• Dagospia

    PAZZA INTER, SI INFIAMMA LA LOTTA SCUDETTO (3 SQUADRE IN 1 PUNTO) - SOTTO DI 2 RETI ALLA FINE DEL PRIMO TEMPO, I NERAZZURRI VINCONO IL DERBY CON UNA RIMONTA PAZZESCA E AGGANCIANO IN VETTA LA JUVE - AL MILAN NON BASTA UN IBRA STRATOSFERICO - CONTE: "LO SCUDETTO? E' MOLTO PRESTO. CI VUOLE PAZIENZA" - BERGOMI: "L'UOMO PARTITA E' STATO BROZOVIC" (AUTORE DELLA PRIMA RETE NERAZZURRA) - DA MATERAZZI A VIERI, DA LA RUSSA A TONY RENIS: ECCO CHI C'ERA IN TRIBUNA- VIDEO FESTA INTER


     
    Guarda la fotogallery

     

    Davide Stoppini per gazzetta.it
     

    inter milan vecino inter milan vecino

    L'Inter vince il derby con una rimonta pazzesca, dopo essere andata sotto 2-0 all'intervallo. Il Milan lo perde 4-2, con enormi rimpianti. I rossoneri partono meglio, i nerazzurri non trovano mai le misure e dopo un paio di situazioni pericolose, è il palo al 9' a negare a Calhanoglu la rete del vantaggio (gran rasoterra da fuori). L'Inter si affaccia nell'area avversaria praticamente solo su calci da fermo e Godin di testa al 19' sfiora il palo su corner.

    inter milan inter milan

     
    Poi è Vecino, dopo gran volata di Lukaku, a calciare troppo centralmente, permettendo a Donnarumma la respinta. Il Milan però c'è, è messo bene in campo e al 40' raccoglie i frutti di una superiorità evidente: Ibra sovrasta Godin nel duello aereo e fa da sponda per Rebic, Padelli esce alla disperata, ma tocca solamente e il croato deposita nella porta sguarnita l'1-0 rossonero.
     

    LUKAKU LUKAKU

    Al 46' arriva addirittura il raddoppio: su azione di corner, tocco sporco di Kessie e Ibrahimovic da due passi infila di testa Padelli. Il secondo tempo, però, è tutta un'altra storia. Al 6' Brozovic accorcia con un gran sinistro al volo e due minuti dopo Vecino pareggia, su assist di Sanchez, partito sul filo del fuorigioco. Il Milan subisce la botta, ma quando sembra essersi riassestato, arriva la capocciata di De Vrij su corner a firmare il sorpasso sul 3-2 al 25'. Dieci minuti dopo, l'Inter pareggia il conto dei legni: punizione fantastica di Eriksen (entrato al posto di Sanchez) e incrocio dei pali. Pioli prova a raddrizzarla con i cambi: Leao, Paquetà e Bonaventura in campo. È il brasiliano a pennellare proprio al 90' per la testa di Ibrahimovic il pallone del pareggio, ma stavolta lo svedese colpisce il palo. L'ultima parola ce l'ha però Lukaku al 93': cross di Vecino e schiacciata di testa del centravanti belga. È il 4-2 che chiude il derby.

    inter milan inter milan materazzi tony renis vieri materazzi tony renis vieri

     

    Guarda la fotogallery
    ultime notizie