• Dagospia

    HEAVY META - PER LA PRIMA VOLTA NELLA SUA STORIA, LA SOCIETÀ MADRE DI FACEBOOK HA REGISTRATO UN CALO NEI RICAVI: 28,82 MILIARDI DI DOLLARI RISPETTO AI 28,94 ATTESI NEL SECONDO TRIMESTRE - ZUCKERBERG PROVA A "TIKTOKIZZARE" INSTAGRAM MA NON FUNZIONA: SCENDONO ANCHE IL NUMERO DEGLI UTENTI ATTIVI AL MESE E IL MARGINE DI RICAVO - E IL TITOLO CROLLA A WALL STREET


     
    Guarda la fotogallery

    meta 1 meta 1

    1. META GIÙ A WALL STREET CON PRIMO CALO RICAVI, -7,72%

    (ANSA) - NEW YORK, 28 LUG - Meta in forte calo a Wall Street dopo la trimestrale che ha evidenziato il primo calo dei ricavi nella storia della società di Mark Zuckerberg. I titoli di Meta perdono il 7,72%.

     

    2. MENO INCASSI LA PRIMA VOLTA DI FACEBOOK

    Massimo Basile per “la Repubblica”

     

    Per la prima volta nella sua storia Meta, "genitore" di Facebook, ha registrato un calo nei ricavi: 28,82 miliardi di dollari rispetto ai 28,94 attesi nel secondo trimestre. Ma non è tutto: segno meno anche per il numero degli utenti attivi al mese, 2,93 miliardi rispetto ai 2,94 messi in preventivo.

     

    MARK ZUCKERBERG MARK ZUCKERBERG

    Si è ridotto anche il margine di ricavo su ogni utente, 9,82 dollari contro i 9,83 previsti. Nel secondo trimestre i ricavi hanno perso l'uno per cento rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Dall'inizio del 2022 Meta ha perso quasi il cinquanta per cento di valore delle sue azioni, finendo per diffondere un certo allarme tra gli investitori, preoccupati sul reale stato di salute della piattaforma e per la concorrenza di altre piattaforme come TikTok.

     

    meta 2 meta 2

    Le previsioni per il terzo trimestre, secondo Meta, parlano di una "continuazione della debole domanda di pubblicità che abbiamo sperimentato per tutto il secondo trimestre, e che riteniamo causato dall'incertezza a livello macroeconomico". I ricavi dovrebbero registrare un ulteriore calo di almeno il due per cento, in linea con quanto fatto da altri giganti del settore come Snap e Twitter che hanno riportato risultati deludenti. Si parla di un range da 26 a 28,5 miliardi, ben al di sotto dei 30,4 attesi.

    meta 3 meta 3

     

    3. FACEBOOK CAMBIA FLUSSO DI POST CON PIÙ CONTENUTI DA ESTRANEI

    (ANSA) - Il CEO di Meta-Facebook, Mark Zuckerberg, ha affermato che entro la fine del 2023 la società raddoppierà la quantità di contenuti che mostrano gli account suggeriti tra le bacheche di Facebook e Instagram. L'idea, seppur non dichiarata, è quella di smuovere la community e favorire nuove connessioni. Proprio Zuckerberg ha ricordato come le raccomandazioni di post che provengono da estranei, foto, testi e video, e di amici da aggiungere, rappresentino circa il 15% della media di quanto un iscritto vede su Facebook. Percentuale che è leggermente più alta su Instagram.

     

    meta 4 meta 4

    La spinta, che Zuckerberg indica con il termine "Discovery Engine", è molto vicina a quanto già fa la concorrenza tramite l'uso dell'Intelligenza Artificiale sia per l'organizzazione dei feed di notizie che per gli utenti raccomandati. Un approccio che ha reso TikTok una delle app più utilizzate al mondo, generando un mercato del tutto nuovo e inesplorato. Durante l'incontro sugli utili del secondo trimestre di Meta, Zuckerberg ha spiegato: "Visto che l'Intelligenza Artificiale trova contenuti aggiuntivi che le persone ritengono interessanti, questo aumenta il coinvolgimento e la qualità dei nostri feed".

     

    meta 5 meta 5

    Ha sottolineato dunque che Meta utilizzerà l'IA per consigliare tutti i contenuti che le persone condividono pubblicamente sul suo servizio, come collegamenti o foto. L'ultimo grande cambiamento di Facebook nel modo in cui consiglia i contenuti è stato nel 2018, quando Zuckerberg ha annunciato una strategia incentrata sull'incoraggiamento delle "interazioni sociali significative" tra amici nel feed delle notizie.

     

    meta 6 meta 6

    Quando è stato introdotto, il manager aveva previsto che la novità avrebbe portato ad una diminuzione del tempo trascorso sul social network ma avrebbe fatto sentire meglio gli utenti. "La ricerca mostra che quando utilizziamo i social media per connetterci con le persone a cui teniamo, può essere positivo per il nostro benessere" le sue parole quattro anni fa.

    ARTICOLI CORRELATI

    meta 7 meta 7

    Guarda la fotogallery


    ultime notizie