• Dagospia

    ECCO COME TI CASTRO - PER DARE UN ALTRO CEFFONE A CUBA, “COLPEVOLE” DI SOSTENERE MADURO, TRUMP AUTORIZZA A RIVOLGERSI AI TRIBUNALI AMERICANI PER IL RISARCIMENTO DI BENI ESPROPRIATI PIÙ DI MEZZO SECOLO FA DALLA RIVOLUZIONE CASTRISTA E ORA IN MANO A STRANIERI - LE SOCIETÀ CANADESI O EUROPEE CHE UTILIZZANO UN IMMOBILE A L’AVANA CHE APPARTENEVA A UN AMERICANO, POTRANNO ESSERE CITATE PER DANNI…


     
    Guarda la fotogallery

    Arturo Zampaglione per “la Repubblica”

     

    Fidel Castro Fidel Castro

    Con il duplice obiettivo di scoraggiare gli investimenti stranieri a Cuba e di punire L'Avana per il sostegno al regime venezuelano di Nicolas Maduro, Donald Trump ha reso operativa ieri una norma che permetterà di rivolgersi ai tribunali americani per il risarcimento di beni espropriati più di mezzo secolo fa dalla rivoluzione castrista e ora in mano a stranieri.

     

    Ad esempio, le società canadesi o europee che utilizzano un immobile nella capitale cubana che apparteneva a un americano, potranno essere citate per danni da quest' ultimo (o dagli eredi) e dovranno sottostare alle procedure giuridiche degli Stati Uniti. Non solo: il governo americano potrà negare o revocare il visto d' ingresso per gli stranieri indirettamente coinvolti nelle proprietà espropriate da Cuba.

     

    donald trump donald trump

    «E' un allargamento extra-territoriale dell' embargo americano del tutto illegale e contrario al diritto internazionale», ha tuonato l' ambasciatore Ue all' Avana, Alberto Navarro. Bruxelles ha minacciato un ricorso al Wto, l' organizzazione mondiale del commercio. Ferme proteste sono arrivate anche da Madrid e da Ottawa, che hanno importanti investimenti a Cuba. Ma per il momento gli Stati Uniti appaiono irremovibili.

     

    fidel castro 2 fidel castro 2

    La decisione è una conferma del rapido deterioramento delle relazioni transatlantiche nell' era Trump. In compenso è stata accolta con gioia dalla comunità cubana in Florida e dai repubblicani. A Miami, ieri, la svolta della Casa Bianca è stata illustrata da John Bolton, il consigliere "falco" di Trump che ne è stato l' artefice assieme al segretario di stato Mike Pompeo. Bolton ha annunciato l' inasprimento delle sanzioni e denunciato la chiamato "troika della tirannide", formata da Venezuela, Nicaragua e Cuba.

     

    La norma sugli espropri era già contenuta in una legge approvata dal Congresso nel 1996, ma da allora tutti i presidenti hanno sempre optato in modo bipartisan per una sospensione, in modo da non creare tensioni. Con Barack Obama era stata avviata una normalizzazione dei rapporti Stati Uniti-Cuba, ma Trump ha fatto marcia indietro.

    Guarda la fotogallery
    ultime notizie