• Dagospia

    "I MANESKIN? SONO TERRIBILI" - LA DURISSIMA SENTENZA DEI PORCUPINE TREE: “PER CHI È CRESCIUTO SENTENDO I LED ZEPPELIN, I PINK FLOYD O I BLACK SABBATH, ASCOLTARE UN GRUPPO SIMILE E PRENDERLO SERIAMENTE È DURA, PERCHÉ SONO UNA COPIA SCADENTE DI QUEL CHE ERANO GLI ALTRI"


     
    Guarda la fotogallery

    Novella Toloni per ilgiornale.it

     

    damiano dei maneskin in mutande al festival pinkpop damiano dei maneskin in mutande al festival pinkpop

    "Sarei più interessato a Billie Eilish e Taylor Swift che al nuovo disco degli Iron Maiden o dei Foo Fighters". Steven Wilson, frontman dei Porcupine Tree, non ha usato giri di parole per parlare della scena rock internazionale di oggi. L'artista fondatore e leader della celebre band inglese degli anni '90 ha affondato vecchi e nuovi gruppi rock e nell'ultima intervista rilasciata al Corriere della sera ha criticato un po' tutti compresi i Maneskin.

     

    I Porcupine Tree sono tornati sulla scena musicale con il nuovo album "Closure/Continuation" tredici anni dopo l'ultimo progetto in studio. Con oltre ventisette album pubblicati in trent'anni, cinque raccolte e decine di concerti fatti in giro per il mondo, il gruppo britannico è una delle realtà rock più longeve del Regno Unito. Il loro rock progressivo e sperimentale ha conquistato uno stuolo di fan che ancora oggi, dopo tre decenni di carriera, apprezzano la loro musica. Non è un caso, dunque, che il loro ultimo album in Italia sia il quarto disco più venduto della settimana dietro a Lazza, Shiva e Rkomi e che in Inghilterra al debutto si sia piazzato al secondo posto dietro solo a Harry Styles.

     

     

    STEVEN WILSON PORCUPINE TREE STEVEN WILSON PORCUPINE TREE

    Parlando di rock con il Corriere, però, il leader della band Steven Wilson non è stato affatto clemente con i colleghi: "Ci sono delle nuove band ma il rock ha fallito nel reinventarsi per troppo tempo e ormai è diventato virtualmente invisibile nel mainstream globale". Wilson ha bocciato non solo gli Iron Maiden e i Foo Fighters, ma anche le nuove generazioni di rocker come i Maneskin: "Sono terribili. Certo è fantastico per l'Italia e è sempre positivo quando una band fa conoscere ai ragazzi chitarre e batterie, vorrei solo che fossero un po' meglio. Per chi è cresciuto sentendo i Led Zeppelin, i Pink Floyd o i Black Sabbath, ascoltare gruppi come i Maneskin o i Greta Van Fleet e prenderli seriamente è dura, perché sono una copia scadente di quel che erano gli altri".

     

    MANESKIN MANESKIN

    Poco importa che i Maneskin stiano collezionando un successo dietro l'altro, ottenendo consensi in giro per il mondo, e siano stati scelti dai Rolling Stones per aprire i loro concerti. Per Steven Wilson le rock band di oggi mancano di creatività e ispirazione. Un giudizio simile era arrivato, quasi un anno fa, dal critico musicale Chris Deville, che aveva definito Beggin' - la cover dei Maneskin all'omonimo brano dei The Four Seasons - "atroce e offensiva". Ma si sa, i gusti sono soggettivi.

    damiano dei maneskin in mutande al festival pinkpop damiano dei maneskin in mutande al festival pinkpop damiano dei maneskin in mutande al festival pinkpop damiano dei maneskin in mutande al festival pinkpop damiano dei maneskin in mutande al festival pinkpop damiano dei maneskin in mutande al festival pinkpop

     

    Guarda la fotogallery


    ultime notizie