• Dagospia

    “PIÙ CI ATTACCANO, PIÙ VINCIAMO” – LA MOSSA DEL CARDINALE-ELETTRICISTA KRAJEWSKI AIUTA SALVINI NEI SONDAGGI? NELLA LEGA SONO CONVINTI DI SÌ, E DOPO SETTIMANE DI CALO NEI SONDAGGI E PREOCCUPAZIONE, ORA TORNA L’OTTIMISMO – LO STESSO VALE PER LA RAGGI CON I ROM, LE NAVI DELLE ONG E I SELFIE MOLESTI: IL TRUCE VUOLE L’UNO CONTRO TUTTI...


     
    Guarda la fotogallery

    Alessandro Barbera e Ugo Magri per “la Stampa”

     

    Il meme su Konrad Krajewski Il meme su Konrad Krajewski

    «Sia benedetto l' Elemosiniere», se la ridono nel giro di Salvini, dove l' impresa del cardinale che ha riallacciato la luce ai migranti non viene condannata affatto; anzi, contro ogni aspettativa la considerano una manna dal cielo, una mano santa, addirittura un dono della provvidenza. Venerdì scorso la Lega arrancava nei sondaggi. Gli ultimi pubblicati prima del black-out elettorale segnalavano una vistosa flessione sotto al 30 percento, dopo settimane in cui «quota 40» sembrava alla portata.

     

    konrad krajewski 10 konrad krajewski 10

    C' era allarme e delusione tra i seguaci del Capitano, come se si stesse avverando il cupo presagio di Giancarlo Giorgetti: «Ogni volta che andiamo forte succedono cose strane». «Se la litigiosità prosegue oltre il 26 maggio diventa insostenibile», ha rincarato da Vespa. Un clima plumbeo. Finché sabato sua eminenza Konrad Krajewski si è calato nel tombino, rischiando la pelle in soccorso di 420 famiglie morose, quasi tutti immigrati.

     

    Aria di cessato allarme

    Da quanti credono in certi valori, il gesto del porporato è stato accolto come uno squillo di rivolta morale lungamente atteso, perfino troppo, da parte della Chiesa. Ma poi c' è un' Italia irosa, avvelenata dalla crisi, che paga salato la bolletta, e considera i prelati parte della Casta, se li immagina nel lusso di palazzi esentasse, e dunque invece di applaudire reagisce a rovescio.

     

    salvini giorgetti salvini giorgetti

    Quanti siano questi italiani lo scopriremo il 26 maggio; ma durante il weekend devono essere aumentati in misura significativa perché nella Lega ieri si respirava un' aria di sollievo, come se qualche sondaggio (non è proibito farli, è solo vietato diffonderli) avesse rilevato un paio di punti in più, magari tre. Ne viene dato merito al cardinale che senza volere ha riportato l' attenzione sul terreno preferito da Salvini, vale a dire i migranti, distogliendola da Siri e dal dilagare della camorra che ha ferito a Napoli la piccola Noemi.

     

    konrad krajewski 9 konrad krajewski 9

    Poi tra i leghisti si loda la sindaca Raggi che ha dato casa alla famiglia Rom, scatenando la fobia contro i nomadi, tanto più dopo che cinque di loro hanno assassinato un' anziana signora; si spera che la settimana prossima Conte e Di Maio siano così ingenui da boicottare il nuovo decreto sicurezza, e ne impediscano il varo in modo da poterli accomunare al Pd, e magari presentarli come futuri alleati; si segue miglio dopo miglio la rotta della Sea Watch e delle altre navi di Ong, nella speranza che imbarchino tanti naufraghi, si dirigano verso l' Italia e permettano al Viminale di impedire l' approdo, magari il giorno stesso delle Europee.

     

    virginia raggi visita la famiglia rom a casal bruciato 8 virginia raggi visita la famiglia rom a casal bruciato 8

    «Sai che figurone», pregustano al Carroccio.  Perfino le provocazioni nei selfie con il leader, gli striscioni ostili nelle piazze, le innumerevoli polemiche di cui Salvini è immancabile bersaglio vengono salutate con entusiasmo dai suoi collaboratori, convinti che fin dai tempi di Berlusconi «uno contro tutti» sia garanzia di trionfo.

     

    Più lo attaccano e più Matteo soddisfatto ringrazia. Amico di Casa Pound? «Fantastico».

    Addirittura dei nazisti? «Non è vero, ma va bene uguale». E come se il fronte dei nemici interni non fosse già abbastanza vasto, eccolo cercarne pure all' estero.

     

    La strategia Ue

    LA MORTE DI ANNA TOMASINO - LA BANDA ROM DI MONTESACRO LA MORTE DI ANNA TOMASINO - LA BANDA ROM DI MONTESACRO

    Salvini sta riportando la sua campagna elettorale su temi più squisitamente europei, e in particolare sulla battaglia per ottenere dall' Unione nuovi margini sulla spesa pubblica. L' uscita a favore di un aumento del deficit oltre i limiti invalicabili di Maastricht - che ieri ha provocato parecchio nervosismo sui mercati - è parte di una strategia rivolta all' autunno, quale che sarà lo scenario politico: sia quello di una crisi dell' attuale maggioranza, sia in vista di una Finanziaria la quale - senza l' indulgenza di Bruxelles - costringerebbe il governo ad aumentare l' Iva.

    MATTEO SALVINI A CENA CON I LEADER DI CASAPOUND E FRANCESCO POLACCHI MATTEO SALVINI A CENA CON I LEADER DI CASAPOUND E FRANCESCO POLACCHI

     

    Il leader leghista è convinto che il clima in Europa stia cambiando, e poco importa se alcuni dei suoi alleati sono poco inclini a sostenere le ragioni "deficiste" dell' Italia. «In Francia, ma soprattutto in Germania, il dibattito su come aumentare il potenziale di crescita è apertissimo», spiega il presidente della Commissione Bilancio Claudio Borghi. Proprio lui poche settimane fa ha partecipato ad un seminario a Bruxelles per lanciare la proposta di un piano coordinato di investimenti pubblici che permetta di aggirare l' obbligo di far rientrare quelle spese nei parametri europei. Ed è solo l' antipasto.

    matteo salvini a pesca in romagna matteo salvini a pesca in romagna matteo salvini lilli gruber (3) matteo salvini lilli gruber (3) matteo salvini e francesca verdini all anteprima di dumbo foto di bacco (4) matteo salvini e francesca verdini all anteprima di dumbo foto di bacco (4)

    Guarda la fotogallery
    ultime notizie