• Dagospia

    DOPO QUASI SEI MESI DALLA TRAGEDIA DEL MOTTARONE, VERRA' PORTATA VIA DAL BOSCO IN CUI E' PRECIPITATA LA CABINA IN CUI MORIRONO 14 PERSONE - VERRÀ TRASFERITA IN UN CAMPO SPORTIVO, PER POI ESSERE TRASPORTATA AL TECNOPARCO DI FONDOTOCE-VERBANIA, DOVE SARÀ CUSTODITA IN UN CAPANNONE A DISPOSIZIONE DEI CONSULENTI DELLA PROCURA E DELLE PARTI CHE STANNO PRENDENDO PARTE ALL'INCIDENTE PROBATORIO PER STABILIRE LE CAUSE DEL DISASTRO - PER IL TRASPORTO SERVIRA' UN MAXI ELICOTTERO…


     
    Guarda la fotogallery

    Da "il Giornale"

    il video della tragedia della funivia 3 il video della tragedia della funivia 3

     

    Non sarà più meta del turismo dell'orrore, di quei curiosi che in questi mesi si sono arrampicati fin là solo per scattarsi un selfie sul luogo di una tragedia costata la vita a 14 persone. Dopo settimane di lavoro preparatorio in quota delle squadre dei vigili del fuoco, oggi i resti della cabina della funivia precipitata sul monte Mottarone lo scorso 23 maggio, e da allora rimasti tra gli alberi coperti da un telone, saranno portati a valle con un maxi-elicottero. È tutto pronto per l'operazione.

     

    LA FUNIVIA STRESA MOTTARONE PIENA CON I FRENI DISATTIVATI LA FUNIVIA STRESA MOTTARONE PIENA CON I FRENI DISATTIVATI

    Quello che era trasportabile con gli automezzi 4X4 è stato già rimosso e l'area del cantiere è stata sgomberata di tutti i materiali che potrebbero risultare d'intralcio al trasporto. La cabina verrà trasferita in un campo sportivo, per poi essere trasportata con un camion al Tecnoparco di Fondotoce-Verbania, dove sarà custodita in un capannone a disposizione dei consulenti della Procura e delle parti che stanno prendendo parte all'incidente probatorio per stabilire le cause del disastro.

     

    FUNIVIA DEL MOTTARONE FUNIVIA DEL MOTTARONE

    L'udienza conclusiva è fissata per il 16 dicembre, ma è già slittato il deposito delle relazioni finali dei consulenti ed è probabile che si vada avanti ancora per qualche mese. Tempi lunghi per un processo che vede coinvolte 14 parti, tanti infatti sono gli indagati tra persone e società.

     

    FUNIVIA STRESA MOTTARONE FUNIVIA STRESA MOTTARONE

    Poi ci sono le persone offese. Finora non è stata recuperata nemmeno la cosiddetta «testa fusa», un parte fondamentale per capire cosa abbia provocato la rottura della fune, che dopo lo schianto si è andata a conficcare in un tronco. Alla fine di ottobre il Tribunale del Riesame, accogliendo il ricorso della Procura, aveva disposto i domiciliari (oltre che per Gabriele Tadini) anche per il gestore della funivia Enrico Perocchio e per il direttore d'esercizio Luigi Nerini, arrestati dopo l'incidente e poi rimessi in libertà.

    funivia del mottarone 3 funivia del mottarone 3 strage funivia del mottarone 2 strage funivia del mottarone 2 strage funivia del mottarone strage funivia del mottarone

    Guarda la fotogallery


    ultime notizie