• Dagospia

    IN NINO VERITAS: "MONZON? ANDARE A TROVARLO IN CARCERE FU IMPORTANTE PER ME: VI RACCONTO IL MOTIVO – IL 2 VOLTE CAMPIONE DEL MONDO BENVENUTI A RADIO2: NON ERAVAMO AMICI. LUI CON ME NON SI E' COMPORTATO BENISSIMO. PRIMA DI SALIRE SUL RING PARLAVO SEMPRE CON…” – VIDEO


     
    Guarda la fotogallery

     

    Da I lunatici Radio2 https://www.raiplayradio.it/programmi/ilunatici/

     

    MONZON BENVENUTI MONZON BENVENUTI

    Nino Benvenuti è intervenuto ai microfoni di Rai Radio2 nel corso del format "I Lunatici", condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, in diretta dal lunedì al venerdì dalla mezzanotte e trenta alle sei del mattino.

     

    Benvenuti ha raccontato alcune cose di se: "Prima di salire sul ring io parlavo con mia madre, perché sapevo che soffriva per il mio incontro imminente. Volevo rasserenarla, era una madre con la M maiuscola. Era straordinaria. Anche quando se ne è andata, è rimasta parte importante della mia potenzialità pugilistica. Mi faceva sentire tranquillo, mi dava energie che andavano oltre alla palestra, agli allenamenti, alle difficoltà di un incontro. Sono nato fortunato.

     

    Mi sono reso conto che mia madre mi seguiva e io la interpellavo. E lei mi era vicina, sempre. Anche da lassù. Sono sicuro che anche adesso mi sta ascoltando e che io ho goduto di benefici che altri non hanno avuto. Sono un credente, un cristiano, cattolico. Ho goduto di quelle cose che altri non possono avere anche perché non tutti hanno ricevuto la mia educazione. Mi sono scelto i genitori giusti".

     

    BENVENUTI MONZON BENVENUTI MONZON

    Ancora il due volte campione del mondo: "Carlos Monzon? Andare a trovarlo in carcere fu importante per me. Era un grande campione e io ho rispetto dei campioni contro cui ho combattuto e che mi hanno impegnato.

     

    Il pugilato è uno sport di confronto personale. Ho avuto un rapporto che non si può dire essere stato un rapporto amichevole, ma io lo vedo dal punto di vista, il rapporto personale mio con Monzon ha soddisfatto me. Mi sento soddisfatto di essere stato battuto da uno che penso sia stato un grande, grande, grande campione. Lui era un grande campione, ma sul piano personale, del rapporto che può esserci tra due persone che anno un passato entrambi di grande rispetto, io lo riconosco, sono soddisfatto di quello che ho fatto". 

     

    Di nuovo su Monzon: "Un grandissimo campione, un personaggio molto strano, non c'erano possibilità di colloquio, di intesa. Aveva molta stima di me, mi rispettava. Sull'aspetto personale, con me, non si è comportato benissimo. E' un carattere così". 

    BENVENUTI MONZON BENVENUTI MONZON BENVENUTI MONZON BENVENUTI MONZON Monzon Benvenuti Monzon Benvenuti

     

    Guarda la fotogallery
    ultime notizie