• Dagospia

    IL NECROLOGIO DEI GIUSTI - BELLA, SEMPLICE, INTELLIGENTE. ILARIA OCCHINI, A DIFFERENZA DI TANTE ALTRE STAR ITALIANE, HA PUNTATO DA SUBITO PIÙ ALLA QUALITÀ DELLE SUE SCELTE CHE NON ALLA QUANTITÀ DI FILM - HA TOCCATO UN PO' TUTTI I GENERI NEL CINEMA, L'AVVENTUROSO, IL PEPLUM CON CARTAGINE IN FIAMME ANCHE LO SPAGHETTI WESTERN…


     
    Guarda la fotogallery

    Marco Giusti per Dagospia

    ILARIA OCCHINI ILARIA OCCHINI

     

    Bella, semplice, intelligente. Ilaria Occhini, a differenza di tante altre star italiane, ha puntato da subito più alla qualità delle sue scelte che non alla quantità di film e di sceneggiati che avrebbe potuto interpretare. E anche se non è mai stata una bellezza fuori dal comune, come Virna Lisi per intenderci, ha avuto non solo una partenza fulminante, al cinema in Prima Liceo di Luciano Emmer e in tv come peotagonista del Jane Eyre di Anton Giulio Majano, ma anche grandi rupartenze e rinascite, nel Puccini televisivo nel 1973, in Benvenuti a Casa Goru nel 1990, in Mine vaganti di Ferzan Ozpetek, fino al tardissimo successo nella serie tv della Prof a fianco di Veronica Pivetti.

     

    ILARIA OCCHINI ILARIA OCCHINI

    In tutte queate rinascite, Ilaria Occhini è rimasta fino alla fine sempre se stessa. Bella, semplice, intelligente. Eppure ha toccato un po' tutti i generi nel cinema, l'avventuroso con Sigfrido, Pia dei Tolomei, il peplum con Cartagine in fiamme  anche lo spaghetti western, con Gli uomini dal passo pesante, la commwdia all'italiana, I complessi, diretta da Dino Risi accanto a un mostro come Nino Manfredi.

     

    ILARIA OCCHINI ILARIA OCCHINI

    Ha avuto una vita cinematografica in Francia più per meriti propri che per doveri di coproduzione, recitando con Robert Hossein, Pierre Clementi, Jean Gabin, Alain Delon, Annie Girardot.  Ha spaziato negli sceneggiati della Rai dei tempi d'oro, permettendosi anche di fare del teatro filmato "difficile", penso a Ricorfa con rabbia diretta da Marco Missiroli o a Il gabbiano nella versione di Orazio Costa.

     

    Ha abbandonato il cinema una prima volta alla fine degli anni 60 con un film di gran classe diretto da Vittorio De Seta, Un uomo a metà con Jacques Perrin. Ma è sempre tornata sulle scene con  una classe e un'eleganza abbastanza rare nel nostro mondo dello spettacolo. Fino ai ruoli fortunati di signora di età con Ferzan Ozpetek e Paolo Genovese. Come se la ragazzina di Prima Liceo di Emmer fosse rimasta intatta per anni.

    ilaria occhini e alessandra martines ilaria occhini e alessandra martines ilaria occhini durante lo sceneggiato rai jane eyre ilaria occhini durante lo sceneggiato rai jane eyre Ilaria Occhini Ilaria Occhini Vittorio Gassman e Ilaria Occhini Vittorio Gassman e Ilaria Occhini ilaria occhini e arnoldo foa ilaria occhini e arnoldo foa Ilaria Occhini e Sergio Fantoni Ilaria Occhini e Sergio Fantoni Giammaria Volonte Ilaria Occhini e Carla Gravina Giammaria Volonte Ilaria Occhini e Carla Gravina Ilaria Occhini Raffaele La Capria Ilaria Occhini Raffaele La Capria Giacomo Piperno e Ilaria Occhini Giacomo Piperno e Ilaria Occhini 6 luglio 1961 - Ilaria Occhini con Raffaele La Capria vincitore del Premio Strega al Ninfeo di Valle Giulia 6 luglio 1961 - Ilaria Occhini con Raffaele La Capria vincitore del Premio Strega al Ninfeo di Valle Giulia ilaria occhini ilaria occhini

    ILARIA OCCHINI ILARIA OCCHINI

    Guarda la fotogallery
    ultime notizie