• Dagospia

    “MEGALO’” COLPISCE ANCORA: "NON ESCLUDO LA SUPERLEGA" - IL CAPO DELLO SPORT ITALIANO GIOVANNI MALAGO’ APRE AL DISCUSSO PROGETTO DI PEREZ&AGNELLI: "TRA QUALCHE ANNO POTREBBE CONCRETIZZARSI" – SULLE OLIMPIADI DI TOKYO: “SI FARANNO SENZA DUBBIO. ORA COMINCIAMO LA VACCINAZIONE CAPILLARE DEI NOSTRI ATLETI”. QUASI LA METÀ DELLA SPEDIZIONE AZZURRA È GIÀ STATA VACCINATA PERCHÉ FA PARTE DI...


     
    Guarda la fotogallery

    Stefano Scacchi per "la Stampa"

     

    giovanni malagò foto mezzelani gmt010 giovanni malagò foto mezzelani gmt010

    A una settimana dall' abiura di quasi tutti i suoi fondatori, travolti da stroncature quasi unanime, Giovanni Malagò, capo dello Sport italiano, commenta la Super Lega lasciando aperto uno spiraglio futuro: «Non mi sentirei di garantire né di escludere che magari tra qualche anno, non credo prima, tutto questo possa concretizzarsi. Certo sarà doveroso lavorare a un accordo con le istituzioni sportive», ha detto il numero uno del Foro Italico intervistato dalla trasmissione "Restart" di Rai Due.

     

    Malagò non esprime giudizi di merito, ma si limita a chiedere un metodo diverso rispetto a quello seguito dagli scismatici del pallone dieci giorni fa. Quasi un assist a Juventus, Inter e Milan, visto che l' iniziativa è stata subissata da un diluvio di critiche, mentre Malagò rimane possibilista. Di sicuro un atteggiamento lontano dalle scudisciate del presidente della Figc, Gabriele Gravina, che ha introdotto la possibilità di sanzioni severe nei confronti dei tre club italiani se non rinnegheranno anche contrattualmente l' iniziativa capeggiata dal presidente del Real Madrid, Florentino Perez.

    giovanni malagò foto mezzelani gmt002 giovanni malagò foto mezzelani gmt002

     

    Malagò, in piena campagna elettorale per la rielezione al vertice del Coni, ne approfitta per ricordare la sua posizione a favore di un' austerity nel calcio per calmierare i super-ingaggi dei calciatori, una delle cause dell' enorme indebitamento dei fondatori della Super Lega: «Durante la pandemia, prima che ricominciasse il campionato, mi ero permesso di dire che il calcio dovesse ripartire, sennò saltava il banco, ma che si doveva approfittare di quel momento per rivedere alcuni contratti assolutamente esagerati». Un dibattito che ora coinvolge tutte le istituzioni calcistiche nazionali e internazionali proprio per evitare che i grandi club possano immaginare nuovamente una sortita come quella della Super Lega.

    agnelli florentino perez agnelli florentino perez

     

    Al di là del calcio e del discusso progetto dei 12 club sfumato in appena 48 ore, Malagò rassicura sullo svolgimento delle Olimpiadi di Tokyo: «Si faranno senza ombra di dubbio. Abbiamo appena ricevuto l' ufficializzazione. Ora cominciamo la vaccinazione capillare dei nostri atleti». Peraltro quasi la metà della spedizione azzurra è già stata vaccinata perché fa parte di gruppi militari.

     

    Le rassicurazioni sull' immunizzazione della comitiva italiana fa parte di un approccio generale per aiutare a rassicurare la popolazione giapponese, sempre più preoccupata per l' arrivo di atleti da tutto il mondo con il rischio di portare nel paese nipponico varianti a tappeto. Proprio ieri il presidente del Cio, Thomas Bach, ha partecipato in Giappone a un incontro con il comitato organizzatore, il governo e l' autorità metropolitana per innalzare il livello delle misure a tutela della salute: «Tutti gli atleti saranno testati ogni giorno», ha detto Bach.

    giovanni malagò foto mezzelani gmt003 giovanni malagò foto mezzelani gmt003 bach malagò bach malagò

    Guarda la fotogallery
    ultime notizie