• Dagospia

    IL DIVANO DEI GIUSTI - STASERA CI SAREBBERO DUE THRILLER ALL’ITALIANA NIENTE MALE. “SETTE SCIALLI DI SETA GIALLA” DI SERGIO PASTORE E IL BEN PIÙ SOFISTICATO “COSÌ DOLCE… COSÌ PERVERSA” DI UMBERTO LENZI - RITROVATE ANCHE IL FILM A EPISODI “QUELLE STRANE OCCASIONI”. IL CAPOLAVORO È QUELLO DI COMENCINI, CON IL PRELATO ALBERTO SORDI E STEFANIA SANDRELLI CHIUSI IN ASCENSORE. MA BRILLA PER TRASHISMO ASSOLUTO L’EPISODIO DI NANNI LOY, CON PAOLO VILLAGGIO DOTATISSIMO ITALIANO IN QUEL DI AMSTERDAM CHE SCOPRE LA VOCAZIONE DELL’ATTORE PORNO… - VIDEO


     
    Guarda la fotogallery

     

     

    Marco Giusti per Dagospia

     

    7 prisoners 7 prisoners

    Se rimanete a casa vi consiglio su Netflix il bellissimo film brasiliano di violenza urbana “7 prigionieri” di Alexandre Moratto, dove un gruppo di ragazzi vengono chiamati dalla campagna alla città per lavorare e scoprono che non sono altro che schiavi, prigionieri di un meccanismo terribile da dove puoi scappare solo diventando parte del traffico di esseri umani.

     

    dev patel sir gawain e il cavaliere verde dev patel sir gawain e il cavaliere verde

    Ovviamente sopra ai caporali che gestiscono i prigionieri c’è un politico di ultradestra alla sub-Bolsonaro. Forte e terribile, tutto ambientato a San Paolo. Era stato presentato con successo anche a Venezia a settembre.

     

    E’ molto bello anche su Amazon il curiosissimo, magico, stravagante, già di culto “Sir Gawain and the Green Knight” di David Lowery con Dev Patel che nei panni di Sir Gawain, nipote di Re Artù attraversa la foresta per ricevere un’accettata sulla capoccia dal gigantesco Green Knight e incontro ogni genere di personaggi bizzarri.

     

     

    strappare lungo i bordi. strappare lungo i bordi.

    C’è anche la Santa Winifred che cerca la sua testa, un ladro che gli ruba l’ascia. Ma su tutto domina una sorta di atmosfera magica da racconto di cavalieri che da tanto il fantasy alla “Game of Thrones” aveva oscurato. Avete anche la serie animata di Zerocalcare, “Strappare lungo i bordi”.

     

    sette scialli di seta gialla sette scialli di seta gialla

    E in chiaro in tv? Beh. Ci sarebbero due thriller all’italiana niente male. “Sette scialli di seta gialla” di Sergio Pastore con Anthony Steffen, Sylva Koscina, Jeanette Len alias Giovanna Lenzi, la musa di Pastore, girato addirittura in veri esterni a Copenaghen e ambientato nel mondo dell’alta moda, Cine 34 alle 23, 35, e il ben più sofisticato e riuscito “Così dolce… così perversa” di Umberto Lenzi con Carroll Baker, Jean-Louis Trintignant, Erika Blanc, Horst Frank, su Rete 4, purtroppo alle 3, 55.

    cosi dolce cosi perversa cosi dolce cosi perversa

     

    Inutile dire che il thriller di Lenzi, che seguiva il grande successo di “Orgasmo”, sempre con la Baker, è imperdibile per i fan del cinema di genere. Ideato e scritto da Ernesto Gastaldi è pieno di colpi di scena e dimostra il talento che aveva Lenzi per il thriller, qui scaldato dalla presenza di Carrol Baker, addirittura molto più nuda nelle edizioni del film per l’estero, e da Jean-Louis Trintignant.

     

     

    bill murray ghostbusters bill murray ghostbusters

    In prima serata avete il primo e originale “Ghostbusters” di Ivan Reitman con Bill Murray, Jeff Goldblum, Dan Aykroyd su Spike alle 21, 30, il lacrimoso “7 anime” di Gabriele Muccino con Will Smith che cerca di aiutare sette persone in difficoltà, Tv8 alle 21, 30, l’ottimo horror zombesco “L’alba dei morti viventi” diretto da Zack Snyder con Sarah Polley, Ving Rhames, il film di polizietti e copkiller con Chadwick Boseman “City of Crime” diretto da Brian Kirk su Rai Tre alle 21, 20. Così così.

    sopravvissuto – the martian sopravvissuto – the martian

     

    Rimasi un po’ freddo rispetto al fantascientifico “Sopravvissuto – The Martian” di Ridley Scott con Matt Damon, Jessica Chastain, Kate Mara, Kristen Wiig e Sean Bean. Ma quando il bellissimo capitano dello spazio Jessica Chastain sorridendo si riprende Matt Damon, il suo uomo abbandonato su Marte per un anno e mezzo, sopravvissuto mangiando patate, non si rimane indifferenti.

     

    steven seagal belly of the beast steven seagal belly of the beast

    Ridley Scott lo aveva diretto a partire da un romanzo di Andy Weir e da una bella sceneggiatura di Drew Goddard, uno degli autori di Lost e regista del notevole The Cabin in the Woods, e veniva considerato il suo miglior film degli ultimi anni, come sostengono in tanti.

     

    l’alba dei morti viventi l’alba dei morti viventi

    Di certo non ha né la forza del vecchio Alien né la mosceria di Prometeus, ma è ben costruito con colpi di scena e personaggi da far muovere sulla terra per non farci addormentare troppo sulle poltrone.

     

    Su Cielo alle 21, 15 trovate un action movie cinese con Steven Seagal protagonista di sicuro straculto, “Belly of the Beast”, diretto da Ching Siu Tung, coproduzione anglo-canado-hongkonghese. Niente male l’avventuroso nordico “I Vichinghi”, coproduzione svizzero-tedesco-sudafricana diretta da tal Claudio Fah con Tom Hopper, Canale 20 alle 21, 05.

     

     

    this is where i leave you this is where i leave you

    Potrebbe non essere male la commedia “This Is Where I Leave You” di Shawn Levy con Jason bateman, Adam Driver, Jane Fonda, Tina Fey, Rose Byrne, La5 alle 21, 10. Non ricordo bellissimo il tardo film di Luciano Salce “Vediamoci chiaro”, dove Johnny Dorelli, malato, riacquista la vista e capisce come le persone che ha attorno lo stiano tradendo, Cine 34 alle 21.  Ci sono anche Eleonora Giorgi, Angelo Infanti, Janet Agren.

     

    vediamoci chiaro 5 vediamoci chiaro 5

    Scordavo l’ottimo action “Die Hard 2”, da noi tradotto come “58 minuti per morire” diretto da Renny Harlin con Bruce Willis ancora in forma, Bonnie Bedelia come sua moglie, Franco Nero e William Atherton, Iris alle 21. Non lo vedo da allora.

     

    In seconda serata avete su Rai Movie alle 22, 55 un legal thriller inglese che sembra particolarmente invitante, “Closed Circuit”, diretto da John Crowley, ma soprattutto scritto da un maestro come Steven Knight, con Eric Bana, Rebecca Hall, Jim Broadbent, Ciaran Hinds. Ma non ha grandi critiche.

    cosi dolce cosi perversa 1 cosi dolce cosi perversa 1

     

    Avete anche “Arma letale 3”, sempre diretto da Richard Donner e sempre interpretato dalla coppia Mel Gibson-Dany Glover con l’aggiunta di Rene Russo e Joe Pesci, Iris alle 23, 40. Era un buon film, ma forse un po’ troppo sofisticato “Ex Machina” di Alex Garland con Oscar Isaac, Domnhall Gleeson e la bellissima Alicia Vikander in versione robot, Italia 1 alle 00, 20.

     

    paolo villaggio episodio italian superman in quelle strane occasioni 2 paolo villaggio episodio italian superman in quelle strane occasioni 2

    Su Cine 34 all’1, 30 ritrovate “Quelle strane occasioni”, tre episodi diretti da Luigi Magni, Nanni Loy e Luigi Comencini. L’episodio che brilla, lo ricordete, è il piccolo capolavoro di Comencini tutto girato dentro un ascensore dove rimangono chiusi in pieno agosto l’alto prelato Alberto Sordi e l’ancora sventolona un po’ coatta Stefania Sandrelli.

     

    alberto sordi stefania sandrelli quelle strane occasioni alberto sordi stefania sandrelli quelle strane occasioni

    Brilla per trashismo assoluto invece l’episodio di Nanni Loy, non firmato per la vergogna, “Italian Superman”, dove Paolo Villaggio è un dotatissimo italiano in quel di Amsterdam che si arrangia vendendo per strada “italian castagnaccio”, quando scopre la vocazione dell’attore porno per spettacoli dal vivo.

     

    Anche la moglie, una incredibilmente sempre nuda Valeria Moriconi, lo segue per la strada dell’hard, anche se gli preferirà un partner turco. Al povero Nanni Loy ne dissero di ogni colore, ma l’episodio era molto divertente.

     

    quelle strane occasioni 1 quelle strane occasioni 1

     

    Ci sarebbero anche un grande remake come “Il villaggio dei dannati” diretto da John Carpenter con Christopher Reeve, Kirstie Alley e Linda Kozlowski, Iris alle 2, uno stralunato film di Maurizio Nichetti con Mariangela Melato, “Domani si balla”, Rai Uno alle 2, che forse andrebbe recuperato.

     

    Su Rete 4 troviamo alle 2, 10 il pasoliniano “Una vita violenta” diretto da Paolo Heusch assieme a Brunello Rondi, con Franco Citti ancora fresco di “Accattone” e Serena Vergano e su Cine 34 alle 3, 20 arriva la commedia sofisticata costruita per Elsa Martinelli come se fosse Audrey Hepburn “Donatella”, una sorta di Cenerentola romana in cinemascope e colori sgargianti diretta da un Mario Monicelli non così giusto per l’operazione con Gabriele Ferzetti, Walter Chiari, Aldo Fabrizi, Virgilio Riento e Abbe Lane. La Martinelli, doppiato in italiano da Maria Pia Di Meo, vinse l’Orso d’Argento a Berlino, ma il film non ha, ahimé, nessun status. 

    silenzio si uccide silenzio si uccide

     

    Sempre su Cine 34 alle 4, 55 trovate il cultissimo euro-spy “Silenzio si uccide” di Guido Zurli. Rodd Dana, col nome di Robert Mark, interpreta certo Mark Roberts (non male…), un agente segreto con qualche problema col suo capo, Gianni Santuccio, attore di teatro qui solo per vile denaro, e ovviamente con le donne.

     

    Mark se la vede con un traffico di armi che lo porta a Londra, Barcellona e Parigi, prima di finire a Tunisi. Il cattivo è il sempre perfido Paul Muller, le donne in questione invece sono la slava Sheyla Rosin, che fa l’agente nemica, e Luisa Rivelli. Zurli non era tanto interessato alle spie, ma certo ai viaggi e alle location esotiche, che infatti funzionano perfettamente.

     

    adriano celentano claudia mori rugantino adriano celentano claudia mori rugantino

    ”Il film non era male”, ricordava Zurli. “Era una specie di 007. Il capo degli agenti segreti lo faceva Gianni Santuccio. Nel film si trova improvvisamente scoperto e chiama il più cretino dei James Bond, cioé Robert Mark, e lo manda in missione. In fondo io non ci ho mai creduto al cinema realistico. Tutti i miei film sono un po’ ironici, grotteschi.” Tutto si chiude alle 5 su Rai Movie col “Rugantino” milanese di Celentano diretto da Pasquale Festa Campanile.

    paolo villaggio italian superman in quelle strane occasioni paolo villaggio italian superman in quelle strane occasioni quelle strane occasioni quelle strane occasioni 7 prisoners 7 prisoners cosi dolce… cosi?? perversa 7 cosi dolce… cosi?? perversa 7 alberto sordi stefania sandrelli quelle strane occasioni alberto sordi stefania sandrelli quelle strane occasioni cosi dolce… cosi?? perversa. cosi dolce… cosi?? perversa. l’alba dei morti viventi 1 l’alba dei morti viventi 1 this is where i leave you this is where i leave you stefania sandrelli alberto sordi quelle strane occasioni stefania sandrelli alberto sordi quelle strane occasioni sette scialli di seta gialla sette scialli di seta gialla paolo villaggio valeria moriconi quelle strane occasioni paolo villaggio valeria moriconi quelle strane occasioni strappare lungo i bordi. strappare lungo i bordi. strappare lungo i bordi. strappare lungo i bordi. cosi dolce cosi perversa 2 cosi dolce cosi perversa 2 vediamoci chiaro vediamoci chiaro paolo villaggio valeria moriconi quelle strane occasioni paolo villaggio valeria moriconi quelle strane occasioni vediamoci chiaro 4 vediamoci chiaro 4 vediamoci chiaro vediamoci chiaro paolo villaggio italian superman in quelle strane occasioni. paolo villaggio italian superman in quelle strane occasioni.

    Guarda la fotogallery


    ultime notizie