• Dagospia

    BRUTTO, BASSO E CATTIVO – IL COLESTEROLO LDL CREA PROBLEMI ANCHE SE I SUOI VALORI SONO TROPPO BASSI: SECONDO UNO STUDIO DELL’UNIVERSITÀ DELLA PENNSYLVANIA NEI SOGGETTI CON LIVELLI DI LDL INFERIORI A 70 MG PER DECILITRO SI HA UN MAGGIORE RISCHIO DI ICTUS EMORRAGICO – L’INCREMENTO È NOTEVOLE: IL 169% IN PIÙ RISPETTO A CHI HA I VALORI OTTIMALI – VITA SEDENTARIA, FUMO, DIABETE: ECCO QUANDO PREOCCUPARSI


     
    Guarda la fotogallery

    Da www.dilei.it

    COLESTEROLO COLESTEROLO

     

    Il colesterolo LDL causa problemi alla salute anche se i suoi valori sono troppo bassi. In questi casi, è maggiore il rischio di ictus emorragico.Questa è la conclusione di uno studio condotto da un team di ricercatori dell’Università della Pennsylvania.

     

    I dettagli di questo lavoro clinico, che ha monitorato lo stato di salute di poco più di 96.000 pazienti mai affetti da cancro, ictus e infarti all’inizio dello studio, sono stati pubblicati sulle pagine della rivista Neurology. L’equipe scientifica ha tenuto sotto controllo i livelli di colesterolo LDL per un lasso di tempo pari a 9 anni, considerando anche il numero di casi di ictus emorragico nel corso del suddetto intervallo di tempo.

    COLESTEROLO COLESTEROLO

     

    I risultati hanno portato alla luce un livello di rischio di ictus emorragico abbastanza simile nei soggetti con livelli di colesterolo LDL compresi tra i 70 e i 99 mg/dL. Nei casi di colesterolo LDL con livelli inferiori ai 70 mg per decilitro, è stato invece riscontrato un rischio significativamente maggiore di andare incontro a ictus emorragico.

     

    COLESTEROLO COLESTEROLO

    Si tratta di un incremento a dir poco pesante, pari al 169% in più rispetto alla situazione dei pazienti con colesterolo LDL tra i 70 e i 99 mg/dL (i valori ottimali in ogni caso sono pari a circa 100 mg/dL). Le conclusioni di questo studio condotto dall’equipe del Professor Xiang Gao sono simili a quelli di un’altra ricerca, portata avanti invece da un team del Brigham and Women’s Hospital di Boston e incentrata sulla situazione clinica di circa 28.000 donne over 45.

     

    COLESTEROLO COLESTEROLO

    I risultati in questione pongono in primo piano, non certo per la prima volta, l’importanza di tenere sotto controllo i valori del colesterolo LDL. Quando sono troppo alti espongono infatti a un maggior rischio di infarto e ictus ischemico. Nei casi in cui risultano troppo alti, come abbiamo appena visto comportanto un aumento del rischio di ictus emorragico, condizione patologica grave che si contraddistingue un’insufficiente irrorazione sanguigna dei tessuti del cervello a causa della rottura di un vaso ematico dilatato in maniera anomala.

     

    COLESTEROLO COLESTEROLO

    Gli autori del primo studio consigliano particolare attenzione soprattutto ai soggetti di base a rischio di ictus emorragico, ossia ipertesi, diabetici, fumatori, persone in sovrappeso e che conducono una vita eccessivamente sedentaria.

    COLESTEROLO COLESTEROLO colesterolo colesterolo colesterolo colesterolo COLESTEROLO COLESTEROLO COLESTEROLO COLESTEROLO COLESTEROLO COLESTEROLO COLESTEROLO COLESTEROLO

    Guarda la fotogallery
    ultime notizie