• Dagospia

    A FORZA DI ALITAGLI, ALITALIA CI RIPROVA: RIMESSA IN VENDITA A FINE MESE, LE OFFERTE ENTRO IL 31 MAGGIO. CONSIDERANDO CHE L'ULTIMA VOLTA CI SONO STATI 8 RINVII, LE DATE SONO ''FLUIDE'' - LA CASSA INTEGRAZIONE POTREBBE AUMENTARE A 1.600-1.800 DIPENDENTI SU 11.600 - IN USCITA 5 AEREI, DUE ROTTE TAGLIATE: LA ROMA-SANTIAGO DEL CILE CHE HA PERSO 82 MILIONI DI EURO IN 4 ANNI, LA ROMA-SEUL, CON PERDITE DI 83 MILIONI IN 5 ANNI


     
    Guarda la fotogallery

     

    Gianni Dragoni per ''Il Sole 24 Ore''

     

     La mini-Alitalia viene messa in vendita. Il nuovo bando di vendita verrà pubblicato entro sabato 29 febbraio.

    Giuseppe Leogrande Giuseppe Leogrande

    Le offerte vincolanti dovranno essere inviate entro il 31 maggio prossimo.

    Lo ha detto il commissario Giuseppe Leogrande nell' incontro di ieri con i sindacati, secondo quanto riferito al Sole 24 Ore da partecipanti alla riunione. Leogrande e il direttore generale, Giancarlo Zeni, hanno confermato i tagli alla flotta e di alcune rotte anticipati nei giorni scorsi, per ridurre le perdite.

     

    La procedura di vendita riparte dopo i contatti avuti da Leogrande con i pretendenti: Delta, Lufthansa, Air France, a Roma in questi giorni è stato avvistato anche German Efromovich. Da vedere poi chi farà un' offerta.

    Sono in uscita entro poche settimane cinque aerei, tre di lungo raggio e due di medio. Pertanto la flotta scenderà a 108 velivoli, mentre aumenterà il numero di dipendenti che l' azienda vuole mettere in cassa integrazione.

    german efromovich 5 german efromovich 5

     

    Oggi sono 1.020 i dipendenti in cigs. Secondo stime sindacali la cigs potrebbe aumentare di almeno 600 naviganti e verranno inclusi i piloti, oggi esclusi. La cigs potrebbe aumentare a 1.600-1.800 dipendenti, su un organico totale di 11.600.

    Gli aerei in uscita per scadenza del leasing sono innanzitutto due Airbus 330-200 entro aprile, di proprietà di Etihad, l' ex partner azionario con il quale la gestione commissariale ha già un contenzioso per l' Airbus 340 acquisito come aereo di Stato dal governo di Matteo Renzi.

     

    Secondo le valutazioni di Leogrande e Zeni i due A330 hanno un «canone fuori mercato» e una «configurazione fuori standard», mancano la premium economy e l' area di riposo equipaggio, che ne limita il raggio. Verrà restituito anche un Boeing 777-300Er, unico in flotta, dal «canone fuori mercato». Nel medio raggio in uscita un Airbus 321 entro marzo e un altro jet della stessa famiglia, non specificato.

    ALITALIA ALITALIA

    Leogrande e Zeni hanno confermato il taglio di due rotte da aprile, la Roma-Santiago del Cile che ha perso 82 milioni di euro in 4 anni, la Roma-Seul, con perdite di 83 milioni in 5 anni.

     

    Nel lungo raggio ci saranno la nuova rotta Roma-San Francisco dal primo giugno (3 giorni la settimana) e Tokyo-Haneda dal 29 marzo, da aprile anticipata la Roma-Washington e una frequenza settimanale in più per Los Angeles.

     

    Nel medio raggio da aprile ci saranno 105 destinazioni, 5 in più del 2019. Sei nuove destinazioni in Grecia, Spagna e Croazia: Karpathos, Kos, Skiathos, Zante, Alicante, Preveza. Aumenteranno le frequenze su 20 rotte, tra cui da Linate per Parigi e Dusseldorf, da Roma per Tunisi. Verranno proseguite 4 destinazioni cominciate in inverno: Amburgo, Colonia, Perugia, Stoccarda.

     

    Carsten Spohr (ad Lufthansa) con Joerg Eberhart (Air Dolomiti) Carsten Spohr (ad Lufthansa) con Joerg Eberhart (Air Dolomiti)

    Alitalia risente anche del calo della domanda nei voli verso l' Estremo oriente, conseguente all' epidemia del Coronavirus in Cina (dove non vola).

    La Iata, associazione mondiale delle compagnie, ha stimato ieri un calo dei passeggeri: -13% nell' Asia-Pacifico e -4,7% del traffico globale, in termini di passeggeri per km, rispetto alle precedenti previsioni. «Questo sarà un anno molto duro per le compagnie», ha osservato Alexandre de Juniac, direttore generale della Iata.

     

    Rispetto alla già stimata crescita del traffico del 4,1% quest' anno, adesso Iata prevede un calo globale dei passeggeri per km dello 0,6 per cento. La Iata stima una contrazione dei ricavi delle compagnie rispetto alle stime di 27,8 miliardi di dollari nell' Asia-Pacifico, di cui 12,8 miliardi solo nel mercato interno cinese. A livello globale Iata stima minori ricavi per 29,3 miliardi rispetto agli 872 miliardi totali già previsti a livello mondiale (-3,4%).

    Prudenti, ma non critiche, le reazioni dei sindacati nell' incontro con Alitalia. La Fnta, che rappresenta la maggioranza del personale navigante del gruppo Alitalia (Anpac, Anpav, Anp), ha espresso cautela.

    DE JUNIAC DE JUNIAC

     

    «Sono state annunciate le misure di taglio di rotte in perdita e di aeromobili senza ancora delineare in modo chiaro il progetto industriale che si vuole realizzare. Continua la preoccupazione per il futuro del personale navigante di Alitalia per cui si ipotizza un prossimo forte incremento della cassa integrazione».

     

    Per il segretario della Fit-Cisl, Salvatore Pellecchia, «il ministro Patuanelli dovrebbe dirci se sono cambiati gli affidamenti dati negli incontri al Mise». Il segretario della Filt-Cgil, Fabrizio Cuscito, ha detto che «si è parlato anche del possibile impatto della chiusura delle rotte sull' entità della cassa integrazione di piloti e assistenti di volo, ma senza entrare nei dettagli».

    Guarda la fotogallery
    ultime notizie