• Dagospia

    L’ULTIMO SGARBO DI GIORGIA MELONI A BERLUSCONI: IL MINISTRO DELLE IMPRESE ADOLFO URSO SI TERRÀ LA DELEGA ALLE TELECOMUNICAZIONI, CRUCIALE PER GLI INTERESSI DI MESIASET – IL “BANANA” SPERAVA CHE FOSSE ASSEGNATA AL FIDO VALENTINO VALENTINI, L’UOMO CHE PER ANNI HA CURATO GLI OTTIMI RAPPORTI DEL CAV CON LA RUSSIA, CHE INVECE SI DOVRÀ ACCONTENTARE DELLE DELEGHE INTERNAZIONALI – MAURIZIO LEO CON LA DELEGA AL FISCO È UN MINISTRO DELLE FINANZE DE FACTO: GIORGETTI È DI FATTO COMMISSARIATO (COME SI È VISTO ALLA CONFERENZA STAMPA DI MARTEDÌ)


     
    Guarda la fotogallery

    Estratto dell’articolo di Giacomo Salvini per "il Fatto quotidiano”

     

    maurizio leo giorgia meloni maurizio leo giorgia meloni

    Il governo Meloni non lavora ancora al completo: la maggior parte dei viceministri e sottosegretari non ha ancora le deleghe assegnate.

     

    Solo a Maurizio Leo, viceministro all'Economia e di fatto il principale consigliere della premier sui temi economici, è stata già affidata (con decreto del presidente della Repubblica) la delega al Fisco rendendolo un ministro delle Finanze de facto.

     

    GIANCARLO GIORGETTI E GIORGIA MELONI GIANCARLO GIORGETTI E GIORGIA MELONI

    È stato lui a scrivere la parte fiscale della legge di Bilancio ed è stato lui che - in maniera inusuale - si è presentato in conferenza stampa con Meloni e Giancarlo Giorgetti per presentarla.

     

    […] Fratelli d'Italia sembra voler fare il pieno e prendersi i dossier più importanti. La partita più scottante politicamente si sta giocando al ministero della Giustizia dove Carlo Nordio è stato affiancato dal meloniano Andrea Delmastro Delle Vedove e dal leghista Andrea Ostellari che devono mitigare le sue posizioni "ipergarantiste", oltre al viceministro forzista Francesco Paolo Sisto.

     

    CARLO NORDIO CARLO NORDIO

    […] Al Ministero delle Imprese e del Made in Italy - il vecchio Mise - il meloniano Adolfo Urso ha deciso di tenersi le deleghe più pesanti senza cederle ai sottosegretari: Urso avrà quella allo Spazio (già ufficializzata nell'ultimo Consiglio dei ministri) che vale 2,3 miliardi del Pnrr, ma anche quella alle Politiche industriali e soprattutto quella alle Telecomunicazioni. Un modo per tenere lontano il viceministro di Forza Italia Valentino Valentini dalle televisioni che interessavano a Silvio Berlusconi.

     

    valentino valentini giorgia meloni valentino valentini giorgia meloni

    Valentini, che ha da sempre ottimi rapporti con la Russia, dovrà accontentarsi delle deleghe internazionali rimaste in capo al Mimit: si occuperà delle Camere di commercio e di lotta alla contraffazione. Il leghista Massimo Bitonci invece avrà le deleghe agli incentivi fiscali, alla Concorrenza e alla Transizione 4.0.

     

    adolfo urso adolfo urso

    Con le Telecomunicazioni, Urso si occuperà di uno dei dossier chiave delle prossime settimane: quello di Tim e della rete unica. Al ministero degli Esteri, invece, nelle prossime ore Antonio Tajani dovrebbe affidare le deleghe ai sottosegretari. Il viceministro Edmondo Cirielli avrà quelle alla Cooperazione e ai Rapporti bilaterali con l'Africa (fondamentale per il dossier immigrazione), Giorgio Silli agli italiani nel mondo e Maria Tripodi alla promozione della lingua italiana.

    adolfo urso giorgia meloni adolfo urso giorgia meloni ADOLFO URSO ADOLFO URSO berlusconi valentino valentini berlusconi valentino valentini ADOLFO URSO GIORGIA MELONI ADOLFO URSO GIORGIA MELONI GIORGIA MELONI - CARLO NORDIO - ILLUSTRAZIONE - IL FATTO QUOTIDIANO GIORGIA MELONI - CARLO NORDIO - ILLUSTRAZIONE - IL FATTO QUOTIDIANO CARLO NORDIO IN VERSIONE CHURCHILL CARLO NORDIO IN VERSIONE CHURCHILL

    MAURIZIO LEO GIORGIA MELONI MAURIZIO LEO GIORGIA MELONI giorgia meloni giancarlo giorgetti giorgia meloni giancarlo giorgetti giancarlo giorgetti giorgia meloni matteo salvini giancarlo giorgetti giorgia meloni matteo salvini MAURIZIO LEO MAURIZIO LEO

    Guarda la fotogallery


    ultime notizie