• Dagospia

    CIAK, MI GIRA - ULLALÀ. IERI “IL SIGNORE DELLE FORMICHE” DI GIANNI AMELIO RISULTA PRIMO IN CLASSIFICA, ANCHE SE CON 49 MILA EURO, E UN TOTALE DI 483 MILA - MI SONO VISTO CON GRANDE PIACERE LA QUARTA PUNTATA DI “HOUSE OF THE DRAGON”, DOVE FINALMENTE CI SONO UN PO’ DI ORGETTE E DI SESSO. MI SONO ANCHE VISTO, ALLA FACCIA DEGLI INCONTRI MELONI/LETTA E DELLE SUCCESSIONI DEI REALI INGLESI (BASTA!), LE PRIME DUE FAVOLOSE PUNTATE DI “PISTOL”, LA MINISERIE DEDICATA AI SEX PISTOLS. POSSIAMO FARE LA STESSA COSA IN ITALIA? MADECHE? E SU CHI LO FAI? SUI POOH? SU CLAUDIO BAGLIONI? MAGARI UN VASCO STORY… - VIDEO


     
    Guarda la fotogallery

     

    Marco Giusti per Dagospia

     

    il signore delle formiche. il signore delle formiche.

    Ulllalà. Ieri “Il signore delle formiche” di Gianni Amelio risulta primo in classifica nel box office degli incassi, anche se con 49 mila euro, e un totale di 483 mila, e batte così sia "Evangelion 3.0”, 47 mila euro, sia “Minions 2”, ormai sceso a 45 mila euro, ma con un totale di 12, 7 milioni di euro.

     

    Tra gli altri film veneziani, si nota che “Margini” di Niccolò Falsetti è ottavo con 5.763 euro e il giallo tratto da un romanzo di Jo Nesbo “The Hanging Sun” di Francesco Carrozzini con Alessandro Borghi, il film che ha chiuso il Festival, è nono con 5.750 euro. Non un grande esordio.

    MATT SMITH - HOUSE OF THE DRAGON MATT SMITH - HOUSE OF THE DRAGON

     

    Io ieri sera, mi sono visto con grande piacere la quarta puntata di “House of the Dragon”, dove finalmente ci sono un po’ di orgette e di sesso, visto che il cattivo zio Daemon di Matt Smith ha la buona idea di portare la nipotina, nonché futura regina, Rhaneyra, la buffa, accattivante Emma D’Arcy, vera protagonista della serie, a visitare i postriboli della città. E le spiega cosa è il piacere. Finalmente.

    house of the dragon house of the dragon

     

    Mi sono anche visto, alla faccia degli incontri Meloni/Letta e dei funerali e delle successioni dei Reali Inglesi (basta!), le prime due favolose puntate di “Pistol”, la miniserie dedicata ai Sex Pistols e alla costruzione del gruppo fatta da Malcolm McLaren e Vivienne Westwood.

     

    Regia di Danny Boyle, una garanzia, e sceneggiatura firmata da Craig Pearca a partire dal libro di memoir di Steve Jones, chitarrista del gruppo, qui interpretato da Toby Wallace.

     

     

    pistol 3 pistol 3

    Ma sono giovani e bravissimi tutti, dal John Lydon di Anson Boon al Sid Vicious di Louis Partridge, dal Malcolm McLaren di Thomas Brodie-Sangster alla Talulah Riley di Vivienne Westwood.

     

    Nelle prime due puntate, costruite quasi interamente sulla figura di Steve Jones, in attesa dell’arrivo di Sid Vicious e di Nancy, che è Emma Appleton, Danny Boyle racconta la storia del gruppo partendo dalla Londra del tempo, stramontando il tutto con footage d’epoca, video, apparizioni tv, con David Bowie ovunque e un controllo sulla musica di rara efficacia che ci ha fatto sobbalzare sul divano.

     

     

    pistol 2 pistol 2

    Ricostruisce perfettamente il negozietto di Vivienne Westwood e la figura davvero importante per la cultura inglese di Malcolm McLaren. Possiamo fare la stessa cosa in Italia? Madeche? E su chi lo fai? Sui Pooh? Su Claudio Baglioni? Magari un Vasco Story…

    pistol pistol margini di niccolo falsetti 6 margini di niccolo falsetti 6 margini di niccolo falsetti 1 margini di niccolo falsetti 1 margini di niccolo falsetti 7 margini di niccolo falsetti 7 il signore delle formiche il signore delle formiche house of the dragon 1 house of the dragon 1 pistol pistol

    Guarda la fotogallery


    ultime notizie