• Dagospia

    ''SONO LE VENTI'' SI DOVEVA CHIAMARE ‘SONO IL FATTO QUOTIDIANO’” - ALDO GRASSO STRONCA GOMEZ: “IL NUOVO TG DEL NOVE APPARTIENE A PIENO TITOLO, ANCHE IN TERMINI PRODUTTIVI, ALLA GALASSIA TRAVAGLIO. SI ESPONE SOLO QUANDO I 5 STELLE SI SONO GIÀ ESPOSTI E QUINDI LE NOTIZIE NON HANNO BISOGNO DI COMMENTI SCOPERTI” - “L’IMPIANTO SCENOGRAFICO È DI QUELLI CHE TI FANNO VENIRE IL MAL DI TESTA…”


     
    Guarda la fotogallery

     

    1 – «SONOLEVENTI», IL NUOVO TG PER RAGGIUNGERE UN TARGET GIOVANE

    Aldo Grasso per il “Corriere della Sera”

     

    peter gomez sono le venti 1 peter gomez sono le venti 1

    «Quante notizie dà il telegiornale? Come le dà? In che misura e in che modo le manipola?» Questo è il celebre attacco di un articolo di Umberto Eco del 1972, Il Televisionario. Mi è tornato in mente seguendo in questi giorni Sonoleventi, il nuovo tg del Nove condotto da Peter Gomez (ore 20). Invece di Sonoleventi sarebbe stato più giusto chiamarlo Sonoilfattoquotidiano, visto che il notiziario appartiene a pieno titolo, anche in termini produttivi, alla Galassia Travaglio.

    aldo grasso aldo grasso

     

    Davvero Gomez vuol raggiungere un target giovane? Siamo sicuri che non si accontenti di raggiungere uno spettatore già convinto? E cosa c’entra questo tg con la programmazione di Nove? Secondo Eco, la prima regola di trattamento suggeriva di commentare «solo ciò che si può o si deve commentare (tutto deve apparire come pura oggettività)». Che è esattamente quello che ha detto Gomez in sede di presentazione: obiettivi e imparziali senza rinunciare a dire la propria opinione.

     

    GIUSEPPE CONTE OSPITE DI PETER GOMEZ - SONO LE VENTI GIUSEPPE CONTE OSPITE DI PETER GOMEZ - SONO LE VENTI

    Ecco, potremmo fermarci qui, per spiegare il forte impianto ideologico di questo tg, che ha esordito lunedì con una lunga intervista al presidente del Consiglio «Giuseppi» Conte. Gomez difende con forza la proposta sulla prescrizione, voluta dal Guardasigilli Alfonso Bonafede; difende il reddito di cittadinanza e si chiama a commentarlo il sociologo Domenico De Masi (mica pizza e fichi!); parla di Bibbiano sottolineando il fatto, con le interviste on the road, che la popolazione si sente abbandonata dal Pd.

     

    peter gomez sono le venti 3 peter gomez sono le venti 3

    E se parla della lotta all’inquinamento, chi meglio del ministro Sergio Costa?Sonoleventi si espone solo quando i 5 Stelle si sono già esposti e quindi le notizie non hanno bisogno di commenti scoperti. L’impianto scenografico, voluto da Duccio Forzano, è di quelli che ti fanno venire il mal di testa per eccesso di ambizione artistica.

     

    2 – "SONO LE VENTI" IL NON TG STILE SMARTPHONE

    Stefano Balassone per “la Repubblica”

     

    peter gomez sono le venti peter gomez sono le venti

    Sono le venti (canale Nove) scocca in realtà alle 19.53 e termina dopo mezz' ora esatta, ponendosi a cavallo dell' orario dei Tg della sera e facendo ogni sforzo per mostrarsi differente. L' ambientazione è "antirazionalista", rutilante di colori e linee, ma contaminata con immagini di affreschi celebri e figure sghembe; la scrivania col mezzo busto è assente e Gomez conduttore resta esposto, scamiciato e intero, su uno sgabello. Si esprime a frasi corte, è attento a non ripetersi e, in particolare, vola rapido sulle schermaglie di palazzo. Non bada, a differenza di Mentana, a cercare nessi che cuciano la scaletta in un unico racconto.

     

    peter gomez sono le venti 2 peter gomez sono le venti 2

    Tanto più che relega le "notizie importantissime" dentro una veloce hit parade. Fra tante è questa la scelta che più s' adegua al dato di fatto che per intere generazioni, le meno anziane, le notizie si scorrono sullo smartphone durante il giorno, e alla tv ti volgi semmai solo per capirne il senso a fondo.

     

    Il cuore del prodotto è costituito da coppie di fatti mostrati e seguiti dai commenti. C' è il filmato "fatto apposta" che mostra la cosa e/o il luogo del problema, seguito dall' incontro un personaggio competente o per incarico o per sapienza. Così è stato col ministro dell' Ambiente circa i buchi nelle barriere antinquinanti di Porto Marghera, e col sociologo che spiega e critica il perché della paga e dei ritmi di lavoro subiti dalle donne che rassettano le stanze negli alberghi. Oppure Bersani, che convocato a dire delle dimissioni di Di Maio definisce l' humus del primo M5S come "radicalismo civico" centrando anche il nocciolo editoriale del "non TG" di Gomez.

     

    peter gomez peter gomez

    Il modello centrato sul "contenuto approfondito" comporta, se non scambiamo la realtà con i nostri auspici, due conseguenze: limita i costi rispetto all' uso di un corpo redazionale classico, ossificato in generi e materie; non richiede, per tenere sveglio lo spettatore, di pizzicarne il senso di paura e allarme permanente. Il pubblico della Nove fin qui risponde.

    Guarda la fotogallery
    ultime notizie