• Dagospia

    "LE VIOLENZE TRA I NO VAX RIPORTANO ALLA MENTE LE SQUADRACCE FASCISTE" - IL MAGISTRATO ALBERTO NOBILI, CAPO DEL POOL ANTITERRORISMO DELLA PROCURA DI MILANO, FA IL PUNTO SUGLI SCONTRI IN PIAZZA: "SI SONO CHIARE INFILTRAZIONI, SOPRATTUTTO DI ESPONENTI DI FORZA NUOVA E QUALCUNO ANCHE DI CASAPOUND. IL PERICOLO PIÙ GRANDE? È CHE IL LIVELLO DELLA PROTESTA SI ALZI SPECIALMENTE A PARTIRE DA VENERDÌ, QUANDO IL GREEN PASS DIVENTERÀ OBBLIGATORIO..."


     
    Guarda la fotogallery

    Monica Serra per “La Stampa

     

    ALBERTO NOBILI ALBERTO NOBILI

    Le immagini dell'assalto della sede della Cgil di Roma, le violenze di sabato «riportano alla mente le squadracce fasciste, momenti tragici del passato».

     

    Tra infiltrazioni dell'estrema destra e malcontento generale, il pericolo più grande - ragiona Alberto Nobili, capo del pool Antiterrorismo della procura di Milano - è che «il livello della protesta No Vax si alzi specialmente a partire da venerdì, quando il Green Pass diventerà obbligatorio: la manifestazione rischia di allargarsi a dismisura, fino a non riuscire più a controllarla in maniera adeguata».

     

    ALBERTO NOBILI ALBERTO NOBILI

    Ma, da uomo delle istituzioni, con la sua esperienza e conoscenza della piazza, il magistrato si dice «ottimista: il fenomeno è imprevedibile, l'importante è non farsi trovare impreparati, abbiamo tutti gli strumenti per arginarlo».

     

    Dottor Nobili, chi sono i manifestanti che da dodici settimane vediamo ogni sabato a Milano?

    «La mia sensazione è che il gruppo originario di persone (poche giovani, molte di mezza età) che criticano il vaccino e vivono il Green Pass come una forma di costrizione sia diventato una calamita di soggetti che manifestano il loro dissenso per problemi sociali ed economici emersi dopo la pandemia. Sono persone a cui del vaccino non importa. Interessa più che altro la contestazione al sistema».

     

    Tra loro ci sono anche i neofascisti?

    no green pass a roma 1 no green pass a roma 1

    «L'infiltrazione soprattutto di gruppi di estrema destra e di qualche anarchico è oramai provata e pacifica. In particolare i primi puntano a prendere la testa del corteo, a indirizzare e dirigere i manifestanti con due obiettivi: darsi visibilità per ottenere adesioni, ma anche scegliere i bersagli da colpire, i luoghi dove portare le persone».

     

    manifestazione no green pass a roma 87 manifestazione no green pass a roma 87

    Chi sono?

    «Soprattutto esponenti di Forza Nuova. Qualcuno anche di Casapound. Qui a Milano per adesso il fenomeno è contenuto. Ma, da indagini in corso, sappiamo che questi estremisti stanno cercando di potenziare la loro partecipazione proprio per assumere un ruolo di primo piano».

     

    Perché lo fanno?

    manifestazione no green pass a roma 86 manifestazione no green pass a roma 86

    «A loro non credo interessi del vaccino. Puntano a cavalcare il malcontento di migliaia di persone, farlo proprio e farsene portavoce. Si tratta di un boccone ghiotto, una sorta di successo elettorale».

     

    Si discute della possibilità di sciogliere Forza Nuova. Cosa ne pensa?

    «È una decisione che spetta ai politici. Per quel che mi riguarda, è un gruppo che tende quasi esclusivamente ad azioni violente, di contrasto quasi fisico con le istituzioni: è giusto che questa ipotesi venga presa in considerazione».

     

    manifestazione no green pass a roma 85 manifestazione no green pass a roma 85

    Risolverebbe il problema delle manifestazioni?

    «Non credo possa bastare. Forza Nuova sta cercando di manipolare il movimento No Vax che già esisteva. L'unica vera possibilità è provare a riprendere un dialogo che purtroppo è stato interrotto».

     

    Che cosa intende?

    «Queste manifestazioni distruggono uno dei cardini della nostra civiltà che è il contraddittorio, sedersi intorno a un tavolo e discutere per cercare una soluzione.

     

    manifestazione no green pass a roma 81 manifestazione no green pass a roma 81

    L'infiltrazione di persone violente che non sono portate alla dialettica ma alla prevaricazione è un problema per qualsiasi forma di democrazia. Mi auguro che si riesca a recuperare il dialogo con queste persone.

     

    Che, tra i cinquemila manifestanti milanesi venga selezionato un gruppo di delegati con cui le istituzioni possano parlare e cercare delle soluzioni».

     

    manifestazione no green pass a roma 8 manifestazione no green pass a roma 8

    Secondo lei è possibile?

    «Credo di sì. Anche perché nessuno vuole impedire l'esercizio del diritto di manifestare, che è garantito dalla Costituzione. Ma quando viene esercitato con violenza e prevaricazione, come sta accadendo, va contrastato: la condotta non il diritto, il pensiero».

     

    manifestazione no green pass a roma 79 manifestazione no green pass a roma 79

    Oggi sono arrivate le prime condanne ai No Vax più violenti a Milano.

    «Polizia e Digos li hanno arrestati in queste due settimane. Il loro lavoro è fondamentale. Non è facile gestire cortei non autorizzati per dodici settimane di fila. L'obiettivo diventa quello di ridurre al minimo qualsiasi forma di violenza. Il principio è che quando non puoi riportare l'ordine che è stato violato da cinquemila persone devi saper gestire il disordine. E questo è stato fatto con saggezza e intelligenza».

    Guarda la fotogallery


    Caldaia: perché è il momento giusto per cambiarla

    ultime notizie