• Dagospia

    LA NUOVA PARROCCHIA POLITICA E' IL "PARTITO DEGLI ARTISTI" (MA QUANTI VOTI SPOSTA?) – CANTANTI, INFLUENCER, ATTORI, DIRETTORI DI ORCHESTRA, DA CHIARA FERRAGNI A PAOLA TURCI FINO A FRANCESCA MICHIELIN E NICOLA PIOVANI, SI SONO MOBILITATI SUI SOCIAL APPELLANDOSI AL SENSO CIVICO DEI CITTADINI PER CONVINCERLI AD ANDARE A VOTARE – PERÒ ATTENZIONE: NON E' UN INVITO A FARE IL PROPRIO DOVERE CIVICO MA UNO SPRONE A VOTARE "BENE" (CIOE' PER CHI DICONO LORO)


     
    Guarda la fotogallery

     

    Federico Capurso per “la Stampa”

    APPELLO AL VOTO DI CHIARA FERRAGNI APPELLO AL VOTO DI CHIARA FERRAGNI

     

    Il mondo dello spettacolo si muove per invitare gli italiani al voto. Dai toni seri e accorati, come quello di Chiara Ferragni, a quelli più scherzosi di Alessandro Gassman e Francesca Michielin, fioccano sui social gli inviti di artisti e artiste a recarsi alle urne.

    Mette al centro i diritti, Ferragni: «Il voto è uno dei pochi strumenti di cui disponiamo per proteggerli, per crearne di nuovi, per estenderli a chi oggi se li vede negati - scrive l'influencer in una storia pubblicata su Instagram -. E per decidere in che direzione debba andare il nostro Paese: se in avanti o indietro di decenni». 

     

    Sono stati più rari del solito, in questa tornata elettorale, gli inviti a sostenere un partito, ma anche nei semplici appelli al voto, l'orientamento più o meno velato emerge. Come quando dal mondo della musica, la cantante Paola Turci fa eco a Ferragni augurando su Twitter un «buon voto al nostro Paese, democratico, dei diritti, antifascista».

     

     

    MEME VOTO MEME VOTO

    Si limita a porre l'accento sui diritti il collega Marco Mengoni: «Votare è il più grande atto di libertà, è nostro diritto, è un nostro dovere. Io vado a votare. E tu?», chiede ai suoi follower. Si rivolge a loro anche la cantante Francesca Michielin, ma in modo scherzoso: pubblica una sua foto in primo piano e li avverte, «io che guardo se votate domenica». 

     

    Come lei, sceglie l'ironia Alessandro Gassman. Il suo è un meme, ovviamente affidato ai social: «Non votare è come nascondere la testa nella sabbia, ma attenzione... il culo resta fuori». Più mesto, invece, il compositore e direttore d'orchestra Nicola Piovani, che condividendo una vignetta di Altan, si dice «indeciso se dare un voto utile o dilettevole». E aggiunge: «In certi momenti, chissà perché, l'ipotesi del "meno peggio" mi appare come un miraggio di ottimismo e di speranza». 

     

    urne elezioni urne elezioni

    Capisce l'indecisione degli astensionisti, l'attore Giorgio Pasotti, «ma è importante esprimere un voto e mi rivolgo soprattutto ai giovani, perché si sta parlando del loro futuro. Votare è indispensabile».

     

    seggio elettorale seggio elettorale elezioni politiche elezioni politiche

    INVITO A VOTARE DI PAOLA TURCI - FRANCESCA MICHIELIN - MARCO MENGONI INVITO A VOTARE DI PAOLA TURCI - FRANCESCA MICHIELIN - MARCO MENGONI

     

    Guarda la fotogallery


    ultime notizie