SARRI, CHE FAI? RESTI O TE NE VAI? - L’ALLENATORE DEL NAPOLI NON HA SCIOLTO LA RISERVA SUL SUO FUTURO E DE LAURENTIIS AVREBBE SONDATO ANCELOTTI PER IL FUTURO - MA L’EX TECNICO DEL BAYERN, OLTRE A UN RICCO CONTRATTO, CHIEDE GARANZIE SU STRUTTURE E MERCATO: SI LASCERA’ CONVINCERE DAL FANTOMATICO “PROGETTO” DI AURELIONE?


 
Guarda la fotogallery

SARRI DE LAURENTIIS SARRI DE LAURENTIIS

Monica Scozzafava per il “Corriere della Sera”

 

Era iniziata a circolare come suggestione, invece la trattativa tra il Napoli e Ancelotti ha fondamenti di concretezza. De Laurentiis e «l' amico» Carletto si erano conosciuti a Monaco ad agosto in occasione del torneo Audi Cup, poi i contatti telefonici si sono fatti insistenti con l'entourage del presidente fino a giungere nelle ultime settimane alla «proposta indecente».

 

SARRI DE LAURENTIIS GIUNTOLI SARRI DE LAURENTIIS GIUNTOLI

L'ex allenatore del Bayern potrebbe essere intrigato dall' idea di tornare ad allenare in Italia, dopo aver vinto in mezza Europa, in una società che se non è all' altezza delle ultime dove è stato, ha il valore aggiunto della «sfida impossibile» e un progetto ambizioso che punta ad arrivare al top nel giro di due anni. Basterà a convincerlo?

 

SARRI DE LAURENTIIS GIUNTOLI 2 SARRI DE LAURENTIIS GIUNTOLI 2

Ancelotti ha un palmares importante che mette soggezione a un club che nella sua storia recente ha vinto due Coppe Italia e una Supercoppa, ma De Laurentiis non si è lasciato scoraggiare, pur sapendo da un lato di dover aspettare la decisione di Sarri, che gli verrà comunicata giovedì in occasione della cena sociale, dall' altro di dover vincere la concorrenza del Chelsea e del Tottenham, che pure hanno sondato Ancelotti.

CARLO DAVIDE ANCELOTTI CARLO DAVIDE ANCELOTTI

 

I contatti sono serrati, il profilo internazionale dell'ex Bayern è in linea con i progetti del presidente del Napoli, che ha immaginato il nuovo ciclo con un coach-manager con il quale condividere soprattutto il mercato.

CARLO ANCELOTTI CARLO ANCELOTTI

 

C'è già un modo per far subito cassa con le cessioni di Mertens e di Jorginho, sulle quali Ancelotti non ha posto veti. E ci sono giocatori come Koulibaly e Insigne, punti fermi dai quali ripartire. Ipotesi, per ora. Perché oltre all' accordo economico, dettaglio non di poco conto, sul quale le parti si devono soffermare (ma anche su questo punto c' è la disponibilità dell' ex Milan a qualche rinuncia) resta la questione Sarri ancora in piedi.

 

De Laurentiis non è certo che ci sia un club disposto a pagare una clausola di otto milioni e, d' altra parte, non intende concedere sconti. Dovrà dunque aspettare almeno una settimana per capire su quale direzione insistere. Tutto dipenderà dalla decisione di Sarri. Che nelle ultime dichiarazioni non ha lasciato grandi margini sulla sua permanenza, ma anche lui deve fare i conti con il prezzo piuttosto alto da pagare.

CARLO ANCELOTTI CARLO ANCELOTTI

 

Il futuro del Napoli è in progress, non tramontano comunque le piste che portano a Emery, Fonseca e Giampaolo, ma solo come alternative a Carlo Ancelotti. L' idea di questi giorni è ripartire con lui e, così come era stato nel dopo-Mazzarri con Benitez, dare una nuova impronta internazionale alla squadra. Per Ancelotti un accordo annuale con opzione a favore del Napoli per la stagione successiva.

Guarda la fotogallery