• Dagospia

    MIAO, T'HO CONTAGIAO! – UNA PESSIMA NOTIZIA PER CHI HA UN FELINO IN CASA: PER LA PRIMA VOLTA È STATO ACCERTATO IL CASO DI UN GATTO CHE HA TRASMESSO IL CORONAVIRUS A UN ESSERE UMANO – LO CERTIFICA UN TEAM SCIENTIFICO DELLA THAILANDIA – GLI ESPERTI PERO' RASSICURANO: IL RISCHIO DI TRASMISSIONE DEL COVID RESTA BASSO. MA CONSIDERANDO CHE I GATTI DOMESTICI IN ITALIANA SONO 7,5 MILIONI C’È POCO DA STARE TRANQUILLI...


     
    Guarda la fotogallery

    Da www.blitzquotidiano.it

     

    gatto con il covid gatto con il covid

    Un gatto ha trasmesso il Covid ad un essere umano. A certificare il salto di specie è stato un team scientifico della Thailandia che ha pubblicato su Emerging Infectious Diseases uno studio in cui  emergono “solide evidenze” del passaggio del virus Sars-Cov2, da un gatto a una persona.

     

    Gatto avrebbe attaccato il Covid ad una veterinaria

    La persona che sarebbe stata infettata è una veterinaria. “Sapevamo da due anni che era una delle possibilità” ha commentato su Nature Angela Bosco-Lauth, una scienziata della Colorado State University.

     

    gatti e covid gatti e covid

    Che i gatti potessero prendersi il virus senza sviluppare particolari problemi era già noto. Vi erano stati anche dei casi sospetti di salto di specie in vari allevamenti tra l’Europa e l’America specialmente tra i visoni.

     

    Il gatto tra gli animali è un veicolo, ma il rischio resta basso

    Era noto anche che i gatti si passassero il Covid tra di loro. Il salto di specie verso l’uomo cambia però le prospettive: il gatto entra così tra le specie che possono fare da veicolo di trasmissione. Vista l’enorme diffusione dei gatti potrebbe diventare un problema.

     

    Gatto Gatto

    A rassicurare sono però gli esperti che spiegano che il livello di rischio di contagio gatto – uomo resta molto basso.

     

    Il felino ha starnutito in faccia alla veterinaria

    Nel caso studiato dal team, i dubbi sembrano essere davvero pochi. Una famiglia che si era ammalata di Covid19 ha portato il gatto dalla propria veterinaria.

     

    L’animale le ha starnutito in faccia e dopo tre giorni lo stesso medico ha sviluppato la malattia. Nessuno del suo cerchio di familiari, amici e colleghi era stato però colpito dalla malattia. E infatti dalle analisi si è poi scoperto che la malattia che aveva sviluppato la donna era la stessa che risultava nel gatto.

    laboratorio di ricerca laboratorio di ricerca covid covid vaccino vaccino ospedali covid 6 ospedali covid 6 ospedali covid 4 ospedali covid 4 ospedali covid 2 ospedali covid 2 gatti gatti

    Guarda la fotogallery


    ultime notizie