• Dagospia

    LO RICONOSCETE? E’ STATO IL BAMBINO PRODIGIO DEL CINEMA ITALIANO, FECE IMPAZZIRE IL MONDO QUANDO AVEVA SOLO CINQUE ANNI - È STATO L’ATTORE PIÙ GIOVANE A VINCERE LO “YOUNG ARTIST AWARD”, SI ERA TRASFERITO A NEW YORK PER INSEGUIRE IL SUO SOGNO MA IL CORONAVIRUS L’HA FATTO TORNARE A MONTEFIASCONE, DOVE LAVORA IN UN CALL CENTER DELLA ASL PER TRACCIARE I CONTATTI DEI POSITIVI AL COVID...


     
    Guarda la fotogallery

     

     

    Federica Lupino Giorgio Renzetti per "il Messaggero"

     

    giorgio cantarini 10 giorgio cantarini 10

    «Per gli artisti è un momento molto difficile, bisogna arrangiarsi. E se ci si riesce dando anche una mano nella battaglia contro il Covid-19, è ancora meglio». Quando Giorgio Cantarini, nel 1997, ha esordito nei panni del piccolo Giosuè nel film La Vita è bella aveva appena 5 anni.

     

    Quella sua interpretazione al fianco di Roberto Benigni gli è valsa lo Young Artist award: è stato il più giovane attore a esserne insignito nonché l' unico in Italia. Da allora Cantarini, che oggi ha 29 anni ed è un attore di Montefiascone, in provincia di Viterbo, ha recitato in diverse altre pellicole. Sebbene quello di recitare nel cinema non sia stato un amore a prima vista.

    giorgio cantarini roberto benigni la vita e' bella giorgio cantarini roberto benigni la vita e' bella

     

    Cantarini, proprio per inseguire la sua passione, si è trasferito per un periodo a New York.

    Poi, a cambiare i piani è arrivata la pandemia: così dagli States è tornato a Montefiascone. E qui ha deciso di partecipare al bando della Protezione civile alla ricerca di figure professionali per rafforzare l' attività di contact tracing negli uffici della Asl territoriale.

     

    CALCIATORE MANCATO

    «Io fino a 18 anni volevo fare il calciatore. Poi un po' alla volta realizzai che mi piaceva stare sul set e che quella era la mia vita», ha raccontato.

    giorgio cantarini ne il gladiatore giorgio cantarini ne il gladiatore

     

    Al suo attivo sui diversi set, il giovane attore ha svolto il ruolo del figlio di Russel Crowe ne Il gladiatore, film vincitore di cinque Premi Oscar; una parte nel documentario Protagonisti per sempre di Mimmo Verdesca, vincitore nel 2015 del Giffoni film festival come miglior lavoro; oltre al ruolo da protagonista di Aus Adotta uno studente, la prima web-serie prodotta dalla Rai. Nel frattempo, si è anche diplomato al Centro sperimentale di cinematografia a Roma prima del trasferimento negli Usa.

     

    roberto benigni giorgio cantarini la vita e' bella roberto benigni giorgio cantarini la vita e' bella

    «I teatri sono chiusi e lavorare sui set in questo momento è alquanto difficile. Insomma, di occasioni intorno al mondo artistico ce ne sono poche», ammette Cantarini. Ed è così che gli è venuta l' idea.

     

    «Del resto racconta una parte della mia famiglia già è impiegata nella sanità». Il riferimento è alla madre, che è infermiera professionale. Una decisione, quella di presentare domanda alla Protezione civile, che ha condiviso con il fratello Lorenzo, anche lui di professione artista: è infatti cantante e chitarrista del gruppo dei Dear Jack.

    giorgio cantarini 4 giorgio cantarini 4

     

    SCELTA DI FAMIGLIA

    «Abbiamo voluto farlo insieme. Anzi, spero proprio che lavoreremo fianco a fianco», auspica oggi Giorgio. Oltre ai fratelli Cantarini, sono altri 10 i neo assunti con contratti di collaborazione coordinata e continuativa - per 35 ore settimanali - sino al prossimo 30 aprile. Ieri per Giorgio il nuovo esordio, a contatto con il Toc (il Team operativo per il coronavirus) della Asl di Viterbo. Lui avrà il compito, insieme al fratello e agli altri colleghi, di ricostruire la rete di contatti dei nuovi positivi rilevati dalle indagini epidemiologiche nel Viterbese, così da identificarli nel più breve tempo possibile e contribuire a mettere un freno all' ulteriore diffusione del virus sul territorio.

    giorgio cantarini giorgio cantarini

     

    «È un lavoro soltanto momentaneo. Ma in questo periodo tutti dobbiamo rimboccarci le maniche per poter guadagnare qualcosa e così ho fatto anche io. Inoltre spiega Giorgio in questo modo sento anche di poter fare qualcosa di utile per gli altri. Sì, ne sono contento: cercherò di dare una mano e fare il meglio che posso».

    giorgio cantarini 13 giorgio cantarini 13 giorgio cantarini giorgio cantarini giorgio cantarini 9 giorgio cantarini 9 giorgio cantarini giorgio cantarini GIORGIO CANTARINI E ROBERTO BENIGNI GIORGIO CANTARINI E ROBERTO BENIGNI GIORGIO CANTARINI GIORGIO CANTARINI giorgio cantarini giorgio cantarini giorgio cantarini 6 giorgio cantarini 6 giorgio cantarini 11 giorgio cantarini 11 giorgio cantarini 12 giorgio cantarini 12 GIORGIO CANTARINI GIORGIO CANTARINI

    Guarda la fotogallery
    ultime notizie