• Dagospia

    PIRLO, CHE SUCCEDE? ALLA JUVE NON BASTA MORATA, IL CROTONE STRAPPA IL PARI E CONQUISTA IL PRIMO PUNTO IN CAMPIONATO – RIGORE FISCHIATO AI CALABRESI, ESPULSO CHIESA NELLA RIPRESA. LA VAR CANCELLA IL RADDOPPIO DELL’EX ATLETICO – PIRLO IN VENA DI ESPERIMENTI LANCIA IL GIOVANE PORTANOVA - ZILIANI CONTRO PARDO E CRAVERO: "UN GIORNO IN SERIE A SPUNTA UN ARBITRO NORMALE, CHE FISCHIA RIGORI E DISTRIBUISCE CARTELLINI GIALLI E ROSSI QUANDO È IL CASO, ANCHE ALLA JUVE, E I TELECRONISTI DI DAZN CHE FANNO? GLI DANNO ADDOSSO. “ESAGERATO”. “FISCALE”. SIAMO MESSI COSÌ"


     
    Guarda la fotogallery

    crotone juve crotone juve

     

    Francesco Fontana per gazzetta.it

     

    Un ottimo Crotone frena una Juventus non ancora “vera”: numeri e occasioni alla mano l’1-1 dello “Scida” rispecchia quanto visto in un match, tutto sommato, equilibrato. Si porta a casa un punto meritato Stroppa, bravo e intelligente nel sorprendere un Pirlo in vena di esperimenti (titolare il giovane Portanova) e che al 60’ rimane in inferiorità numerica per l’espulsione di Chiesa (duro intervento su Cigarini). I gol arrivano nei primi 45’: Simy apre su rigore (Bonucci atterra Reca), Morata pareggia da bomber su assist proprio di Chiesa. Per il Crotone arriva il primo punto in campionato, i campioni d’Italia salgono a quota 8 in classifica (come il Napoli), a -1 dall’Atalanta e a -3 dal Milan.

     

    PIRLO LANCIA PORTANOVA

    crotone juve fourneau crotone juve fourneau

    Formazioni: per Buffon arriva la 650esima presenze in Serie A. È questo il regalo di Pirlo, che concede a Szczesny un turno di riposo in vista della Champions League (martedì si gioca a Kiev). Dietro tira il fiato Chiellini, con Danilo e Bonucci c’è Demiral. La sorpresa è Portanova, che obbliga Cuadrado alla panchina: largo a destra nel 3-4-2-1 bianconero ecco Chiesa, il classe 2000 si piazza là davanti con Kulusevski alle spalle di Morata, l’unica punta (out Cristiano Ronaldo, causa Covid-19). Per il resto, nessuna sorpresa: Frabotta a sinistra, in mezzo coppia Bentancur-Arthur. Il Crotone punta su Messias e Simy in attacco con Pereira, Molina, Cigarini, Vulic e Reca a centrocampo. In difesa, davanti a Cordaz, Magallan, Marrone (ex di turno) e Luperto. Arbitra Fourneau di Roma.

     

     

    crotone juve crotone juve

    APRE SIMY, MORATA GOL—   Parte forte il Crotone (Simy pronti-via ci prova dal limite, palla fuori al 2’) e nei primi 10’ concede pochissimo, anzi, nulla alla Juventus. E puntuale, al 12’, arriva il vantaggio: Reca anticipa Bonucci, che in ritardo lo manda giù (giallo per il difensore bianconero). Fourneau non ci pensa due volte e indica il dischetto. Proprio Simy spiazza Buffon, il Crotone passa.

     

    La Juve prova a prendere le misure, con il passare dei minuti alza il ritmo e al 22’ arriva il pareggio con un cross dalla destra di Chiesa, bravissimo a cogliere Morata al centro che in spaccata, da bomber, non sbaglia: 1-1 e si riparte. Nella seconda parte del primo tempo ci prova due volte Portanova: al 39’, dalla distanza, non preoccupa Cordaz (conclusione a lato), al 42’ – su assist super di Morata – viene chiuso dal portiere del Crotone, attento in uscita bassa. Il risultato non cambia, anche perché Buffon - in bagher - si oppone a Pereira.

     

    CHIESA OUT. MORATA VAR—   Si ricomincia con la Juve subito pericolosa con il controbalzo di Bentancur che sfiora il palo alla destra di Cordaz, il Crotone risponde al 51’ con Messias che, da ottima posizione (in pratica, dall’area piccola), cicca non colpendo la palla. Brivido per Buffon, è ancor più grande quello al 54’: Cigarini dal limite la manda alta di pochissimo. Soffre la Juve e Pirlo cambia (out Portanova, dentro Cuadrado), ma al 60’ rimane in dieci per il rosso di Chiesa, espulso per un fallo in ritardo su Cigarini. Tre minuti dopo a tremare è Cordaz, che viene graziato dal palo sul gran colpo di testa di Morata.

     

    crotone juve chiesa crotone juve chiesa

    La partita è viva, vivissima: i 970 spettatori dello “Scida” si divertono. Tocca a Bernardeschi (altro ex del match) e Rabiot, sotto la doccia Kulusevski e Arthur. Dall’altra parte a Rispoli e Siligardi, fuori Pereira e Vulic. La Juve assapora la vittoria quando passa a 15’ dalla fine, ma il tap-in di Morata sul bell’assist di Cuadrado viene annullato dalla squadra-Var (spagnolo in fuorigioco millimetrico sul cross di Cuadrado). I rossoblù resistono anche nei 7’ di recupero, alla fine il pareggio li premia: Pirlo si augura di vedere, martedì a Kiev, una Juve decisamente diversa.

    andrea pirlo foto mezzelani gmt 027 andrea pirlo foto mezzelani gmt 027

    Guarda la fotogallery
    ultime notizie