• Dagospia

    VAFFANBANKA! - IL GOVERNO SALVA LA POPOLARE DI BARI - L’ISTITUTO DEVE TAPPARE UN BUCO DA MEZZO MILIARDO DI EURO E LO FA CON L’AIUTO PUBBLICO - UN SUPER SCONTO FISCALE FACILITERÀ L’AGGREGAZIONE FRA SEI MINIBANK DEL SUD - OGGI ASSEMBLEA THRILLING NEL CAPOLUOGO PUGLIESE CHE SEGNERÀ L’USCITA DI SCENA DOPO TRENT’ANNI DELLA FAMIGLIA IACOBINI - BANKITALIA PROVA A FARE LA REGIA CON LA BENEDIZIONE DI SILEONI DELLA FABI


     
    Guarda la fotogallery

    (ANSA) -  Una perdita di 420,2 milioni di euro sul bilancio 2018 da approvare e il nodo del rinnovo della governance da sciogliere. Sono i punti principali che l'assemblea della Popolare di Bari si trova ad affrontare oggi nel capoluogo pugliese. Sullo sfondo le prospettive di aggregazione delle banche del Sud, in modo da utilizzare gli incentivi previsti dal Dl crescita.

    BANCA POPOLARE DI BARI BANCA POPOLARE DI BARI

     

    Proprio in attesa della conversione in legge del decreto, l'assemblea dei soci, inizialmente convocata a meta' luglio, era stata spostata. Una norma ad hoc inserita nell'iter parlamentare del provvedimento consente alle banche del Centro Sud di trasferire, in caso di fusioni, le attivita' fiscali differite (Dta) ai soggetti derivanti dalle aggregazioni, trasformandole in credito d'imposta fino a un massimo di 500 milioni per ciascun soggetto. Fatto che non potrebbe comunque evitare alla Popolare di Bari di proseguire sul risanamento del bilancio, portando avanti le cessioni degli Npl, cedendo la Cr Orvieto e rafforzando il capitale.

     

    SILEONI FABI SILEONI FABI

    Tra le aggregazioni possibili si parla in primis di Popolare di Puglia e Basilicata, ma anche di Popolare del Lazio e di Banca del Credito popolare di Torre del Greco. Per la governance sono in scadenza quattro consiglieri, Modestino di Taranto, Francesco Viti, Luca Montrone, Francesco Pignataro, per cui il Cda ha reso noto di avere approvato una lista di sei candidati, senza fornirne i nomi, ed e' atteso il rinnovo del collegio sindacale. Ci sarebbe comunque in gioco anche la presidenza, nonostante Marco Jacobini scada solo il prossimo anno e non sembri intenzionato a lasciare.

    BANCA POPOLARE DI BARI BANCA POPOLARE DI BARI

     

    Circolate voci su Giulio Sapelli come sostituto, l'economista non sarebbe esplicitamente sostenuto dalla Vigilanza. Bankitalia, che da tempo sprona gli istituti di credito a fusioni per guadagnare in solidita', avrebbe chiesto pero' discontinuita'. Se gli azionisti, per cui e' stato sottoscritto un protocollo di conciliazione con un plafond di 3,5 milioni, protestano perche' non riescono a liquidare le azioni, non rischiano i dipendenti.

     

    sapelli sapelli

    "Sappiamo perfettamente che c'e' la supervisione della Banca d'Italia, quindi, al di la' della situazione complessiva, ci tranquillizza questo monitoraggio quotidiano" afferma Lando Sileoni, segretario generale della Fabi. Se poi diventera' concreto - aggiunge - il progetto di Bankitalia di cui gira voce da molto tempo, della creazione entro fine anno di una super-holding con piccole e medie popolari del Centro e del sud, ci sara' anche una risposta politica".

    Guarda la fotogallery
    ultime notizie