• Dagospia

    RENZI 1 E RENZI 2: LA COPPIA DI FATTO CROLLA NEI SONDAGGI - NON POSSIAMO BIASIMARE I FRANCESI SE NON VOGLIONO PRENDERSI I MIGRANTI CHE ARRIVANO IN ITALIA: HANNO ACCOLTO GIÀ TANTI DEI NOSTRI TERRORISTI


     
    Guarda la fotogallery

    Riceviamo e pubblichiamo:

     

    ALBA PARIETTI DON GALLO ALBA PARIETTI DON GALLO

    Lettera 1

    Renzi 1 e Renzi 2: la coppia di fatto crolla nei sondaggi.

    Dario Tigor

     

    Lettera 2

    Caro Dago, oggi giornata di grandi decisioni sulla Grecia: pronta la moneta da un euro per fare testa o croce.

    Leo Eredi

     

    Lettera 3

    Caro Dago, come mai la Parietti e la Ferilli si trovano sempre dalla parte opposta dei diritti che dicono di voler difendere?

    Scottie

    FERILLI GUERRITORE PARIETTI ROSSO DI SERA FERILLI GUERRITORE PARIETTI ROSSO DI SERA

     

    Lettera 4

    Caro Dago,  ecco perché Renzi si disinteressava a Grexit: stava preparando il crollo del Pd nei sondaggi.

    Tuco

     

    Lettera 5

    Caro Dago, non possiamo biasimare i francesi se non vogliono prendersi i migranti che arrivano in Italia: hanno accolto già tanti dei nostri terroristi...

    M.Degani

     

    PAPA TORINO PAPA TORINO

    Lettera 6

    Caro Dago, tonfo di Renzi nei sondaggi: finalmente "sta sereno".

    Cant

     

    Lettera 7

    Caro Dago, il Papa vicino ai disoccupati e ai migranti. Però se arrivano i secondi i primi restano tali: anche lui Papa 1 e Papa 2?

    Johnny Reese

     

    Lettera 8

    Caro Dago, a Mentone i francesi fanno passare 4 migranti: li hanno scambiati per italiani in fuga da Renzi!

    foto del family day twittata da lorella cuccarini foto del family day twittata da lorella cuccarini

    J.R.

     

    Lettera 9

    Caro Dago, i jihadisti hanno rapito 1227 bambini da usare come scudi umani: accolto l'invito del Papa a rinunciare alle armi?

    Nino

     

    Lettera 10

    Caro Dago, chi semina eterofobia raccoglie amore per la famiglia naturale: un milione in piazza per il Family day!

    Beppe

     

    Lettera 11

    Cdp: dopo Bassanini speriamo che non ci sia un Costa-magna magna.

    family day 2015 8 family day 2015 8

    Yu.Key

     

    Lettera 12

    Caro Dago, Bianca Berlinguer al Campidoglio? Roma ha bisogno di un Sindaco non di un cognome sui tacchi!

    L.Viola

     

    Lettera 13

    Caro Dago, la candidatura della Berlinguer a sindaco di Roma introdurrebbe anche nella politica quella meritocrazia che Renzi sbandiera per la scuola?

    Mark

     

    GRASSO BOLDRINI GRASSO BOLDRINI

    Lettera 14

    Morto un papa, Francesco o Coso che sia, se ne fa un altro,  sicuramente meglio. 

    Di contro, la dionisiaca Laura Antonelli, sensualità e femminilità irripetibili, sacro elogio del peccato, non ha e non potrà che avere copie sbiadite.

    Giancarlo Lehner

     

    Lettera 15

    Caro Dago, la Boldrini, che rappresenta lo Stato, "cerca soluzioni sui migranti". Non deve averle trovate visto che a Milano, Roma e Ventimiglia volontari e cittadini hanno dovuto rimboccarsi le maniche per arginare il problema.

    Piero Nuzzo

     

    michelle obama e agnese landini michelle obama e agnese landini

    Lettera 16

    Razzismo, la strage di Charleston conferma: Obama è tutto chiacchiere e bandierine (da rimuovere).

    Pavel Righi

     

    Lettera 17

    Caro Dago, mi sto scompisciando dalle risate (ahimè!): in America un bianco ammazza nove neri e la colpa è della bandiera confederata. Quindi Hitler senza la croce uncinata sarebbe stato un Gandhi?

    U.Novecento

     

    Lettera  18

    L'intervista (l'ennesima) a Paolo Poli era di una banalità allucinante. Senza notizie, se non piccoli ricordi personali. A chi interessano? E' evidente che cercano di fare delle interviste tipo quelle - molto più profonde e colte - che fa Repubblica la domenica, il risultato è vorrei ma non posso. Almeno questa è la mia sensazione.

    Luciano Bardi.

     

    Lettera 19

    marino renzi foto mezzelani gmt325 marino renzi foto mezzelani gmt325

    Mitico Dago, Renzi vorrebbe estromettere Marino ma ha paura delle conseguenze. La situazione è analoga a quando si ha urgenza di andare in bagno ma si soffre di emorroidi.

    Stefano55

     

    Lettera 20

    Caro Dago,

    la morte della bellissima attrice Laura Antonelli è la dimostrazione come nel mondo dello spettacolo regni la solitudine e il cinismo. Tutti a vantarsi del suo amore e della sua amicizia, poi, quando si spengono le luci della ribalta, la dimenticanza regna sovrana. Cordiali saluti. Giovanni Attinà

     

    Lettera 21

    TRIADI CINESI TRIADI CINESI

    Caro Dago, le attività commerciali degli italiani costretti dalla crisi a chiudere, vengono acquistate senza batter ciglio dai cinesi: ma ci voleva tanto a capire che qualcosa non quadra? "Mettiamo da parte paure ed egoismi" dicono l'Onu, il Papa, Mattarella, Renzi, la Boldrini...

    Maxi

     

    Lettera 22

    Cara Dagoredazione

    Di fronte ad una florida platea di pensionati uniti nella lotta, il sindaco di Roma ha inneggiato slogan anni 70: fascisti, carogne, tornate nelle fogne.. Poi ha minacciato di voler restare fino al 2023, ricordandoci una canzone di Caterina Caselli, di commovente bruttezza. Forse non bastava “C'è un grande prato verde” come slogan canzonettar-menagramo,con il quale ci preconizzano un disgraziato futuro in camporella, tutti sotto una tenda? Poi parlano di gufi...

    Remo Gherardi

     

    Lettera 23

    TRIADI CINESI TRIADI CINESI

    Caro Dago,  il trattato di Dublino dice che il Paese dove approdano deve gestire la loro situazione: ma da noi i migranti non "approdano", è Renzi che va a prenderseli fino in Libia con le navi! Colpa sua se siamo invasi.

    Oreste Grante

     

    Lettera 24

    Caro Dago, grazie a Marino è più probabile che un romano finisca in una buca stradale

    che uno di destra nelle fogne, sono tutte ostruite da quando ha affidato la manutenzione alle Coop.

    Massimo Lazzari

     

    Lettera 25

    laura antonelli 7 laura antonelli 7

    Caro Dago, leggo nel titolo della notizia relative alla morte di Laura Antonelli “ … famiglia di sfollati slavi …”. In realta’ la Antonelli non era slava: nata Antonaz (cognome friulano), da famiglia italiana residente in Italia ( Pola allora era in Italia) e trasferitasi quindi da Pola italiana ad altra localita’ italiana. La Antonelli parlava italiano, aveva frequentato le scuole italiane, e slava non era: proprio come Ottavio Missoni, o Nino Benvenuti, o Virna Lisi, o moltissimi altri.

     

    La stragrande maggioranza dei 350mila esuli di Istria Fiume e Dalmazia lasciarono le loro terre proprio perche’ non slavi e perche’ non volevano essere parte della “nuova” Yugoslavia. Chiamarli slavi e’ quindi completamente errato.

    Grazie per l’attenzione.

    Marco Nobili

     

    Lettera 26

    laura antonelli 6 laura antonelli 6

    Caro Dago, l'indagine sulla mafia cinese conferma che l'Europa è governata da ebeti che impiegano troppo tempo a capire cosa c'è dietro ai grandi movimenti migratori: la conquista degli Stati idioti (sinonimo di buonisti) senza l'uso delle armi. Un moderno Cavallo di Troia per i babbei creduloni che non hanno mai sentito parlare di Ulisse, e aprono le porte delle nostre città al primo che arriva, solo per non farsi additare dagli altri polli come "xenofobi". Una gara cretina che porterà all'estinzione dell'Occidente, se qualcuno non si sveglia prima che sia troppo tardi.

    Giuly

     

    Lettera 27

    laura antonelli 5 laura antonelli 5

    Dago darling, la sai l'ultima? Su certi media britannici e scandinavi, i mendicanti stranieri (spesso un po' molesti) vengono chiamati "Roma beggars". Bel progresso (senza andar a riesumare il becero Roma ladrona): da Roma Capitale a Mafia Capitale e ora a Roma Beggars. Non c'entrerànno mica anche i soliti piagnistei italioti delle serie "Il Comune ci deve aiutare", "Lo Stato ci deve aiutare" e ora "L'Europa ci deve aiutare"?

     

    P.S. Che tristezza: anche Laura Antonelli ci ha lasciati. Bellissima, brava, vera e sfortunata ma sempre "maestra di dignità". Che differenza con tante bellone (anche "assez fanées") che s'atteggiano a maestre di pensiero pur avendo il cervello che é solo una pattumiera di tutti i luoghi comuni del Pensiero unico del momento.  Pace e bene

    Natalie Paav

     

    Lettera 28

    laura antonelli 4 laura antonelli 4

    Caro Roberto, apprendo e condivido con te. leggo e condivido per gli amici italiani interessati che il PM Matteo Renzi in una serie di interviste rilasciate per un suo profilo appena pubblicato sul The New Yorker (non proprio il giornalettino di quartiere o dei poteri marci, copyright Dagospia). In queste interviste, condotte dalla ottima Jane Kramer (a pag. 36 del numero del 29 Giugno) il PM Renzi dichiara (traduzione libera dal'inglese) che ha "appena iniziato a ripulire la palude" (con ciò implicitando di voler restare in sella ancora per un po') prima di passare a dichiarare in maniera chiara e senza lasciar dubbi che lui ha intenzione di restare PM sino al 2024, lasciando una situazione di risanamento effettuato, per poi passare al suo obiettivo finale, quello di diventare Professore Universitario (in qualche Istituzione accademica importante e di grande profilo, aggiungo io). Tutto ciò, giusto per informarvi.

    Daunbailò

     

    Lettera 29

    Caro Dago, abbiamo trovato il bandolo della matassa. Il modo migliore per arrestare i boss (di qualunque genere, camorra, mafia o 'ndrangheta) è di aspettare un loro compleanno o onomastico. Napoli è stato l'ultimo caso, un onomastico costato caro al latitante di turno. Ma era successo alcuni mesi fa in provincia di Messina, a Milazzo, dove un latitante venne arrestato (dopo un inseguimento sui tetti tra le case del quartiere dove si era nascosto) grazie alla carovana di parenti ed amici partiti alla volta del covo, per festeggiare il compleanno. Che dire?

     

    laura antonelli 2 laura antonelli 2

    Debellare cosa nostra con il calendario in mano, sarebbe la quadratura del cerchio. Nessuna indagine, nessuno spreco di denaro in mille pedinamenti o mille rivoli dispersivi. Ci si informa della data di nascita del ricercato, si seguono i parenti stretti, si controllano le pasticcerie migliori ed il gioco è fatto! Incredibile non averci pensato prima. Il problema eventuale è poi legato all'arresto del latitante ed al te ntativo da parte dei complici del quartiere (non si possono definire diversamente) che vedendo arrestare il loro "eroe" (povera Italia), formano un muro umano contro le forze dell'ordine.

     

    Probabilmente il vero nodo della questione è questo, la complicità di un sottobosco umano, fatto da famiglie e "addetti ai lavori" che a parole sono per la legalità, ma che nei fatti sono dall'altra parte della barricata. Di chi sia la colpa è difficile dirlo di certo lo spettacolo è stato oltre che poco edificante, molto pericoloso. Esempio da stroncare subito. Comunque, in attesa del prossimo genetliaco, incrociamo le dita. Saluti

    Pegaso Nero

    BOLDRINI BICI 1 BOLDRINI BICI 1

     

    Lettera 30

    Caro Dago, alle grevi battute di Salvini la Presidenta Boldrini 2 risponde "con un bel sorriso", che vorrebbe sembrare olimpico ma che invece è tarocco come una borsa di Vuitton venduta da un marocchino. Aridatece, please, Boldrini 1, seriosa, saccente, talvolta perfino arcigna, ma genuina: a differenza di questa versione ridens mal costruita da qualche improvvisato consulente d'immagine. Federico Barbarossa

     

    Lettera 31

    Caro dago,

    ma mafia capitale e' mafia nazionale? qualche esempio: expo a milano, mose a venezia, deluca presidente di regione nonstante la condanna per mafia, buzzi a Roma, monte dei paschi a siena, la regione sicilia con piu' dipendenti della casa bianca, il leghista cota in piemonte faceva spese pazze con i soldi pubblici in concorso con la destra e sinistra di fassino (omerta' e' connivenza nell'associazione a delinquere), la regione lombardia dava a bossi-trota-ebbete e all' igienista dentale, ma sopratutto sottopancia, ben quindicimilaeuronettialmese e ripeto 15milaeuro al mese. La mafia sta a Roma o in tutta la nazione?

     

    rottamare cosa? bisogna eliminare l'economia dei salotti e il capitalismo di relazione e quindi si nomina il proprio maestro lapo pistilli ex vicesegretario degli esteri a capo dell' eni dando in cambio a bassanini un poltronone a palazzo chigi: schizofrenia o quintessenza dell' ipocrisia. L'inchiesta mafia capitale e' un gran titolo ad effetto mediatico, holliwoodiano ma la triste realta' e' che non e' capitale ma nazionale.

    Saluti

    Eugenio Da Vasavia

    Guarda la fotogallery
    ultime notizie