• Dagospia

    A VOLO D'UCCELLO - PERCHÉ NEGLI STATI UNITI MOLTI AEREI CONTINUANO A VOLARE, MEZZI VUOTI? IN CAMBIO DEGLI AIUTI DEL GOVERNO LE COMPAGNIE SONO OBBLIGATE A UN LIVELLO MINIMO DI SERVIZIO. IN PIÙ COSTA MENO FAR VOLARE CHE TENERE GLI AEREI PARCHEGGIATI – RYANAIR: “I VOLI RIEMPITI AL 66%? UN’IDEA IDIOTA CHE IN OGNI CASO NON DAREBBE RISULTATI, SAREBBE IMPOSSIBILE GUADAGNARE DENARO…”


     
    Guarda la fotogallery

     

     

    1 – RYANAIR: “IMPOSSIBILE TORNARE A VOLARE CON LE MISURE DI DISTANZIAMENTO SUGLI AEREI”

    Da www.lastampa.it

    aereo air france pieno nonostante il coronavirus 3 aereo air france pieno nonostante il coronavirus 3

     

    La Fase 2 della pandemia da coronavirus, allo studio in tutti i Paesi del mondo, non vedrà tra i suoi attori Ryanair. La compagnia aerea low cost, infatti, annuncia che non tornerà a volare se sarà obbligata a tenere i sedili di mezzo vuoti per mantenere le distanze di sicurezza contro il coronavirus.

     

    Intervistato dal Financial Times, il proprietario della compagnia irlandese, Michael O'Leary, ha sottolineato che «sarebbe impossibile guadagnare denaro con un tasso di riempimento del 66%». Secondo O'Leary, si tratterebbe di «un'idea idiota che in ogni caso non darebbe alcun risultato».

    aeroporti e coronavirus 2 aeroporti e coronavirus 2

     

    Al di là del caso specifico, negli ultimi giorni sono stati in molti a sollevare il tema della sostenibilità delle imprese economiche alle prese con le restrizioni imposte dal distanziamento da coronavirus. Il rischio, osservano, è un’impennata dei prezzi in particolare nei sottori della ristorazione e delle mobilità.

     

    michael o'leary michael o'leary

    Proprio per scongiurare questo scenario, assoaeroporti chiede al governo misure immediate a sostegno della filiera. «Nel solo mese di marzo – si legge in una nota - gli aeroporti italiani hanno perso oltre 11,5 milioni di passeggeri con una flessione del traffico che, da alcune settimane, si è assestata complessivamente ad un sostanziale -100%», in pratica si è azzerato. Il settore ha già messo in cassa integrazione oltre 10.000 lavoratori (il 95% dei dipendenti) e prevede un calo di fatturato di circa 1,6 miliardi di euro.

    boeing ryanair boeing ryanair

     

    2 – AEREI VUOTI CHE CONTINUANO A VOLARE

    Articolo del “Guardian” – dalla rassegna stampa estera di “Epr comunicazione”

     

    termoscanner aeroporto 4 termoscanner aeroporto 4

    Un fenomeno insolito si sta verificando nei cieli americani, scrive The Guardian: aerei quasi vuoti che comunque sia continuano a  olare. Le diffuse restrizioni di viaggio in tutto il mondo hanno ridotto la domanda di viaggi aerei, con più di otto voli su dieci cancellati. Ma c'è una disparità negli Stati Uniti - mentre la Transportation Security Administration (TSA) ha riportato un calo del 96% nel volume dei passeggeri, a un livello che non si vedeva dal 1954, questo non è stato compensato dal numero di voli cancellati.

    volo ryanair da incubo 2 volo ryanair da incubo 2

     

    aeroporto pechino 3 aeroporto pechino 3

    Solo poco più della metà dei voli all'interno degli Stati Uniti sono stati cancellati, il che ha portato a una serie di voli quasi vuoti. Meno di un posto su 10 sui voli nazionali è stato occupato da passeggeri la scorsa settimana, secondo una stima di Dan Rutherford, direttore dell'aviazione dell'International Council on Clean Transportation. Questa situazione sta portando a un "enorme spreco ambientale", ha detto Rutherford, poiché gli aerei bruciano enormi quantità di carburante per trasportare solo una manciata di persone in giro per l'America.

     

    aeroporto linate – coronavirus aeroporto linate – coronavirus

    L'industria aeronautica è responsabile di circa il 2% delle emissioni globali di carbonio, anche se questo si concentra nella piccola frazione della popolazione mondiale che vola regolarmente. La riduzione dei voli dovrebbe ridurre i livelli di inquinamento, con un calo delle emissioni del settore di quasi un terzo lo scorso mese, ha riferito il Financial Times.

     

    MICHAEL O LEARY RYANAIR OLEARY MICHAEL O LEARY RYANAIR OLEARY

    Tuttavia, il numero di passeggeri potrebbe riprendersi rapidamente dopo la fine della crisi della Covid-19. "Ovviamente ci sono dei cali quando ci sono alle recessioni, ma entro due o tre anni si ristabilizzerà", ha detto Rutherford. "Immagino che i viaggi di piacere si riprenderanno abbastanza velocemente”. L'industria aerea statunitense ha ricevuto 25 miliardi di dollari di assistenza nel recente pacchetto di stimolo per far fronte alla forte contrazione degli affari. In cambio, le compagnie aeree sono tenute a mantenere un certo livello di servizio, che porta ai voli quasi vuoti.

     

    coronavirus, passeggeri negli aeroporti inglesi 1 coronavirus, passeggeri negli aeroporti inglesi 1

    L'economia della gestione di una compagnia aerea poi risponde a determinate logiche, in quanto può essere a volte più economico far volare un aereo di linea commerciale verso una destinazione pianificata piuttosto che pagare un posto per parcheggiarlo. Secondo Airlines for America, più di un terzo della flotta statunitense, circa 2.400 aerei, è stato messo a terra, con le compagnie aeree che bruciano in contanti più di 10 miliardi di dollari al mese come cancellazioni che "superano di gran lunga" le nuove prenotazioni. Gli aerei sono passati da "fattori di carico" dell'80% a gennaio ad appena l'11% ad aprile.

    emergenza coronavirus aeroporto malpensa 1 emergenza coronavirus aeroporto malpensa 1 termoscanner aeroporto 6 termoscanner aeroporto 6 un infetto dal coronavirus in un aeroporto cinese un infetto dal coronavirus in un aeroporto cinese termoscanner aeroporto termoscanner aeroporto termoscanner aeroporto 7 termoscanner aeroporto 7 coronavirus in aeroporto coronavirus in aeroporto coronavirus, passeggeri negli aeroporti inglesi 4 coronavirus, passeggeri negli aeroporti inglesi 4

    Guarda la fotogallery


    ultime notizie