• Dagospia

    VOLETE SMETTERE DI BESTEMMIARE? E' ARRIVATO IL MANUALE TEORICO-PRATICO, SCRITTO DA PADRE ANTONIO MARIATAVA, CHE SPIEGA COME SMETTERE - BISOGNA INIZIARE A UTILIZZARE AFFERMAZIONI EUFEMISTICHE COME "DIO CAMPANARO", "DIO POP", "MASSAIA LA MADONNA", "MADAMA LA MADONNA" - OPPURE PRODURRE LOCUZIONI EFFICACI MA NON BLASFEME, COME "ORTOBIO", "BIOPARCO", "DIPORTO" - ANCORA MEGLIO "PORCODISSE", "PORCODDUE", "MANNAGGIA A DIAZ", "MAREMMA 'MPESTATA"


     
    Guarda la fotogallery

    Filippo Di Giacomo per “il Venerdì di Repubblica”

     

    COME SMETTERE DI BESTEMMIARE - PADRE ALFONSO MARIA TAVA COME SMETTERE DI BESTEMMIARE - PADRE ALFONSO MARIA TAVA

    Nelle lettere alla mamma, don Lorenzo Milano racconta un episodio avvenuto nella parrocchia di San Lorenzo di Calenzano mentre celebrava i funerali di una giovane donna, moglie di un dirigente comunista della locale casa del popolo. Al momento dell'Elevazione, il marito in lutto alzando il pugno verso l'ostia, gridò: «questa non me la dovevi fare» e giù un bestemmione. Commentava don Lorenzo: «e poi dicono che la gente non crede più in Dio».

     

    Se questo è vero, il fiume di bestemmie che circola in ogni ambiente dovrebbe avvertirci che nella società secolarizzata il sacro ci si trova bene. Padre Antonio MariaTava ritiene invece le bestemmie vere nefandezze e ha scritto un apposito manuale pratico-teorico intitolato Come smettere di bestemmiare. È un libro da leggere. Se non altro serve, come annota Giorgia Sallusti in una recensione online, a comprendere che ascoltare Radio Maria (e i laudatores compulsivi, aggiungiamo) senza bestemmiare richiede una preparazione di livello più avanzato di quello proposto da Tava.

     

    bestemmia bestemmia

    Il quale, dopo una disamina sulle situazioni in cui le bestemmie sembrano galleggiare a proprio agio (tradizione, sessismo, potere, denaro e altre) si concentra su quella che più coinvolge i giovani (e le giovani): la bestemmia divertente, quella che dà perniciosa e radicata dipendenza. Perché, scrive l'autore, loro «credendo che insultare il nome di Dio sia divertente, non ne ravvedono il soffio del maligno».

     

    bestemmie bestemmie

    Come evitarlo? Iniziando a utilizzare affermazioni eufemistiche come «dio campanaro, dio pop, massaia la madonna, madama la madonna». Oppure operare variazioni, navigando nell'oceano della fantasia, per produrre locuzioni efficaci ma non blasfeme, come insegnano Elio e Le storie Tese coni loro ortobio, pornodivo, bioparco, diporto.

     

    Perché, attesta il metodo Tava, «sperimentato dall'autore prima su se stesso, poi su una cerchia sempre più ampia, oggi più di sei milioni di persone in tutto il mondo hanno definitivamente smesso di bestemmiare anche grazie a questo manuale». Tutto sta a far schioccare la glottide, quella parte della laringe che comprende le pliche vocali. Perché ogni volta che l'aria esce dai polmoni e le pliche sono serrate, si verificano delle piccole, e piacevoli, esplosioni di sonorità.

     

    bestemmie sui muri bestemmie sui muri

    Che queste siano causate da una bestemmia o da qualcosa di immaginifico, la glottide non lo sa e gode allo stesso modo. Vero? Falso? Esiste davvero padre Tava «religioso, filantropo, manicheo, traduttore, esperto di tossicodipendenza e paura di volare»?

     

    Meglio non chiederselo, perché in questa seconda edizione, dopo averci avvertito di non commettere «la bestialità di comprare» una copia in versione ebook, ci invita a procurarcene una cartacea che stretta tra le mani ci potrà sottrarre «alla depravata corruzione del Maligno». Quindi leggere e sorridere, please!

    Guarda la fotogallery
    ultime notizie