• Dagospia

    MA CHI LO VUOLE ‘STO EUROVISION? – L’EDIZIONE 2022 COSTERÀ QUASI DIECI MILIONI DI EURO, DI CUI LA METÀ RICADRANNO SULLE TASCHE DEL COMUNE DI TORINO: PER IL NOLEGGIO E LA GESTIONE DEL PALA ALPITOUR CI VOGLIONO POCO PIÙ DI 1,4 MILIONI DI EURO. POI ALTRI 6 MILIONI PER NOLEGGI, IMPIANTI, LOGISTICA E SICUREZZA – TRA PROMOZIONE, SPESE VARIE E AVARIATE SI ARRIVA A 8,5 MILIONI DI EURO AI QUALI VANNO AGGIUNTI 1,25 MILIONI DA SGANCIARE ALLA RAI. MA NE VALEVA LA PENA?


     
    Guarda la fotogallery

    Bernardo Basilici e Menini Leonardo Di Paco per “La Stampa”

     

    maneskin vincono eurovision maneskin vincono eurovision

    Quasi dieci milioni di euro. Ecco quanto costerà l'edizione 2022 dell'Eurovision a Torino. Ci sono le spese per gli allestimenti, la promozione, servizi accessori, trasporti, soldi da dare alla Rai. Totale: 9 milioni e 750 mila euro. Risorse che per circa una metà peseranno sulle casse di Palazzo civico, mentre per la restante parte è stato chiesto aiuto a Regione ed enti privati. Per il noleggio e la gestione del Pala Alpitour ci vogliono poco più di 1,4 milioni di euro. Poi altri 3 milioni per «approntamenti, noleggi, impianti, segnaletica e strutture provvisorie», si legge in un documento interno al Comune.

     

    Quindi i servizi all'aeroporto, i trasporti la logistica: 1,4 milioni di euro, mentre per la sicurezza e la prevenzione sono 1,5. La voce promozione e comunicazione pesa per 450 mila euro, mentre 550 mila servono per l'utilizzo di altre strutture, come i tendoni e la Piscina Monumentale. Altri 100 mila per eventi collegati e spese varie. Totale 8,5 milioni di euro. A cui va aggiunto il «contributo di partecipazione a favore della Rai pari a un valore di 1,25 milioni di euro - stabilito in fase di trattativa con la televisione di Stato - che porta il totale appunto a quasi una decina di milioni.

    torino torino

     

    Fra le clausole del contratto, a oggi ancora una bozza, oltre agli impegni economici sono contenuti tutte una serie di requisiti, parecchio rigidi, decisi dall'Ebu, l'unione europea di radiodiffusione, che associa diversi operatori pubblici e privati del settore. In parole povere si tratta dell'ente che organizza l'Eurovision e che, in passato, si è occupato di Giochi senza frontiere. Prendiamo il Pala Alpitour - che sul sito già annuncia la prossima apertura della vendita dei biglietti - dovrà avere come minimo 8 mila posti a sedere più altri duemila in piedi: si ragiona a piena capienza.

     

    maneskin vincono eurovision maneskin vincono eurovision

    Come nelle edizioni precedenti dovrà essere allestita anche una «green room» da 300 posti, ovvero uno spazio aggiuntivo a ridosso del palco, parte integrante della scenografia, dove stazioneranno gli artisti e le delegazioni durante gli spettacoli. E poi un centro dedicato alla stampa da 500 posti, camerini, aree relax e così via. Capitolo risorse: chi le metterà? La Regione spenderà 2 milioni di euro. Compagnia di San Paolo, Camera di Commercio e Iren contribuiranno con mezzo milione a testa. Crt, invece, investirà 250 mila euro.

    torino torino

     

    Il resto (oltre cinque milioni) è tutto sulle spalle del Comune di Torino, che spalmerà la spesa sui bilanci 2021 e 2022, e nel frattempo chiederà una fideiussione. Ma non si tratta di una spesa eccessiva per casse municipali? Le difficoltà di bilancio sono senz' altro da tenere in considerazione. Ma, dall'altro lato, gli organizzatori delle ultime edizioni hanno speso ben di più. Il costo complessivo per l'Eurovision 2019 a Tel Aviv, ad esempio, è stato di 28,5 milioni di euro, 23 milioni per Lisbona nel 2017, Kiev 27 milioni (6,5 dei quali a carico del Comune), Stoccolma 2016 13 milioni (11 del Comune).

     

    manizha dalerovna sangin concorrente russa eurovision 2021 manizha dalerovna sangin concorrente russa eurovision 2021

    E in passato si sono toccati anche i 60 milioni di euro. Intanto ieri pomeriggio si è riunito per l'ultima volta, prima del ballottaggio, il consiglio comunale targato Movimento Cinquestelle. All'ordine del giorno una variazione di bilancio per permettere lo svolgimento in città della manifestazione canora. La delibera, che prevede lo stanziamento di un fondo di 5 milioni di euro per un periodo limitato di tempo, derivante da recuperi di fondi del bilancio comunale, per garanzie bancarie richieste dalla Rai, è stata approvata con 32 voti favorevoli, due astenuti e nessun contrario.

    mahmood eurovision mahmood eurovision i maneskin vincono l eurovision 2021 i maneskin vincono l eurovision 2021 eurovision song contest 1 eurovision song contest 1 eurovision 2019 32 eurovision 2019 32 eurovision 2019 22 eurovision 2019 22 eurovision 2019 21 eurovision 2019 21 pubblico all eurovision pubblico all eurovision i maneskin vincono l eurovision 2021 1 i maneskin vincono l eurovision 2021 1

    Guarda la fotogallery


    ultime notizie