• Dagospia

    UNA SCUOLA SENZA “CLASSE” - 300 ALUNNI IN 12 CLASSI DI UNA SCUOLA IN PROVINCIA DI CUNEO SONO STATI SOSPESI PER AVER SCATTATO FOTO DI NASCOSTO A INSEGNANTI E COMPAGNI, PUBBLICANDOLE POI SUI GRUPPI SOCIAL MODIFICATE CON "SCOPI DENIGRATORI E ACCOMPAGNATE DA PAROLACCE, INSULTI, ALLUSIONI SESSUALI," – GLI STUDENTI CONTINUERANNO A FREQUENTARE LE LEZIONI NONOSTANTE LA SOSPENSIONE - "ALCUNI HANNO AMMESSO LE LORO RESPONSABILITÀ, I PIÙ HANNO NEGATO”…


     
    Guarda la fotogallery

    FOTO DI NASCOSTO IN CLASSE FOTO DI NASCOSTO IN CLASSE

    (ANSA) - Hanno scattato foto di nascosto a insegnanti e compagni, durante la dad o in classe, pubblicandole poi sui gruppi social modificate con "scopi denigratori e accompagnate da parolacce, insulti, allusioni sessuali,".

     

    Con quest'accusa la dirigente di una scuola media di Caraglio (Cuneo), Raffaella Curetti, ha sospeso 12 classi e circa 300 alunni, obbligandoli però a frequentare le lezioni. "Alcuni hanno ammesso le loro responsabilità, i più hanno negato. - spiega - Moltissimi hanno riconosciuto di aver visto le immagini. Amareggia che nessuno abbia ritenuto di fermare questa catena, segnalando la cosa ai genitori o agli insegnanti".

    Guarda la fotogallery


    Con Acea Energia puoi vincere la nuova Fiat 500 Passion Cabrio 100% elettrica. Partecipa al Concorso "Una vincita che farà ECO". Scopri di più!

    ultime notizie