone che non sanno se la sera riescono a mettere il piatto a tavola, la gente è disperata, arrabbiata, il Paese è come se vivesse una guerra. E questo si riflette sugli ascolti».

     

    Il Festival di Sanremo sconta ancora un calo (oltre 10 punti rispetto alla seconda serata dell' anno scorso), ma Amadeus dà una lettura in controtendenza del fenomeno. «Sono orgoglioso dei milioni di persone che stanno guardando il Festival, addirittura pensavo che gli ascolti sarebbero stati ancora più penalizzanti».

     

    fiorello amadeus fiorello amadeus

    Lo spettacolo è indubbiamente elegante, Amadeus e Fiorello tengono il palco come l' anno scorso, le canzoni sono in linea con quello che offre il mercato discografico negli ultimi anni. Diventa quasi difficile spiegare fino in fondo perché nel 2020 fu un successo che quest' anno non si è ripetuto. Il Sanremo 2021 sconta un cast sbilanciato su cantanti poco noti alla platea abitudinaria di Rai1, una formula che ricalca quella dell' anno scorso (repetita a volte non iuvant), ma - questa è l' analisi di Amadeus - più di tutto paga l' inconscio rifiuto collettivo ad abbandonarsi alla spensieratezza quando ci gira intorno un mondo anomalo.

     

    amadeus fiorello amadeus fiorello

    «Quando sei arrabbiato non ti va di andare a una festa di compleanno, te ne stai a casa - spiega ancora il conduttore -. Io vado a una festa e mi diverto se sono felice, non se ho un problema di lavoro.

     

    Sarebbe stato facilissimo buttare la palla in tribuna. Passavo per capriccioso quando parlavo del pubblico, ma dicevo una cosa banalmente logica. Ovvio che se Sanremo si fa senza pubblico, questo toglie il senso dell' evento».

    jovanotti jovanotti

     

    In media la seconda serata del Festival ha raccolto 7 milioni 586 mila spettatori con il 42,1% di share, il dato più basso dal 2015. Nel dettaglio la prima parte ha ottenuto 10 milioni 113 mila spettatori (41,2% di share), la seconda poco meno di 4 milioni (45,7%).

     

    amadeus fiorello 1 amadeus fiorello 1

    Ma Amadeus non vuole sentir parlare di confronti («sono due anni non paragonabili»), difende con forza tutte le sue scelte, spiega, analizza, non si tira indietro. «Pentito? No, sono fiero di essere qui. Fare il Festival è un' esperienza che tocca corde diverse, consente di riaprire un settore che come tanti altri è morto da un anno a questa parte, con un riscontro economico e commerciale per l' azienda e per la città, con una presenza di sponsor importanti, come segnale di lotta, di non resa.

     

    Non mi sono pentito neanche un istante, mai. I risultati mi riempiono di gioia, perché siamo tutti in modalità emergenza. In questo contesto 10 milioni di persone che si sintonizzano sono commoventi».

    amadeus amadeus

     

    È indubbio che i dirigenti Rai, ma anche tanti analisti, pensavano potesse andare diversamente. Con le persone chiuse in casa dalle 10 di sera tutti immaginavano ascolti bulgari. Invece no. Il Festival poi è da sempre bersaglio al centro del mirino. «Non so se sono diventato antipatico.

     

    Certo, le accuse al Festival come obiettivo da colpire non gli hanno fatto bene ma continuo a pensare che se avessimo avuto in platea 400-500 medici sarebbe stato meraviglioso. Ma se questo serve a non creare problemi e a far felici persone che chiedevano la chiusura del teatro, allora va bene. Intanto Sanremo è partito e i teatri ancora chiusi.

    Questo può portare a dire che quindi noi siamo privilegiati e a fare arrabbiare. Ma non è una gara a chi sta meglio».

    amadeus vittoria ceretti amadeus vittoria ceretti

     

    Non dà una risposta di circostanza sui «no» che ha ricevuto. Di solito si preferisce glissare perché ammettere un rifiuto in un mondo competitivo viene letto come un segnale di debolezza. «Rispetto i no di Celentano, di Benigni, di Jovanotti. È difficile pensare a un Sanremo così anche per gli artisti, il Covid ha creato grandi problemi, ci sono persone che hanno paura di uscire di casa e che non hanno più vent' anni».

     

    Lo spettacolo con il vuoto intorno toglie calore. «Il Festival è il più grande evento italiano che ci sia: lo fanno la sala stampa, le tv, le polemiche, le persone che arrivano a Sanremo, i cantanti, il pubblico, le signore in prima fila, i politici. Tutto questo diventa evento. Se non fosse un evento sarebbe un meraviglioso programma tv, ma non sarebbe mai il Festival. Quest' anno Sanremo non è il Festival di Sanremo che abbiamo vissuto per 70 anni, è un' altra cosa».

    amadeus fiorello amadeus fiorello

     

    Intanto è scivolata via anche la terza serata, quella delle cover e dei duetti, quella di Vittoria Ceretti, top model prestata alla conduzione, quella di Fiorello che si è fatto tagliare i baffi da Amadeus perché «assomigliavo a D' Alema». Qualche intoppo tecnico e pure un incidente per Ibrahimovic arrivato in ritardo sul palco. Bloccato da tre ore in autostrada per un incidente, «ho fermato un motociclista e gli ho chiesto di portarmi a Sanremo. Meno male che era milanista.

     

    celentano benigni celentano benigni

    Dopo 60 chilometri sono arrivato un po' infreddolito, ma l' ho fatto per salvare il mio Festival, non il tuo». Quando sale sul palco anche Mihajlovic, con Amadeus e Fiorello si trasformano negli «Abbadeus» per cantare tutti e quattro «Io vagabondo» dei Nomadi. Il giorno prima l' attaccante del Milan non c' era perché era a San Siro.

     

    Mao Tze Ibra sentenzia: «Potevate fare Sanremo a casa è mia: se Zlatan non va al Festival, il Festival va da Zlatan».

    zlatan ibrahimovic amadeus zlatan ibrahimovic amadeus sinisa mihajlovic zlatan ibrahimovic amadeus sinisa mihajlovic zlatan ibrahimovic amadeus FIORELLO MIHAJLOVIC IBRA AMADEUS FIORELLO MIHAJLOVIC IBRA AMADEUS zlatan ibrahimovic e amadeus 1 zlatan ibrahimovic e amadeus 1 zlatan ibrahimovic e amadeus 2 zlatan ibrahimovic e amadeus 2 vittoria ceretti amadeus vittoria ceretti amadeus amadeus fiorello 2 amadeus fiorello 2

    Guarda la fotogallery
    ultime notizie