• Dagospia

    LA VERSIONE DI MUGHINI - "UNA GRAN BELLA PARTITA. PRIMA UNA JUVE CHE FA DUE GOL UNO PIÙ BELLO DELL’ALTRO E POI UN NAPOLI CHE GIOCA, TROVA UN RIGORETTO E CHIUDE LA PARTITA ALL’ATTACCO. DYBALA, RESTITUITO AL GRANDE CALCIO, SARÀ DECISIVO NELLE PROSSIME 9 PARTITE IN CUI LA JUVE SI GIOCA L’INGRESSO IN CHAMPIONS E I CIRCA 80-100 MILIONI DI EURO DI CUI IL SUO BILANCIO HA UN ASSOLUTO BISOGNO? OVVIO CHE SÌ" – VIDEO DEL GOL DI RONALDO CON LA SERPENTINA UBRIACANTE DI CHIESA


     
    Guarda la fotogallery

     

     

    Giampiero Mughini per Dagospia

     

    gianluigi buffon juventus napoli gianluigi buffon juventus napoli

    Caro Dago, un gran bel Juve-Napoli, le due squadre che si contendono spasmodicamente quel terzo e quarto posto del campionato italiano che spalancano il portone della Champions. Prima una Juve che fa due gol uno più bello dell’altro e poi un Napoli che gioca, manovra, arriva al tiro dal limitare dell’area e infine trova un rigoretto e chiude la partita all’attacco nella speranza di guadagnarsi il 2-2.

     

    Forse una partita meno drammatica di quello che io mi aspettavo, perché la Juve è apparsa fluente come rarissimamente era avvenuto in questo torneo. Dopo un minuto e mezzo Danilo (forse il migliore in campo assieme a Chiesa) ha scodellato in area dalla destra una palla che a Ronaldo sarebbe bastato colpirla con le ciglia per metterla dentro, e invece è riuscito a quasi non colpirla.

    juventus napoli juventus napoli

     

    Pochi minuti dopo, e sempre sulla destra, Chiesa ha fatto una di quelle cose che da sole valgono il prezzo del biglietto di una partita di calcio. Ha dribblato un primo avversario, ha cambiato direzione in corsa a dribblarne un secondo, ha di nuovo cambiato direzione a fare un tunnel ancora al secondo, e ha deposto come un piatto d’argento una palla al centro dell’area napoletana dove Ronaldo questa volta ha fatto il Ronaldo e cioè il suo venticinquesimo gol in campionato. Bella Juve, ripeto. Palla che scorreva bene da un reparto all’altro, da un uomo all’altro. Bene anche il Napoli, che faceva eccome la sua partita.

     

    cristiano ronaldo juventus napoli 2 cristiano ronaldo juventus napoli 2

    Poi succede che a metà del secondo tempo Pirlo mette Paulo Dybala in luogo di un Morata così e così. Passano quattro o cinque minuti e a Dybala che è fermo sul limitare dell’area napoletana arriva un passaggio rasoterra che gli mette la palla sul piede sinistro. Lui da fermo ruota col corpo e colpisce la palla di sinistro al modo di un gran colpo di biliardo, palla imprendibile che va nell’angolino alla destra del portiere. A questo punto è da brividi quello che succede in campo, dalla panchina della Juve e dal campo sono almeno una dozzina i bianconeri che si precipitano a tuffarsi su di lui e dunque onorare Dybala, restituito al grande calcio dopo quasi un anno che ne era remoto.

    juventus napoli 9 juventus napoli 9

     

    Se un Dybala recuperato sarà decisivo nelle prossime nove partite in cui la Juve si gioca l’ingresso in Champions e dunque i circa 80-100 milioni di euro di cui il suo bilancio ha un assoluto bisogno come noi dell’aria che respiriamo? Ovvio che sì. E con questo ho detto tutto.

    juventus napoli juventus napoli juventus napoli 3 juventus napoli 3

    GIAMPIERO MUGHINI

    cristiano ronaldo juventus napoli cristiano ronaldo juventus napoli juventus napoli juventus napoli juventus napoli juventus napoli cristiano ronaldo juventus napoli cristiano ronaldo juventus napoli juventus napoli juventus napoli juventus napoli juventus napoli juventus napoli juventus napoli juventus napoli 2 juventus napoli 2

    Guarda la fotogallery
    ultime notizie