• Dagospia

    SPREAD DELLE MIE BRAME: IL MERCATO BRINDA AL CONTE BIS, IL DIFFERENZIALE TRA TITOLI DI STATO ITALIANI E TEDESCHI SCENDE SOTTO I 150 PUNTI DOPO IL VIA LIBERA SU ROUSSEAU AL GOVERNO M5S-PD - LA SCONFITTA DI BORIS JOHNSON NEL REGNO UNITO DÀ FIATO ALLE BORSE EUROPEE NONOSTANTE I NUOVI  RISCHI EMERSI PER LA CRESCITA USA…


     
    Guarda la fotogallery

    Da repubblica.it

     

    NICOLA ZINGARETTI LUIGI DI MAIO GIUSEPPE CONTE SERGIO MATTARELLA NICOLA ZINGARETTI LUIGI DI MAIO GIUSEPPE CONTE SERGIO MATTARELLA

    Calda accoglienza sul mercato per il via libera arrivato ieri sera dal voto favorevole degli iscritti alla piattaforma Rousseau al governo M5s-Pd guidato ancora da Giuseppe Conte. Lo spread segna in mattinata un nuovo minimo e scende sotto quota 150 punti con il rendimento del titolo decennale allo 0,82%.

     

    In generale si profila comunque una giornata positiva per le Borse europee, incoraggiate dalla sconfitta in Regno Unito per il premier britannico Boris Johnson, che ha perso la maggioranza in Parlamento, con lo scenario di una Brexit senza accordo che a questo punto sembra allontanarsi. I future sugli indici europei indicano una partenza in buon rialzo per tutte le piazze finanziarie.

    giuseppe conte riceve l'incarico per la formazione del suo secondo governo 4 giuseppe conte riceve l'incarico per la formazione del suo secondo governo 4

     

     

     

    Schiarite per gli investitori che compensano in parte i segnali poco incoraggianti arrivati ieri dall'economia Usa, con l'indice Ism manifatturiero, il sondaggio condotto tra i direttori degli acquisti delle grandi industrie, che per la prima volta da 3 anni è risultatato sotto la soglia psicologica dei 50 punti e quindi in contrazione.

     

    Tra le valute l'euro risale lievemente ma si mantiene sotto quota 1,10 dollari, a 1,0975. Riguadagna terreno la sterlina: dopo avere toccato i minimi da tre anni oggi risale a  1,211 dollari.

     

    Il ritorno del Bisconte Il ritorno del Bisconte

    In ripresa infine tra le commodities il prezzo del petrolio. Il greggio Wti, che nella serata di ieri aveva registrato un calo del 2%, scendendo appena sotto la soglia dei 54 dollari, si è portato a 54,14 dollari al barile, con un guadagno di 20 centesimi. Il Brent quotato a Londra è salito a 58,38 dollari (+21 centesimi).

    boris johnson alla camera dei comuni boris johnson alla camera dei comuni giuseppe conte riceve l'incarico per la formazione del suo secondo governo 5 giuseppe conte riceve l'incarico per la formazione del suo secondo governo 5

    Guarda la fotogallery
    ultime notizie