• Dagospia

    GUERRA ALL’ULTIMO SPRITZ - LVMH, IL COLOSSO FRANCESE PROPRIETARIA DELLA "MOET HENNESSY", HA ANNUNCIATO CHE VENDERA’ SPRITZ PRECONFEZIONATO - UN "AFFRONTO" AD UNA BEVANDA ICONA DELLO STILE DI VITA ITALIANO - BASTERÀ A PER METTERE NELL’ANGOLO IL PROSECCO? NEL 2020 LE BOTTIGLIE DI PROSECCO VENDUTE NEL MONDO SONO STATE 92 MILIONI CONTRO I 20 MILIONI DELLO CHANDON - IL QUOTIDIANO FRANCESE ‘’LES ECHOS’’ PROVA A SMINUIRE LE ORIGINI ITALIANE DELLO SPRITZ, MA SAPETE CHI E’ L’EDITORE? IL GRUPPO LVMH...


     
    Guarda la fotogallery

    spritz spritz

    Giuseppe Baselice per www.firstonline.it

     

    Chiamatela pure “guerra dello spritz“. L’eterna sfida tra Italia e Francia sul mercato del vino si arricchisce di un nuovo affascinante capitolo: i cocktail. Oggetto della contesa è stavolta il drink da aperitivo a base di Aperol (o Campari), seltz e Prosecco, concettualmente importato in Italia dalla tradizione austriaca ma ufficialmente inventato in Veneto un secolo fa (e riconosciuto come cocktail dal 2011) e ormai famoso e consumato in tutto il mondo.

    chandon garden spritz 4 chandon garden spritz 4

     

    Proprio per questo, è finito nel mirino di LVMH, il colosso francese che si occupa di lusso ma attraverso Moet Hennessy anche di liquori e vini, in particolare di bollicine. Tra i suoi marchi c’è dagli anni ’50 Chandon, un vino frizzante simile al Prosecco (e da non confondere col pregiato champagne Moet & Chandon), venduto principalmente nei suoi Paesi di produzione e cioè Usa, Brasile, Argentina, Australia e Cina.

     

    Adesso però per Chandon, che non viene prodotto in Francia ma è un brand inventato da francesi, è arrivato il momento di tornare a casa, di sbarcare sul mercato europeo.

    chandon garden spritz 3 chandon garden spritz 3

     

    E lo farà entrando direttamente nel mondo dei cocktail, che è in piena espansione e cresce cinque volte di più di quello del vino. Quello azzardato da LVMH è un vero e proprio affronto ad una bevanda che ormai è diventata icona dello stile di vita italiano: entro maggio in Francia, Usa, Regno Unito, Germania e altri Paesi del Nord e dell’Est Europa lo Chandon arriva direttamente sotto forma di spritz, con l’inequivocabile denominazione “Chandon Garden Spritz”.

    chandon garden spritz 2 chandon garden spritz 2

     

    Le bollicine usate sono quelle prodotte nei vigneti argentini, alle quali vengono aggiunte scorze d’arancia macerate. Lo spritz originale infatti viene sempre servito accompagnato da una fetta di arancia, ma i francesi giurano che un prodotto pre-confezionato possa comunque essere di qualità e aderente alle aspettative del consumatore: “Il Garden – sostiene la presidente di Chandon Sibylle Scherer – è tutto tranne che un cattivo vino mascherato da aperitivo. Il risultato finale è molto equilibrato e gli ingredienti sono tutti di alta qualità”.

     

    La bottiglia di questo spritz alla francese costa 19 euro e viene venduta anche attraverso l’e-commerce Chandongarden.com. In bar e ristoranti il prezzo sale a 35 euro, oppure 8-10 euro a bicchiere, più o meno come il drink originale venduto in città come Milano e Parigi.

     

    spritz spritz

    Basterà a LVMH per mettere nell’angolo il Prosecco? Sarà molto difficile, visto che il vino veneto viene da anni di grande espansione e successo e forse non è mai stato così popolare come adesso: nel 2015 ha superato il miliardo di euro di export, nel 2019 le colline dove viene prodotto sono state riconosciute come patrimonio UNESCO e sempre in quell’anno è diventato il vino italiano più consumato all’estero, soprattutto nel Regno Unito e con un exploit proprio a casa dei rivali transalpini, dove le sue vendite sono aumentate in un solo colpo del 50%.

     

    prosecco prosecco

    Nel 2020, le bottiglie di Prosecco vendute nel mondo sono state 92 milioni, contro i 20 milioni dello Chandon (venduto principalmente in Usa e Argentina).

     

    Ad oggi le bollicine valgono solo il 6% del mercato totale del vino, ma non è detto che la sfida dello spritz non possa in qualche modo innescare un potenziale di ulteriore crescita. Con l’Italia che parte in prima fila, e i francesi ad inseguire.

     

    “Chandon vuole la sua parte nel mercato dell’aperitivo. Non vuole lasciare che gli italiani Aperol e Prosecco si approprino di un cocktail inventato dagli austriaci”, arriva a scrivere il quotidiano francese Les Echos, fornendo una lettura storica non proprio precisa. Chi è l’editore di Les Echos? LVMH.

    spritz 3 spritz 3 chandon garden spritz chandon garden spritz spritz 9 spritz 9 spritz spritz chandon garden spritz 5 chandon garden spritz 5 spritz 2 spritz 2

     

    Guarda la fotogallery


    Con Acea Energia puoi vincere la nuova Fiat 500 Passion Cabrio 100% elettrica. Partecipa al Concorso "Una vincita che farà ECO". Scopri di più!

    ultime notizie