• Dagospia

    CODICE MORSO – VI RICORDATE LA STORIA DEL 43ENNE CON IL PENE IN PUTREFAZIONE DOPO UN MORSO DELLA MOGLIE? LA RIVISTA “VISUAL JOURNAL OF EMERGENCY MEDICINE” HA PUBBLICATO LA TERRIBILE FOTO DEL MEMBRO IN NECROSI – L’UOMO SI È ACCORTO DOLO DOPO 5 GIORNI DEL DANNO, AVEVA DOLORI FORTISSIMI: E ORA, NONOSTANTE LA CURA, DOVRÀ CONVIVERE CON UNA DEFORMAZIONE DEL GLANDE CHE… – FOTO CHOC SENZA CENSURE


     
    Guarda la fotogallery (V.M. 18)

    1 – L’ARTICOLO DEL “VISUAL JOURNAL OF EMERGENCY MEDICINE” SUL PENE IN NECROSI

    https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S240546901930175X#!

     

    2 – UNA DONNA AFFONDA I DENTI SUL PENE DEL MARITO MENTRE GLI PRATICA SESSO ORALE E IL MEMBRO VA IN PUTREFAZIONE DOPO QUALCHE GIORNO

    https://www.dagospia.com/rubrica-29/cronache/codice-morso-ndash-donna-affonda-denti-pene-marito-mentre-222914.htm

     

    3 – PRATICA SESSO ORALE AL MARITO E LO MORDE PER SBAGLIO: DOPO QUALCHE GIORNO IL PENE VA IN PUTREFAZIONE

    Monia Sangerano per www.meteoweb.eu

     

    PENE IN NECROSI DOPO UN MORSO - VISUAL JOURNAL OF EMERGENCY MEDICINE PENE IN NECROSI DOPO UN MORSO - VISUAL JOURNAL OF EMERGENCY MEDICINE

    E’ stato lieve e accidentale, tanto da non essere nemmeno notato sul momento, ma il morso dato al pene del marito mentre gli praticava del sesso orale ha avuto conseguenze molto gravi. L’uomo, di 43 anni, si è ritrovato dopo qualche giorno con l’organo in putrefazione. Si tratta di un caso molto raro ma possibile, di cui ha parlato poche settimane fa la rivista scientifica Visual Journal of Emergency Medicine, che ha pubblicato anche una foto dell’organo sessuale danneggiato. Secondo quanto si legge sulla rivista, sono passati ben cinque giorni da quell’episodio, prima che l’uomo si presentasse al pronto soccorso accusando fortissimi dolori al glande e mostrando una ferita di circa tre centimetri, di colore nero. I medici gli hanno subito diagnosticato una necrosi.

     

    banana in putrefazione 1 banana in putrefazione 1

    Non era ancora sopraggiunta febbre o altri sintomi che avrebbero chiaramente denotato una maggiore gravità della situazione: l’infezione batterica era dunque ancora circoscritta al pene. I medici hanno dunque provveduto immediatamente a somministrare al paziente degli antibiotici che dopo qualche giorno hanno ottenuto i loro effetti. Dopo essere stato dimesso lo sfortunato uomo ha dovuto continuare ad assumere degli antibiotici per via orale e, un mese dopo, un controllo ha accertato la completa guarigione.

     

    PISELLO SECCO PISELLO SECCO banana in putrefazione banana in putrefazione

    Unica traccia che permane e con la quale il paziente dovrà convivere è una piccola deformazione del glande, che non comporta problemi per la salute, ma solo un piccolo inestesismo. Lo studio precisa che si tratta di un caso piuttosto insolito, ma possibile: i medici consigliano, in questi casi, di rivolgersi ad uno specialista prima possibile, perché i batteri della bocca, a contatto con piccolissime ferite aperte, possono causare gravi infezioni come quella occorsa allo sfortunato protagonista di questa vicenda.

    dolori al pene dolori al pene l'articolo sul pene in putrefazione sul visual journal of emergency medicine l'articolo sul pene in putrefazione sul visual journal of emergency medicine

    Guarda la fotogallery (V.M. 18)
    ultime notizie