• Dagospia

    MAREMMA COVID - LA PANDEMIA NON FERMA ''HYPERMAREMMA'' E CAPALBIO SI RIACCENDE CON L'OPERA DELL'ARTISTA MILANESE MASSIMO UBERTI: UN GIGANTE LUMINOSO SU UN CAMPO DI GRANO, UN LEMBO DI TERRA DEI RESTA PALLAVICINO E PURI NEGRI TRA LA FERROVIA E IL LAGO DI BURANO - IL GRUPPO DI GIOVANI CURATORI E COLLEZIONISTI HA ALTRI TRE PROGETTI PER L'ESTATE


     
    Guarda la fotogallery

    massimo uberti osserva il paesaggio massimo uberti osserva il paesaggio

     

    Capalbio, dal 26 Luglio al 15 Settembre. Accensione ore 19/24.

    Queste le coordinate.

     

    Buone notizie per le signore dei salotti bene di Roma e Milano, per la rive gauche de noantri, per gli industriali appassionati di panzanella e buone notizie per i maremmani veri, quelli che abitano il territorio anche in inverno: Hypermaremma ci sarà e offrirà qualcosa di cui parlare.

     

    Nonostante la pandemia globale e il suo impatto sull'economia, l’associazione culturale ha trovato le forze per tornare anche quest'anno, dopo un lancio fulmineo come quello dell’estate scorsa.

     

    "L’arte serve proprio nei momenti di crisi, economica ed esistenziale. Serve a generare nuove idee, ritrovare forze assopite", dicono gli organizzatori.

    Hypermaremma ha infatti prodotto un’opera dell’artista milanese Massimo Uberti, classe 1966, lunga 16 metri e alta 3 e mezzo. Un gigante su di un campo di grano.

    Non un campo qualunque, ma il lembo di terra dei Resta Pallavicino e Puri Negri: Terre di Sacra.

     

    mad max hypermaremma2020 mad max hypermaremma2020

    Davanti al lago di Burano, tra la ferrovia Tirrenica e il mare di Capalbio, sorgerà per tutta l’estate un’enorme opera luminosa, come un faro di speranza all’interno della cornice dell’oasi naturalistica affidata al WWF.

    Abbiamo tutti bisogno di simboli e l’associazione Hypermaremma ha una missione chiara: perseguire bellezza in dialogo col territorio.

     

    Ideata da Giorgio Galotti e Carlo Pratis ha visto poi entrare in associazione anche i collezionisti Lorenzo Bassetti e Matteo d’Aloja.

    invito hypermaremma2020 invito hypermaremma2020

    "Avevamo pianificato una serie di esposizioni e performance che speriamo di riproporre il prossimo anno, ancora più forti e simboliche", afferma Pratis.

    La visione condivisa da cui tutto è partito è l’intenzione di lasciare un’impronta sostenibile attraverso la sensibilizzazione all’arte. La Maremma è terra talmente fertile e intrisa di cultura che la necessità di lavorare con l’arte contemporanea è stata una naturale necessità.

     

    Ma Hypermaremma non si ferma qui. Per settembre ha altri tre progetti in tasca di cui due ancora segreti.

    Tra le iniziative ci sarà la raccolta fondi per la produzione del secondo libro dell’artista e curatore Alessandro Dandini de Sylva.

    "È importante per noi essere volano e aggregatore di galassie culturali che possano spaziare dalla produzione di libri d’arte, alla musica, a ogni forma di espressione visiva" – afferma d’Aloja – Vogliamo superare il limite del periodo estivo e occuparci di questo territorio in maniera stabile e continuativa".

     

    hypermaremma fury road hypermaremma fury road

    Massimo Uberti

    Spazio Amato

    permanent installation

    26 July – 15 September 2020

    everyday h.6pm / 12pm

     

    Terre di Sacra / Oasi WWF Lago di Burano

    Strada Provinciale Litoranea b17 – Capalbio (Gr)

    Coordinates: 42.4044218,11.384060522

     

     

    Official hashtags:

    #hypermaremma #spazioamato #massimouberti

    fabbro di massimo uberti fabbro di massimo uberti

     

    Guarda la fotogallery


    Caldaia: perché è il momento giusto per cambiarla

    ultime notizie