• Dagospia

    APPARECCHIATE LA TAVOLA: E' ARRIVATA LA CARNE IN PROVETTA - UNA SOCIETA' ISRAELIANA HA PRESENTATO LA PIU' GRANDE BISTECCA COLTIVATA IN LABORATORIO MAI PRODOTTA - PESA QUASI 110 GRAMMI ED E' COMPOSTA DA VERE CELLULE MUSCOLARI E ADIPOSE, DERIVATE DA CAMPIONI DI TESSUTO PRELEVATI A UNA MUCCA - LE STAMINALI BOVINE SONO INCORPORATE IN BIO-INCHIOSTRI, UTILIZZATI POI PER STAMPARE LA CARNE IN 3D...


     
    Guarda la fotogallery

    Dagotraduzione dal Guardian

     

    bistecca bistecca

    La società israeliana MeaTech 3D ha presentato la più grande bistecca coltivata in laboratorio mai prodotta, con un peso di quasi 110 grammi. La bistecca è composta da vere cellule muscolari e adipose, derivate da campioni di tessuto prelevati da una mucca. Le cellule staminali bovine viventi sono state incorporate in "bio-inchiostri" che sono stati poi inseriti nella stampante 3D dell'azienda per produrre la bistecca. È stata poi fatta maturare in un incubatore, in cui le cellule staminali si sono differenziate in cellule adipose e muscolari.

     

    Bistecca stampata in 3D da MeaTech Bistecca stampata in 3D da MeaTech

    Le aziende di tutto il mondo stanno cercando di produrre carne da coltura cellulare, sostenendo che creare carne senza allevare e macellare il bestiame è migliore per l'ambiente, il benessere degli animali e potenzialmente per la salute.

     

    Sharon Fima, CEO di MeaTech, ha dichiarato: «La svolta è il culmine di oltre un anno di sforzi nella nostra biologia cellulare e nei processi di ingegneria dei tessuti ad alta produttività, nonché nella nostra tecnologia di bioprinting di precisione. Riteniamo di esserci posti in prima linea nella corsa allo sviluppo di prodotti a base di carne di fascia alta a base cellulare». Ha detto che sono in fase di sviluppo anche linee cellulari per maiale e pollo.

     

    the chicken carne 3d the chicken carne 3d

    La società ha affermato che mirava a produrre carne coltivata allo stesso costo della carne convenzionale. Ma le bistecche non appariranno presto sui piatti dei commensali. La prima avventura dell'azienda nel mercato sarà quella di vendere il grasso coltivato come ingrediente per altri prodotti, con un impianto pilota previsto per il 2022.

     

    «L'annuncio di MeaTech segna un entusiasmante passo avanti in termini di complessità e dimensioni di una bistecca coltivata», ha affermato Seren Kell del Good Food Institute (GFI) Europe. «La stampa 3D consente alle aziende di creare prodotti “a taglio intero” più sofisticati che possono ricreare autenticamente il gusto, la consistenza e la sensazione in bocca della carne convenzionale».

     

    mosa meat mosa meat

    Tuttavia, un osservatore del settore ha dichiarato al Guardian che la stampa 3D è ormai diffusa e che MeaTech deve ancora dimostrare che la sua tecnologia potrebbe essere ampliata e produrre bistecche a un costo ragionevole. La prima bistecca coltivata da cellule è stata prodotta nel dicembre 2018 da un'altra azienda israeliana, Aleph Farms, anche se l'azienda ha affermato all'epoca che il gusto aveva bisogno di ulteriore lavoro.

     

    mosa meat mosa meat

    La carne coltivata da cellule richiede l'approvazione normativa prima di essere venduta al pubblico, e questo è successo per la prima volta alla fine del 2020, quando le crocchette di pollo prodotte dalla società statunitense Eat Just sono state servite ai clienti di Singapore.

     

    Altre aziende che perseguono la carne di laboratorio sono Mosa Meats nei Paesi Bassi, fondata dal Prof Mark Post, che ha prodotto il primo beefburger da laboratorio nel 2013, e Memphis Meats, ora di proprietà di Tyson e Cargill, due delle più grandi aziende di carne del mondo. Un'altra azienda, Meatable, mira a eliminare la necessità di ripetute estrazioni di cellule starter dagli animali creando linee che si moltiplicano continuamente.

     

    aleph farms aleph farms

    Questa settimana, gli scienziati dell'Università di Lisbona in Portogallo hanno annunciato un piano finanziato dal GFI per produrre filetti di branzino da cellule stampate in 3D utilizzando ingredienti di alghe per creare impalcature commestibili su cui far crescere le cellule. Frederico Ferreira, dell'Università di Lisbona, ha detto: «Amo il pesce e voglio continuare a mangiarlo. C'è un ruolo da svolgere per la pesca sostenibile su piccola scala, ma non possiamo continuare la pesca d'altura che causa così tanti danni agli ecosistemi oceanici».

     

    laboratori carne sintetica laboratori carne sintetica

    Kell ha dichiarato: «È iniziata la corsa alla produzione di bistecche intere, filetti di pesce e altre carni utilizzando l'agricoltura cellulare. Ma per rendere accessibili queste innovazioni e ottenere gli enormi benefici ambientali, di salute pubblica e di sicurezza alimentare della carne coltivata il più rapidamente possibile, abbiamo bisogno che i governi investano miliardi nella ricerca e nella commercializzazione».

     

    Le aziende stanno anche producendo bistecche con ingredienti vegetali, come Novameat in Spagna che ha consegnato la bistecca "più realistica" fino ad oggi all'inizio del 2020. Tra i suoi ingredienti: piselli, alghe e succo di barbabietola, estratti in fibre fini per ricreare il tessuto muscolare.

     

    laboratori carne sintetica 2 laboratori carne sintetica 2

    A novembre, Redefine Meat ha presentato a Londra la sua bistecca a base vegetale stampata in 3D. L'assaggiatore del Guardian ha descritto il modo in cui simula la vera carne “straordinario”. Un‘altra azienda che lavora sulla carne a base vegetale è Atlast Food, che utilizza fibre di funghi per creare trame simili alla carne.

     

    carne sintetica carne sintetica

    Per ridurre le emissioni di gas serra dal bestiame ed evitare pericolosi cambiamenti climatici sono essenziali enormi riduzioni di consumo di carne, soprattutto nei paesi ricchi. Uno studio ha scoperto che evitare carne e latticini era il modo migliore per ridurre l'impatto ambientale di un individuo. I prodotti vegetali hanno emissioni molto basse, ma la carne in coltura cellulare può richiedere grandi quantità di energia per essere prodotta, causando potenzialmente emissioni significative a meno che non utilizzi fonti a basse emissioni di carbonio.

    carne sintetica 3 carne sintetica 3 allevamenti bovini allevamenti bovini carne sintetica 2 carne sintetica 2 carne sintetica 4 carne sintetica 4

    Guarda la fotogallery


    ultime notizie