• Dagospia

    UNA NUOVA SCIAGURA SI ABBATTE SUL PD: L’ARRIVO DI LAURA BOLDRINI - ELETTA NELLE LISTE DI “LIBERI E UGUALI”, L’EX PRESIDENTE DELLA CAMERA SI IMBUCA NEL PARTITO DEMOCRATICO DERENZIZZATO: “CON LA DESTRA PEGGIORE DI SEMPRE NON È PIÙ TEMPO DI PICCOLI PARTITI E DI FARE TROPPI DISTINGUO - LA MIA POSIZIONE È DIVERSA DA QUELLA DI BERSANI E ALTRI: IO NON SONO MAI STATA NEL PD…”


     
    Guarda la fotogallery

    laura boldrini laura boldrini

    Estratto dell’articolo di Liana Milella per “la Repubblica”

     

    «Vado con il Pd perché vuole aprire un dialogo con tutti quei mondi che, ieri e oggi, non si sentono più rappresentati e recuperare la fiducia dei giovani che non vanno più a votare». L'ex presidente della Camera Laura Boldrini, eletta nelle liste di Leu, anticipa a Repubblica il suo passo e ne spiega le ragioni.

    gasparri, boldrini, parolin e grasso gasparri, boldrini, parolin e grasso

     

    Ha davvero deciso di lasciare Leu ed entrare nel Pd?

    «[…] con la destra peggiore di sempre non è più tempo di piccoli partiti e di fare troppi distinguo. A forza di farlo rischiamo solo di estinguerci […]».

     

    Quando lo ha deciso?

    «Da tempo, perché già alle Europee avevo votato Pd. […] Ho atteso che fossero scelti ministri e sottosegretari perché non volevo assolutamente che il mio passaggio potesse far pensare a qualcuno che miravo a qualche incarico».

    salvini boldrini salvini boldrini

     

    […] Renzi esce, lei entra. Il Pd diventa più di sinistra?

    «La mia decisione non è legata affatto all' uscita di Renzi e del suo gruppo. Ho maturato da tempo il mio passo. […]».

     

    La sua decisione anticipa quella eventuale di Bersani e dei suoi.

    «La mia posizione è diversa dalla loro perché io non sono mai stata nel Pd, quindi io non rientro nel Pd, ma da indipendente faccio una scelta individuale […]».

     

    Governo Pd-M5S, condivide l'intesa?

    GRASSO BOLDRINI GRASSO BOLDRINI

    «È dovuta alla necessità di uscire da una bolla di propaganda in cui Salvini aveva precipitato il Paese. Il programma ha molti punti importanti e condivisibili […]».

     

    Riesce a dimenticare quel post di Grillo con la famosa domanda "cosa succederebbe se ti trovassi in macchina con la Boldrini?”

    «[…] Non riesco a dimenticarlo. Perché quell' attacco inaugurò una strategia violenta e spregiudicata che ha danneggiato me e anche la mia famiglia. […] ».[…]

     

    Guarda la fotogallery
    ultime notizie