• Dagospia

    OBTORTO COLLE - SALVINI CERCA L'INCONTRO (RISERVATO) CON MATTARELLA PER CAPIRE QUALI SIANO LE REALI INTENZIONI DEL QUIRINALE IN CASO DI SHOWDOWN POLITICO (LEGGASI CRISI DI GOVERNO) - IL LEADER LEGHISTA AVREBBE APPRONTATO UNA NUOVA STRATEGIA CON I SUOI FEDELISSIMI, CIOÈ QUELLA DI OTTENERE L'APPROVAZIONE DEL DECRETO SICUREZZA BIS E…


     
    Guarda la fotogallery

    Marco Antonellis per Dagospia

     

    Salvini e Mattarella Salvini e Mattarella

    La notizia, clamorosa, di queste ultime ore che filtra da altissimi ambienti istituzionali è che il Capitano leghista, tramite emissari naturalmente, avrebbe cercato un incontro chiarificatore (e riservato) con il Capo dello Stato, Sergio Mattarella. Il Capitano leghista, fanno filtrare da via Bellerio,  vorrebbe informalmente provare a sondare il terreno per capire che "aria tira" nei palazzi che contano in merito alla Moscopoli che imbarazza sempre più la Lega e cercare "de visu" di scoprire le intenzioni del solitamente imperscrutabile Mattarella in caso di showdown politico (leggasi crisi di governo).

    salvini mattarella salvini mattarella

     

    Insomma, il Capitano leghista per la prima volta nella sua ancora giovane carriera politica si trova con le spalle al muro. Anche perché, avendo ben compreso che nulla di quanto sta accadendo in questi giorni è casuale e che di troppa tattica si può morire ("Nulla è casuale, sono meccanismi ben collaudati" ricordava ieri ai più stretti collaboratori) il leader leghista avrebbe approntato una nuova strategia con i suoi fedelissimi, cioè quella di ottenere l'approvazione del decreto Sicurezza bis che dovrebbe arrivare in Aula il prossimo 22.

     

    Dopo di ciò, deciderà il da farsi: "Una volta portato a casa il Decreto non ce ne sarà più per nessuno" spiegano dall'entourage del VicePremier. "Sui dossier chiave non accetteremo "no": autonomia regionale, flat tax e riforma della giustizia”.

     

    CONTE SALVINI DI MAIO MOAVERO MATTARELLA CONTE SALVINI DI MAIO MOAVERO MATTARELLA

    Insomma, il Capitano è arrabbiato tanto che non escluderebbe più nemmeno la possibilità di scatenare la crisi di governo in piena estate e costringere così il Quirinale al voto (o a fare un altro governo) durante la legge di bilancio, ipotesi temutissima dal Colle perchè quasi sicuramente porterebbe il Paese all'esercizio provvisorio. "Noi una manovra alla Monti non la votiamo se lo mettano bene in testa Conte, Di Maio e il Quirinale", spiegano ora i leghisti. Per questo in casa Lega in queste ore si valutano tuti gli scenari, compreso quello della crisi di governo dopo il 20 luglio, una crisi che farebbe pagare ad altri la prossima manovra lacrime e sangue (consentendo così al partito di Salvini di guadagnare ulteriori consensi).

    Guarda la fotogallery
    ultime notizie