• Dagospia

    "NEI PROSSIMI 30 GIORNI AVREMO 2500 MORTI TRA LE PERSONE NON VACCINATE, MORTI CHE POTEVANO ESSERE EVITATE” - LO HA DETTO IL PROF. SERGIO ABRIGNANI, IMMUNOLOGO E MEMBRO DEL CTS: “NELLA POPOLAZIONE OVER 50 PER LA QUALE DOMANI SCATTERÀ L'OBBLIGO VACCINALE CI SONO OLTRE 2MILIONI E 200 MILA PERSONE NON VACCINATE CHE CONTRIBUISCONO AL 75% DEI RICOVERI IN TERAPIA INTENSIVA E AL 60% DELLE MORTI…”


     
    Guarda la fotogallery

    SERGIO ABRIGNANI SERGIO ABRIGNANI

    (ANSA) - "Nei prossimi 30 giorni stando ai ritmi attuali avremo 2500 morti tra le persone non vaccinate, morti che potevano essere evitate. Per questo continuo a dire che non vaccinarsi è come andare in moto a folle velocità senza casco". Lo ha detto il prof. Sergio Abrignani, immunologo e membro del Cts al Caffè della domenica di Maria Latella su Radio 24. "Nella popolazione over 50 per la quale domani scatterà l'obbligo vaccinale ci sono oltre 2milioni e 200 mila persone non vaccinate che contribuiscono al 75% dei ricoveri in terapia intensiva e al 60% delle morti. In questi ultimi dieci giorni abbiamo avuto una media di 160 morti al giorno, di cui 85-90 non vaccinati. Sono morti che potevano essere evitate", ha aggiunto Abrignani.

    Guarda la fotogallery


    ultime notizie