• Dagospia

    A VERONA E' FAIDA TRA TONACHE! - DON MARCO CAMPEDELLI, CHE AVEVA CRITICATO APERTAMENTE IL VESCOVO DI VERONA ZENTI PER LA LETTERA ANTI-GENDER IN PIENA CAMPAGNA ELETTORALE (CHE ERA UN ASSIST AL CANDIDATO DI CENTRODESTRA SBOARINA), È STATO SOSPESO DALL'INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE IN UN LICEO - DALLA CURIA NEGANO CHE SI SIA TRATTATO DI UN LICENZIAMENTO PUNITIVO MA...


     
    Guarda la fotogallery

    don marco campedelli don marco campedelli

    Davide Orsato per il “Corriere della Sera”

     

    Se non li avesse ideati per uno scopo più spirituale, quello di diffondere in modo accessibile a tutti il messaggio evangelico, servirebbero i burattini di don Marco Campedelli, quelli con cui è solito girare per i teatri (non solo parrocchiali) per raccontare quello che è successo nelle ultime settimane tra le stanze della Curia e le canoniche delle diocesi di Verona.

     

    don marco campedelli 2 don marco campedelli 2

    L'ultimo atto: una telefonata, giunta da parte di un sacerdote vicino al vescovo Giuseppe Zenti, con cui è stato comunicato a don Campedelli, da 22 anni professore di religione cattolica al liceo Maffei di Verona, la sospensione dall'insegnamento.

     

    Sembrerebbe una questione «tra preti», ma non è così: don Campedelli è la stessa persona che poco più di una settimana fa ha scritto una lettera aperta, diffusa sul sito adista.it, in cui criticava fortemente un'altra lettera, quella firmata da monsignor Zenti che invitava i sacerdoti a riflettere in vista del voto al ballottaggio.

     

    don marco campedelli3 don marco campedelli3

    E che conteneva un passaggio che è stato letto da molti come un «assist» al candidato di FdI, Federico Sboarina: «Valutate quali sensibilità e attenzioni sono riservate alla famiglia voluta da Dio e non alterata dall'ideologia gender». Un passaggio su cui l'ex primo cittadino ha puntato particolarmente negli ultimi giorni della campagna.

     

    La lettera ha fatto il giro d'Italia. E anche la risposta ha fatto molto rumore. Come se non bastasse, il tutto è arrivato dopo un acceso confronto «di persona» tra don Campedelli e monsignor Zenti davanti agli insegnanti dello Studio teologico San Zeno. Sì, perché il prete-burattinaio può ancora insegnare (tra i suoi corsi «Poetiche della narrazione») a futuri sacerdoti e docenti di religioni, ma non ai liceali.

     

    monsignor zenti damiano tommaso monsignor zenti damiano tommaso

    Le persone a lui vicine hanno parlato di «licenziamento» vero e proprio. Ma a negare è il direttore dell'Ufficio per la pastorale scolastica, Don Domenico Consolini: «Campedelli è ancora in servizio, non c'è stato alcun "siluramento" e ad assumere e licenziare non è il vescovo ma l'autorità scolastica. Rassicuriamo gli insegnanti di religione: non è in corso alcuna deriva gestionale nei loro confronti».

     

    La questione fa discutere. E viste anche le tempistiche: ad ore è attesa la nomina del successore di monsignor Zenti (dimissionario per raggiunti limiti d'età) che, salvo clamorose sorprese, sarà l'attuale vescovo di Rieti, monsignor Domenico Pompili. A scontrarsi le anime conservatrici e progressiste del clero veronese che va avanti da tempo.

    damiano tommasi sindaco di verona 2 damiano tommasi sindaco di verona 2

     

    Mentre gli allievi di don Marco, così come i colleghi insegnanti annunciano iniziative di solidarietà, prende posizione anche il teologo Vito Mancuso: «Serve una seria riflessione sull'insegnamento della religione nelle nostre scuole. Don Marco ha subito un'ingiustizia».

    vito mancuso foto di bacco (3) vito mancuso foto di bacco (3)

    damiano tommasi sindaco di verona 3 damiano tommasi sindaco di verona 3 GIUSEPPE ZENTI GIUSEPPE ZENTI GIUSEPPE ZENTI GIUSEPPE ZENTI damiano tommasi 13 damiano tommasi 13 damiano tommasi 7 damiano tommasi 7

    Guarda la fotogallery


    ultime notizie