• Dagospia

    DIN DON! È L'ORA DEL BOLLETTINO! – OGGI SONO 2.772 I NUOVI CASI E 37 I DECESSI – SONO STATI EFFETTUATI 278.945 TAMPONI E IL TASSO DI POSITIVITÀ RISALE ALL’1% - LE DOSI DI VACCINO SOMMINISTRATE SONO OLTRE 86,6 MILIONI, CON PIÙ DI 43,4 MILIONI DI CITTADINI CHE HANNO RICEVUTO IL RICHIAMO(80,46% DELLA POPOLAZIONE OVER 12) – L’OMS: “NEL MONDO SIAMO ORA AL LIVELLO PIÙ BASSO DI MORTI DA QUASI UN ANNO”


     
    Guarda la fotogallery

    bollettino 13 ottobre 2021 bollettino 13 ottobre 2021

    Paola Caruso per www.corriere.it

     

    Sono 2.772 i nuovi casi di coronavirus in Italia (ieri sono stati 2.494). Sale così ad almeno 4.707.087 il numero di persone che hanno contratto il virus Sars-CoV-2 (compresi guariti e morti) dall’inizio dell’epidemia. I decessi odierni sono 37 (ieri sono stati 49), per un totale di 131.421 vittime da febbraio 2020. Le persone guarite o dimesse sono complessivamente 4.495.215 e 4.827 quelle uscite oggi dall’incubo Covid (ieri 3.997). Gli attuali positivi — i soggetti che hanno il virus — risultano essere in tutto 80.451, pari a -2.095 rispetto a ieri (-1.560 il giorno prima).

    curva contagi 13 ottobre 2021 curva contagi 13 ottobre 2021

     

    I tamponi e lo scenario

    I tamponi totali (molecolari e antigenici) sono stati 278.945, ovvero 36.340 in meno rispetto a ieri quando erano stati 315.285. Mentre il tasso di positività è 1 % (l’approssimazione di 0,99%); ieri era 0,8%. 

     

    Più contagi in 24 ore rispetto a ieri. Oggi la curva potrebbe essere al «picco settimanale» della sua altalena (la settimana scorsa il picco si è verificato proprio il mercoledì, mentre due settimane fa si è verificato il giovedì). 

     

    coronavirus coronavirus

    Dal confronto con lo scorso mercoledì (6 ottobre) — lo stesso giorno della settimana — quando sono stati registrati +3.235 casi con un tasso di positività dell’1,1%, si vede un lieve miglioramento: oggi infatti ci sono meno nuove infezioni di quel giorno, con una percentuale inferiore (1% contro 1,1%). Il trend è in discesa molto lenta, comunque su dati bassi (sotto quota 3 mila).

     

    CORONAVIRUS - TERAPIA INTENSIVA CORONAVIRUS - TERAPIA INTENSIVA

    A livello globale, il report dell’Oms, mostra che i decessi sono in calo nell’ultima settimana in ogni regione, tranne che in quella europea, come ha spiegato il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus, durante il briefing sulla situazione Covid. 

     

    «Nel mondo siamo ora al livello più basso di morti da quasi un anno, con quasi 50 mila decessi in sette giorni», ha detto Ghebreyesus. In ogni caso, 50 mila decessi «rappresentano ancora un livello alto in modo inaccettabile». Considerando anche che «il numero reale è sicuramente più elevato».

    TERAPIA INTENSIVA CORONAVIRUS TERAPIA INTENSIVA CORONAVIRUS

     

    Il sistema sanitario

    Tornano a diminuire le degenze in ogni area, per il secondo giorno consecutivo. I posti letto occupati nei reparti Covid ordinari sono -113 (ieri -23), per un totale di 2.552 ricoverati. I posti letto occupati in terapia intensiva (TI) sono -3 (ieri -4) — si tratta del saldo tra le persone uscite e quelle entrate in TI —, portando il totale dei malati più gravi a 367, con 19 ingressi in rianimazione (ieri 21).

    Vaccini Vaccini

     

    I vaccinati

    Le dosi di vaccino somministrate sono oltre 86,6 milioni. I cittadini che hanno ricevuto la seconda dose sono oltre 43,4 milioni (80,46% della popolazione over 12). Ad aver ricevuto una sola dose sono 45,8 milioni di persone (84,98% dei vaccinabili), mentre oltre 389 mila hanno avuto la dose aggiuntiva. 

     

    I casi regione per regione

    Il dato fornito qui sotto, e suddiviso per regione, è quello dei casi totali (numero di persone trovate positive dall’inizio dell’epidemia: include morti e guariti). La variazione indica il numero dei nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore.

     

    Lombardia 887.507: +307 casi (ieri +306)

    Veneto 473.362: +348 casi (ieri 342)

    Campania 459.699: +280 casi (ieri +208)

    Emilia-Romagna 426.994: +223 casi (ieri +157)

    Lazio 387.814: +194 casi (ieri +221)

    Piemonte 381.070: +195 casi (ieri +189)

    Sicilia 302.466: +304 casi (ieri 273)

    Toscana 284.970: +215 casi (ieri +135)

    Puglia 270.038: +86 casi (ieri +118)

    Marche 114.674: +71 casi (ieri +54)

    Friuli-Venezia Giulia 114.557: +95 casi (ieri +61)

    Liguria 113.508: +78 casi (ieri +59)

    Calabria 85.243: +141 casi (ieri +170)

    Abruzzo 81.741: +56 casi (ieri +56)

    P. A. Bolzano 77.572: +63 casi (ieri +30)

    Sardegna 75.742: +35 casi (ieri +43)

    Umbria 64.179: +28 casi (ieri +23)

    P. A. Trento 48.701: +26 casi (ieri +23)

    Basilicata 30.481: +17 casi (ieri +20)

    Molise 14.551: +5 casi (ieri 0)

    Valle d’Aosta 12.218: +5 casi (ieri +6)

     

    I decessi regione per regione

    Il dato fornito qui sotto, e suddiviso per regione, è quello dei morti totali dall’inizio della pandemia. La variazione indica il numero dei nuovi decessi registrati nelle ultime 24 ore.

     

    Lombardia 34.098: +5 decessi (ieri +3)

    Veneto 11.799: +1 decesso (ieri +4)

    Campania 7.997: +4 decessi (ieri +6)

    Emilia-Romagna 13.521: +5 decessi (ieri +2)

    Lazio 8.697: +4 decessi (ieri +3)

    Piemonte 11.782: +1 decesso (ieri +2)

    Sicilia 6.915: +6 decessi (ieri +12)

    Toscana 7.218: +2 decessi (ieri +4)

    Puglia 6.811: +1 decesso (ieri +7)

    Marche 3.083: nessun nuovo decesso (ieri +1)

    Friuli-Venezia Giulia 3.830: +1 decesso (ieri +1)

    Liguria 4.416: nessun nuovo decesso per il secondo giorno di fila

    Calabria 1.427: +2 decessi (ieri nessun nuovo decesso)

    Abruzzo 2.550: nessun nuovo decesso (ieri +1)

    P. A. Bolzano 1.198: +1 decesso (ieri nessun nuovo decesso)

    Sardegna 1.656: +2 decessi (ieri +2)

    Umbria 1.456: +1 decesso (ieri nessun nuovo decesso)

    P. A. Trento 1.375: nessun nuovo decesso per il quarto giorno di fila

    Basilicata 621: +1 decesso (ieri +1)

    Molise 497: nessun nuovo decesso dal 29 settembre

    Valle d’Aosta 474: nessun nuovo decesso dal 22 settembre

    Guarda la fotogallery


    Caldaia: perché è il momento giusto per cambiarla

    ultime notizie