• Dagospia

    DA 50 ANNI SENTO PARLARE DI CRISI DEL CINEMA MA HO SEMPRE VOLUTO FAR FINTA CHE NON CI FOSSE” – NANNI MORETTI: "LA CRISI DELLE SALE MI FA MALE. HO PROVATO DOLORE QUANDO HO SAPUTO CHE SCORSESE STAVA GIRANDO UN FILM PRODOTTO DA NETFLIX. E QUALCHE MESE FA, QUANDO HO CAPITO CHE IL FILM CHE AVEVA VINTO L'OSCAR LO POTEVO VEDERE A CASA MIA SU SKY, LA COSA MI HA FATTO UN PO' SCHIFO. E ALLA FINE NON HO VISTO IL FILM” – LA FINE DELLE RIPRESE DEL NUOVO FILM IN USCITA NEL 2023


     
    Guarda la fotogallery

    Ilaria Ravarino per “il Messaggero”

     

    nanni moretti nanni moretti

    Ha finito lunedì scorso le riprese del suo nuovo film «in uscita nel 2023», Il sol dell'avvenire, e da martedì è in montaggio. Regista, attore, produttore ed esercente, dopo aver riaperto sabato scorso l'Arena Nuovo Sacher con Ennio di Tornatore (la coda all'ingresso è cominciata un'ora prima dell'apertura), da oggi - dopo due anni di assenza imposta dalla pandemia - Nanni Moretti inaugura la rassegna di 11 film Bimbi Belli - Esordi nel cinema italiano, da lui selezionati e premiati il 22 luglio dal pubblico (miglior film, attrice, attore e l'epico miglior dibattito).

     

    Ha riaperto l'Arena: non teme la crisi delle sale?

    «Da cinquant' anni sento parlare di crisi del cinema - proprio cinquant' anni fa finivo il liceo e confusamente cominciavo a pensare e sperare di fare dei film - ma ho sempre fatto finta di niente. I film italiani non andavano bene e non avevano un'identità? Ho fondato la mia casa di produzione per produrre film italiani. Le sale chiudevano e la gente vedeva le videocassette pirata? Ho aperto un cinema. Il pubblico se ne fregava del giovane cinema italiano? Ho inventato Bimbi belli, una rassegna dedicata agli esordienti. Ho sempre voluto far finta che la crisi non ci fosse, rilanciando».

    nanni moretti elefanti nanni moretti elefanti

     

    E fa finta anche oggi?

    «Ora non posso più negare una crisi delle sale che è sempre più evidente. E dirlo mi fa male, perché scrivo, dirigo e produco film per i cinema, e senza andare al cinema non ci so stare. Ho provato dolore quando ho saputo che Scorsese stava girando un film prodotto da Netflix. E qualche mese fa, quando ho capito che il film che aveva vinto l'Oscar lo potevo vedere a casa mia su Sky, la cosa mi ha fatto un po' schifo. E alla fine non ho visto il film».

     

    Tutta colpa delle piattaforme?

    «I problemi sono tanti. Produttori che piuttosto che rischiare producendo film per le sale si rifugiano nel mortifero e rassicurante abbraccio delle piattaforme, critici che vedono ridursi (fino a sparire del tutto) lo spazio per una recensione su un giornale, distributori che a tre giorni dalla prima non sanno dove uscirà il loro film, spettatori disorientati».

    NANNI MORETTI LEONI NANNI MORETTI LEONI

     

    Disorientati?

    «Trenta o quarant' anni fa, le benemerite distribuzioni Academy, Bim, Mikado, distribuivano solo i bei film d'autore di Rohmer, Guney, Almodovar, Wenders, Fassbinder. Ora purtroppo vengono importati e distribuiti molti brutti film d'autore. E il pubblico, dopo che vede due o tre brutti film d'essai, poi non ci torna più a vedere film indipendenti».

     

    Il teatro lo frequenta?

     «Quest' anno sono andato tantissimo a teatro, mai andato tanto in vita mia, uscendone spesso appagato. I teatri erano quasi sempre pieni (a differenza dei cinema). A certi spettacoli - per esempio Tavola tavola, chiodo chiodo, di Lino Musella - c'era un pubblico di giovanissimi, con una partecipazione da concerto rock. Sono andato spesso al Teatro Vascello, e poi l'India, l'Argentina, le carrozzerie n.o.t, il Teatro Parioli...».

     

    I suoi esordi come li ha scelti?

    ELEFANTI AI FORI IMPERIALI PER IL FILM IL SOLE DELL'AVVENIRE DI NANNI MORETTI ELEFANTI AI FORI IMPERIALI PER IL FILM IL SOLE DELL'AVVENIRE DI NANNI MORETTI

    «I fine settimana dell'ultimo mese li ho passati tutti a vedere film di esordienti. Tra un debutto ben fatto, formalmente impeccabile ma freddo, e uno imperfetto, magari anche rozzo, ma vitale e che mi comunica qualcosa, scelgo il secondo. In arena molti registi verranno a presentare i loro film, ci sarà anche un concerto di Giovanna Marini e sarà proiettato Piazza, il documentario di Karen Di Porto che ho prodotto. E dopo l'estate sarà distribuito nei cinema Las Leonas di Isabel Achaval e Chiara Bondi, altro documentario prodotto dalla Sacher Film».

    ELEFANTI AI FORI IMPERIALI PER IL SOL DELLAVVENIRE DI NANNI MORETTI ELEFANTI AI FORI IMPERIALI PER IL SOL DELLAVVENIRE DI NANNI MORETTI nanni moretti al nuovo sacher nanni moretti al nuovo sacher nanni moretti laura morante nanni moretti laura morante nanni moretti tre piani nanni moretti tre piani nanni moretti nanni moretti nanni moretti nanni moretti nanni moretti nanni moretti nanni moretti nanni moretti ELEFANTI AI FORI IMPERIALI PER IL SOL DELLAVVENIRE DI NANNI MORETTI ELEFANTI AI FORI IMPERIALI PER IL SOL DELLAVVENIRE DI NANNI MORETTI

    Guarda la fotogallery


    ultime notizie