• Dagospia

    UNA BELLA FAMIGLIA - LA MADRE DEI DUE MAROCCHINI ARRESTATI PER LO STUPRO A RIMINI MINACCIAVA LA VICINA DI CASA DICENDO: “TI FACCIO SCOPARE DAI MIEI FIGLI!” - E SE L’EDUCAZIONE E IL CONTESTO FAMIGLIARE ERANO QUESTI, COME POTEVANO I DUE RAGAZZI CRESCERE IN MODO CIVILE? - VIDEO


     
    Guarda la fotogallery

     

    Gabriele Bertocchi per www.ilgiornale.it

     

    LA DONNA MINACCIATA DALLA MADRE DEGLI STUPRATORI DI RIMINI LA DONNA MINACCIATA DALLA MADRE DEGLI STUPRATORI DI RIMINI

    Le parole del padre dei due marocchini stupratori di Rimini hanno indignato e dato uno schiaffo a chi è rimasto vittime di quelle ore di violenze. Ora da un servizio del Tg1 emerge la testimonianza di una vicina di casa della madre degli stupratori. La donna ha raccontato di essere stata più volte minacciata dai ragazzi e dalla madre stessa.

     

    IL RACCONTO CHOC

    Come racconta il Tg1, la madre dei due marocchini ha ricevuto un ammonimento da parte del Questore per atti persecutori nei confronti della vicina di casa. È proprio la donna che abitava accanto alla famiglia a precisare quei terribili avvertimenti: "La mamma li mandava da me - dichiara impaurita alla telecamera riferendosì ai due ragazzi - e mi diceva: 'Ti faccio scopare dai miei figli'". E ancora: "Erano in 3, mi avrebbe fatto scopare da tutti e 3".

    FRATELLI MAROCCHINI STUPRO RIMINI FRATELLI MAROCCHINI STUPRO RIMINI

     

    Una testimonianza che sottolinea ancora una volta in che ambiento violento sono cresciuti questi ragazzi. Ambiente che dopo le violenze quasi li giustifica con un "faranno due o tre anni di carcere poi usciranno puliti, si potranno fare una famiglia e vivere tranquilli". Parole pronunciate questa volta dal papà ai microfoni di Matrix, il talk show condotto da Nicola Porro su Canale 5.

     

    FRATELLI MAROCCHINI STUPRO RIMINI FRATELLI MAROCCHINI STUPRO RIMINI

    I due del branco sono cresciuti così, in mezzo alla minacce e all'uso della violenza. La scintilla che ha fatto scattare tutto è arrivata con l'incontro di Guerlin Butungu, unico maggiorenne del branco responsabile degli stupri di Rimini, che ha dato il via alle violenze. Insieme passavano le giornate al parchetto, un luogo di spaccio e di ritrovo per molti. E insieme hanno violentato, picchiato e derubato senza pietà un trans e una coppia polacca a Rimini.

    FRATELLI MAROCCHINI STUPRO RIMINI FRATELLI MAROCCHINI STUPRO RIMINI LA GANG DELLO STUPRO A RIMINI LA GANG DELLO STUPRO A RIMINI

    Guarda la fotogallery
    ultime notizie