• Dagospia

    TOLLERANZA ZINGARA - IL SINDACO LEGHISTA DI UN PAESETTO ALLE PORTE DI TREVISO PROVA A FAR SPOSTARE UN GRUPPO DI NOMADI DALL'AREA ABUSIVAMENTE OCCUPATA MA VIENE MASSACRATO DI BOTTE - CON L'UNICO AGENTE DELLA MUNICIPALE IN FERIE IL PRIMO CITTADINO È INTERVENUTO DI PERSONA PER ALLONTANARE I NOMADI MA LA TRATTATIVA È FINITA MALE E LUI ALL'OSPEDALE - NON ERA LA PRIMA VOLTA CHE ...


     
    Guarda la fotogallery

    Da "www.trevisotoday.it"

     

    gianni precoma 5 gianni precoma 5

    Un venerdì sera totalmente da dimenticare in fretta per il sindaco di Caerano San Marco, Gianni Precoma. Il primo cittadino, infatti, è stato selvaggiamente aggredito da una famiglia di nomadi in via dell'Artigianato, costringendolo poi a recarsi al pronto soccorso dell'ospedale di Montebelluna a causa delle vaste ferite al volto riportate.

     

    campo rom 2 campo rom 2

    Precoma si era recato in zona per cercare di far spostare un nucleo familiare ormai noto alle forze dell'ordine e che da giorni stanzia abusivamente all'interno del territorio comunale, prima nel prato presente in via Lepanto (da cui si era spostato, dopo numerose lamentele dei residenti, nel pomeriggio di venerdì) e poi, successivamente alle prime rimostranze del sindaco, in via dell'Artigianato. In assenza però dell'unico vigile comunale, attualmente in ferie, Precoma ha cercato in prima persona di trovare una soluzione con i nomadi, stabiliti con un camper e una Fiat Punto, ma in risposta è stato aggredito.

     

    gianni precoma 2 gianni precoma 2

    Fortunatamente le lesioni riportate non sono gravi, ma in ogni caso già nella giornata di sabato il sindaco si recherà dai carabinieri per sporgere denuncia.

     

    LE PAROLE DEL GOVERNATORE ZAIA:

    “È allucinante che un sindaco di quelli che ama la propria terra, il decoro urbano e vuole tutelare i suoi cittadini, intervenuto soltanto per far osservare leggi e regolamenti, venga pestato brutalmente a sangue.

    zaia precoma zaia precoma

     

    Solidarietà assoluta e fraterna al sindaco Gianni Precoma, 'colpevole' di aver fatto il bravo amministratore. I cittadini onesti e tutti gli amministratori del Veneto si stringono a te”. Questa la reazione del presidente della Regione Luca Zaia all’aggressione subita dal primo cittadino di Caerano San Marco, intervenuto in prima persona per liberare un’area da un insediamento abusivo.

    campo rom 1 campo rom 1

     

    “Al sindaco di Caerano, ricoverato in ospedale a seguito delle percosse, giungano il mio personale abbraccio, gli auguri di pronta guarigione e, soprattutto, la certezza di non essere solo nella comune battaglia per il rispetto della legalità e della civile convivenza”.

     

    LA SOLIDARIETA' DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI TREVISO:

    stefano marcon stefano marcon

    “Esprimo la mia personale vicinanza e solidarietà e di tutto il Consiglio Provinciale al Sindaco Gianni Precoma, vittima di una violenta aggressione fisica soltanto perché, esercitando il suo ruolo, intendeva far rispettare la legge” afferma il Presidente della Provincia di Treviso, Stefano Marcon.

     

    “L’episodio, di estrema gravità, va condannato ed i responsabili denunciati e perseguiti; oggi il ruolo di amministratore locale diventa sempre più difficile; il Sindaco, in particolare, è esposto in prima persona e, per questo, ancora di più, è necessario esprimere riconoscenza a quanti dedicano parte della loro vita al servizio della propria comunità”.

     

    gianni precoma 1 gianni precoma 1

    “Non è tollerabile – conclude Marcon – alcuna forma di violenza, che non può mai trovare giustificazione, da qualunque parte provenga. La condanna di tali gesti sia piena e totale sempre”.

    gianni precoma 4 gianni precoma 4

     

    campo rom 3 campo rom 3

     

    Guarda la fotogallery
    ultime notizie